Kanze zeami

Kanze Zeami (1364-1444), chiamato anche Zeami Motokiyo, era un attore, drammaturgo e critico giapponese. Le sue opere teoriche sull'arte del No sono giustamente celebrate come i suoi drammi.

Fu il grande esteta, statista e mecenate delle belle arti, lo shogun Ashikaga Yoshimitsu, a scoprire Zeami e suo padre, Kannami, un brillante attore No. A un'esibizione di comando di Okina, Kannami apparve davanti allo Shogun e lo impressionò così favorevolmente che fu subito nominato cavaliere compagno di Yoshimitsu, una notevole distinzione. Kannami morì nel 1384 in tour. Zeami ha sempre parlato di suo padre nei termini più adulatori e rispettosi come un grande attore, drammaturgo, compositore e coreografo, poiché il talento in tutte queste capacità è richiesto nella creazione di un No drama.

Zeami apparve per la prima volta davanti a Shogun Yoshimitsu in un'esibizione al Santuario Imakumano nel 1374. Prima di raggiungere la sua maggiore età a 20 anni, Zeami era considerato un artista compiuto e raffinato. Alla morte di suo padre Zeami divenne il capo della compagnia. A un certo punto, poco più che ventenne, Zeami entrò nell'età goffa, quando non era né un giovane affascinante né ancora il grande artista che sarebbe diventato all'apice della sua fama.

Deciso a subire gli imbarazzi dell'età imbarazzante, Zeami è sbocciato a metà dei vent'anni come un attore serio e degno di nota. Zeami non è stato viziato dal suo nuovo successo, perché si è reso conto che solo con il passare degli anni e l'avvento della saggezza è stato raggiunto il vero "fiore" dell'attore. La perseveranza e una vita dedicata all'arte furono le chiavi della formula del suo successo.

Scritti sul n

Zeami ha scritto molto sull'arte del No in Kadensho (1400; Sulla trasmissione del fiore); Shikadosho (1420; Sulla via del fiore più alto); e Nosakusho (1423; Sulla composizione del n). Il No drama è una combinazione di molti elementi, un po 'come l'opera. È un misto di canto, danza, accompagnamento orchestrale e di solito un tema drammatico espresso in poesia di un ordine molto elevato. Gli attori sono vestiti con splendidi abiti di broccato e indossano maschere. L'esecuzione di One No di solito richiede circa un'ora. Il gioco è composto da tre parti: già, o introduzione; ah o lo sviluppo, un aumento del ritmo drammatico; e Kyu, il climax, in cui di solito c'è una danza vivace.

Ci sono cinque tipi di giochi. Un programma potrebbe avere uno di ciascuno per presentare la varietà: giochi di dio, giochi di eroi, giochi di donne, giochi contemporanei o di varietà e giochi di demoni. Di tutti i diversi ingredienti della commedia No, è stata l'arte della recitazione di cui Zeami ha scritto in modo molto dettagliato, dandoci un'idea degli ideali e della realtà della vita del palcoscenico 600 anni fa.

Nel Kadensho Zeami si sforza di descrivere il virtuosismo di suo padre in modo che le generazioni successive possano sapere che attore eccezionale e originale era. In questo lavoro critico Zeami ha sottolineato l'importanza di yugen come l'elemento più fondamentale del n. Yugen, che significa eleganza o grazia, significa anche una qualità speciale più reale che apparente che trasforma qualcosa di comune in arte.

Zeami nei suoi saggi sulla recitazione ha espresso l'opinione che un giovane attore, anche di undici anni, abbia una certa qualità affascinante che esalta la sua interpretazione. Il suo aspetto giovanile e la sua voce lo aiutano a compensare qualsiasi critica alla sua mancanza di finezza. Se questa enfasi sulla giovinezza sembra in contrasto con l'insistenza di Zeami sulla maturità e il virtuosismo dell'attore compiuto, va notato che lo stesso Shogun aveva solo pochi anni più di Zeami ed era circondato da un giovanile entourage di samurai. Zeami era favorito e coltivato da molti a causa della sua intimità con lo Shogun.

Altezza e declino della sua carriera

Oltre ad essere stata assegnata la paternità di alcuni dei drammi più noti, come Matsukaze, Eguchi, con Sotoba Komachi, Zeami è anche accreditato con il No dance, dire, un'importante aggiunta alla struttura di un No play. Un tempo si pensava che Zeami fosse l'autore di circa la metà del repertorio conosciuto. La borsa di studio moderna gli ha ora lasciato circa 25 dei migliori e più artistici esempi del dramma classico giapponese.

Zeami raggiunse l'apice della sua fama quando apparve nella villa di Yoshimitsu a Kitayama in uno spettacolo in onore dell'imperatore Go-komatsu nel 1408. Nel giro di poche settimane Yoshimitsu era morto di malattia e il No aveva perso il suo più importante protettore. Lo shogun successivo ha riversato il suo patrocinio su un attore rivale. Per alcuni anni dopo questo Zeami sembra essere caduto in disgrazia e ha passato il suo tempo a comporre drammi e scrivere critiche sull'arte dell'attore. Nel 1422 Zeami si ritirò dal mondo negli Ordini Sacri, lasciando al figlio la guida della sua compagnia.

Negli anni successivi sia Zeami che suo figlio Motomasa hanno sperimentato l'ostilità di Shogun Yoshinori, mentre il nipote di Zeami ha mostrato la preferenza. Padre e figlio non furono invitati al palazzo dello Shogun e in seguito furono esclusi dall'esibizione davanti all'imperatore in pensione. Quando Motomasa morì in isolamento nel paese, Zeami era inconsolabile. Il suo dolore ha rovinato gli anni rimanenti della sua vita.

La guida della scuola del No di Zeami passò a suo genero Komparu Zenchiku. Nel 1434 Zeami fu bandito nella remota isola di Sado nel Mar del Giappone. Rimase lì fino a quando l'assassinio di Yoshinori non provocò un'amnistia generale nel 1441. Zeami tornò quindi a Kyoto.

Ulteriori letture

C'è poco su Zeami in inglese. Per informazioni utili vedere Arthur Waley, Il No Plays of Japan (1921); Ezra Pound e Ernest Fenollosa, Il classico teatro Noh del Giappone (1959); e Donald Keene, con foto di Kaneko Hiroshi, No: il teatro classico del Giappone (1966). □