Jukebox

I jukebox sono una versione pay-per-use di fonografi (vedi voce sotto 1900 - Musica nel volume 1), giradischi e, più recentemente, compact disc (vedi voce sotto 1980 - Musica nel volume 5) giocatori. Spesso trovati nei bar e nelle discoteche negli anni '1930 e dopo, i jukebox furono inventati per fornire una forma poco costosa di intrattenimento musicale. I clienti potevano mettere le monete in uno slot, scegliere i dischi che volevano ascoltare e quindi godersi la musica. I jukebox potrebbero anche riprodurre dischi uno dopo l'altro, fornendo intrattenimento quasi senza interruzioni. Sono diventati popolari durante il Grande Depressione (1929-41; vedi voce sotto 1930 - The Way We Lived nel volume 2), quando molte persone non potevano permettersi di acquistare dischi e molti nightclub non potevano permettersi di assumere band dal vivo. A un centesimo per gioco, i jukebox fornivano un modo semplice per ascoltare buona musica.

Le macchine musicali a gettoni esistevano prima del 1900, ma i primi jukebox risalgono agli anni '1920. Alcuni dei principali produttori erano la Automatic Music Company, Wurlitzer, Seeburg e Rockola. Poiché la tecnologia era in gran parte la stessa, i produttori di jukebox si sono distinti per i fantasiosi design decorativi delle loro scatole, molti dei quali presentavano luci colorate. Il termine "jukebox" deriva dal termine meridionale per danza (vedi la voce sotto 1900 - The Way We Lived nel volume 1), chiamata "scherzo". "Juke joint" erano bar dove veniva suonata la musica registrata. Pertanto, i jukebox si riferivano alle macchine stesse. Verso la metà degli anni '1930 erano in uso più di cinquecentomila jukebox.

I jukebox hanno anche aiutato le case discografiche a sopravvivere alla Grande Depressione. I proprietari di jukebox dovevano fornire alle loro macchine i nuovi dischi che gli ascoltatori volevano ascoltare. Molte macchine potevano tenere traccia di quali canzoni venivano suonate di più, consentendo alle case discografiche di apprendere quale tipo di musica la gente voleva ascoltare di più. I jukebox hanno svolto un ruolo importante nell'aiutare rhythm and blues (vedi voce sotto 1940s — Music in volume 3) e rock and roll (vedi voce sotto 1950 - Musica nel volume 3) la musica decolla. I jukebox hanno aiutato a convincere le case discografiche che c'era un mercato per questa nuova musica. I jukebox hanno anche permesso alle persone di ascoltare questa musica quando i primi programmi radiofonici si rifiutavano di riprodurla. I jukebox hanno perso popolarità dopo gli anni '1950, quando più persone potevano permettersi di acquistare dischi, ma hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo della musica popolare americana e possono ancora essere trovati in molti commensali (vedi voce in 1900 - Cibo e bevande nel volume 1), bar e club.

—Timothy Berg

Per maggiori informazioni

Boehlert, Eric. "Metti un altro nichelino." Tabellone (1 novembre 1994).

Chapple, Steve e Rebe Garofalo. Il rock and roll è qui per pagare. Chicago: Nelson Hall, 1977.

Durham, Ken. "Storia dei Jukebox". GameRoomAntiques.http://www.gameroomantiques.com/HistoryJuke.htm (visitato il 11 febbraio 2002).

Il National Jukebox Exchange.http://www.nationaljukebox.com/index.html (visitato il 11 febbraio 2002).

Generazione Rock & Roll: Teen Life negli anni '50. Alexandria, VA: Time-Life Books, 1998.