Joyce, william (lord hawhaw) (1906-1946)

Propagandista radiofonico nazista.

Conosciuto come "Lord Haw-Haw", William Joyce fu l'ultimo uomo ad essere impiccato per alto tradimento in Gran Bretagna, il 3 gennaio 1946. La sua colpa era stata quella di aver dato "aiuto e conforto ai nemici del re" e di aver assistito La Germania "nella sua guerra contro il nostro paese e il nostro re".

Joyce era stato un'emittente televisiva per il Terzo Reich, ei suoi commenti radiofonici avevano avuto un successo sconcertante: a un certo punto, attirò circa sedici milioni di ascoltatori in Gran Bretagna e Irlanda. La sua chiamata radio segnala "Germany Calling!" è stato utilizzato dai fumetti teatrali per suscitare risate esilaranti e riconoscimento immediato: perché, sebbene le trasmissioni di propaganda di Joyce fossero odiosamente filo-naziste, hanno comunque toccato il senso dell'umorismo britannico.

Il processo di Joyce, nel 1945, fu una sensazione mediatica. Il risultato fu controverso, poiché William Joyce non era, tecnicamente, britannico. Era nato in America, figlio di un americano naturalizzato, ed era cresciuto in Irlanda. Nel 1933 aveva presentato una domanda per un passaporto britannico, nel quale aveva mendacemente affermato di essere nato nel Regno Unito. Con questo atto, sosteneva l'avvocato dell'accusa Sir Hartley Shawcross, Joyce si era avvolto nell'Union Jack: il suo valore per il Reich era come un presunto britannico.

Joyce era un individuo difficile e aggressivo, cresciuto a Galway - le sue origini familiari erano un misto travagliato di irlandese e inglese - durante i primi anni rivoluzionari del ventesimo secolo. Fin dalla tenera età ha assistito alla violenza politica di strada. Era un ragazzo intelligente, precoce ma ribelle, che fu espulso dalla sua scuola gesuita, il Collegio Sant'Ignazio. Si attaccò ai famigerati Black and Tans e sfuggì per un pelo alla liquidazione da parte del ramo locale dell'esercito repubblicano irlandese. All'età di quindici anni, fuggì in Inghilterra dove si arruolò nel reggimento di Worcester, ma fu presto dimesso per aver mentito sulla sua età. Ha frequentato il Politecnico di Battersea per studiare medicina, ma è stato anche espulso da lì per problemi comportamentali.

A diciassette anni, ha ricevuto un grave taglio sulla guancia dopo un incontro con un avversario politico in una riunione elettorale. La cicatrice è rimasta livida per tutta la vita e il significato della ferita è andato in profondità: ha affermato che un "comunista ebreo" aveva tentato di ucciderlo, e questo tema è diventato parte di un antisemitismo patologico e permanente.

Successivamente, ha frequentato il Birkbeck College di Londra, dove ha conseguito una laurea con lode in letteratura inglese e ha iniziato a manifestare una certa brillantezza accademica. Era un filologo dotato, un ottimo studioso in anglosassone e antico norvegese. Politicamente, è stato coinvolto con il Chelsea Conservative Party.

Joyce stava studiando per un dottorato di ricerca. quando fu colpito da Sir Oswald Mosley, leader dell'Unione britannica dei fascisti. Dal 1933 al 1937, Joyce fu un oratore di punta per Mosley; ma nel 1937, dopo che i fascisti britannici cominciarono a perdere terreno, fu dimesso dall'organizzazione, con la quale aveva un lavoro retribuito. Lui e John Beckett formarono il loro gruppo, la Lega nazionalsocialista, ma fallì irrimediabilmente.

Joyce viveva sempre più spesso un'esistenza alla bocca come insegnante privato, quando, nel 1939, decise di vivere in Germania. Lui e la sua seconda moglie, Margaret, presero la barca per Ostenda il 26 agosto 1939. Probabilmente era stato avvertito dal caposquadra dell'MI5 Charles Maxwell Knight che presto sarebbe stato internato.

Attraverso una serie di colpi di fortuna, Joyce fu presentato all'organizzazione di trasmissione di propaganda del Reich e nell'ottobre 1939 si trovò davanti a un microfono. "Lord Haw-Haw" è nato. Il soprannome è venuto da un critico radiofonico che ha descritto un'emittente televisiva che "parla inglese della varietà haw-haw, damn-it-get-out-of-my-way". Diverse emittenti hanno contribuito al personaggio di Haw-Haw, tra cui Norman Baillie-Stewart, Wolf Mittler e Eduard Dietze, ma alla fine è stata Joyce a interpretare il ruolo, con un tono raspante particolarmente memorabile.

Le sue trasmissioni potevano essere minacciose, beffarde, beffarde, comiche, satiriche, impertinenti e occasionalmente radicali: criticava sempre "le onde" e sosteneva "i lavoratori". Josef Goebbels, il capo della propaganda nazista, ha emesso gli ordini, ma Joyce ha scritto le parole. Avendo una conoscenza topografica impareggiabile della Gran Bretagna - e dell'Irlanda - fu in grado di menzionare luoghi specifici con cognizione di causa, e questo si sviluppò in un mito di dimensioni occulte. Si credeva che Lord Haw-Haw avesse detto che una città sarebbe stata bombardata e un'altra risparmiata. Ci sono ancora molti aneddoti sulle prognosi di Haw-Haw, la maggior parte non verificabili.

Joyce ha sempre temuto l'entrata in guerra degli Stati Uniti e, dopo il 1942, la sua stella iniziò a calare. Il suo pubblico radiofonico è arrivato a un milione e mezzo. Ma aveva preso il suo impegno con la Germania - era persino diventato cittadino tedesco - e lo mantenne. Lui e Margaret furono catturati nel maggio 1945, vicino a Flensburg, nello Schleswig-Holstein. Gli era stata data l'identità di "William Hansen", ma quando parlò con due soldati britannici, la sua voce lo identificò immediatamente.

A Londra, il Parlamento fece rapidamente rivivere uno statuto del 1351 per garantire che potesse essere accusato di tradimento. Il processo iniziò all'Old Bailey il 17 settembre 1945 e terminò in tre giorni. Un appello è seguito il 30 ottobre ma è fallito, così come un appello finale alla Camera dei Lord.

In prigione, Joyce ha scritto molte lettere a Margaret, piene di linguaggio complesso e giochi di parole ironici. Non si pentiva del nazionalsocialismo.

La leggenda di Lord Haw-Haw vive come un personaggio per metà demoniaco, ma per metà comico, il cui soprannome rievoca i ricordi britannici e irlandesi della seconda guerra mondiale. Il nome di Joyce è sopravvissuto anche come sinonimo di propaganda nemica, e durante il coinvolgimento della Gran Bretagna in Iraq, c'erano molte allusioni a individui che potrebbero rivelarsi "il Lord Haw-Haw del nostro tempo" (se dovessero trasmettere per Saddam Hussein o Osama bin Laden).

E tra gli avvocati, c'è un continuo interesse forense nel processo di Joyce: l'opinione legale contemporanea tende a ritenere che si trattasse, tecnicamente, di un verdetto errato. Ma prevale anche l'opinione che, nel contesto dell'epoca, fosse moralmente giustificabile.

Joyce era stata sposata due volte, prima con Hazel Kathleen Barr, dalla quale aveva avuto due figlie, e poi con Margaret Cairns White. Sua figlia maggiore, Heather, rimase attaccata alla sua memoria mentre deplorava la sua politica: nel 1976 i suoi resti furono trasportati al cimitero di Bohermore a Galway, dove furono seppelliti vicino all'Oceano Atlantico dove aveva giocato da ragazzo.