Joseph hilaire pierre belloc

Lo scrittore inglese di origine francese Joseph Hilaire Pierre Belloc (1870-1953) è stato un noto poeta, storico, saggista e romanziere. Per tutta la sua carriera letteraria si è occupato dei problemi della riforma sociale.

Hilaire Belloc è nato a Saint-Cloud, in Francia, il 27 luglio 1870. Era il figlio di Louis Belloc, un avvocato francese, e Bessie Raynor Parkes, sua moglie inglese. Il disordine politico inviò la famiglia in Inghilterra nello stesso anno e Hilaire fu educato alla Oratory School di Birmingham. Da ragazzo era un poeta, un artista e un matematico precoce. Si è laureato al Balliol College di Oxford, dove aveva vinto una borsa di studio in storia.

Belloc iniziò la sua carriera letteraria con Verses and sonnets (1895). Nel 1896 sposò l'americana Elodie Hogan e ebbe tre figli. Nello stesso anno ha pubblicato The Libro degli animali del bambino cattivo, che, insieme a Storie di avvertimento e altre bestie per i bambini peggiori, formò una collezione destinata a diventare un classico. Nel 1899 Belloc iniziò una serie di biografie, che includevano due rivoluzionari francesi (Danton`` 1899, e Robespierre, 1901) e molte eminenti figure letterarie e politiche di Francia e Inghilterra. Nel 1902 pubblicò Sentiero per Roma, che è forse la sua opera più caratteristica in quanto rivela il suo amore per i viaggi, l'umorismo gentile e il fedele cattolicesimo romano.

In questi anni Belloc divenne molto attivo anche nella vita politica. Divenne cittadino britannico nel 1902 e nel 1906 fu eletto al Parlamento. Nel 1910 abbandonò l'incarico politico per il giornalismo, che riteneva fosse un mezzo più efficace per realizzare la riforma. Si è unito a Cecil Chesterton nello scrivere articoli che attaccano l'imperialismo e la corruzione nella vita politica. Nel 1912 Belloc pubblicò Lo Stato servile, che delineava la sua filosofia distributiva antisocialista e anticapitalista. Le sue opinioni furono condivise da GK Chesterton e fondarono il settimanale politico Nuovo testimone per portare avanti la lotta per le riforme.

Negli anni successivi Belloc continuò a pubblicare in modo prolifico. Nel 1942 fu colpito da un ictus e, anche se di tanto in tanto scrisse articoli su riviste, non pubblicò più libri. Morì nel 1953 per ustioni accidentali.

Ulteriori letture

Un volume di Belloc lettere, lettere di Hilaire Belloc, selezionato e modificato da Robert Speaight (1958), è utile. La biografia definitiva di Belloc è Robert Speaight, La vita di Hilaire Belloc (1957). Due libri della sorella di Belloc fanno luce sul suo sviluppo durante i suoi primi anni francesi: la signora Belloc Lowndes, "Anch'io ho vissuto in Arcadia": A Record of Love and of Childhood (1941) e Il giovane Hilaire Belloc (1956). Un breve ma utile riassunto è Reneée Haynes, Hilaire Belloc (1953). Studi completi da JB Morton, Hilaire Belloc: A Memoir (1955), sono pochi. □