Jones, madre

Mary Harris Jones nacque in Irlanda nel 1830 o nel 1837 (i registri variano) e arrivò negli Stati Uniti da giovane. Ha incontrato e sposato George Jones, che, insieme ai loro quattro figli, morì di febbre gialla nel 1867. Jones si trasferì a Chicago, Illinois e ha perso tutto ciò che possedeva quattro anni dopo nel grande incendio di Chicago.

Jones aveva bisogno di mantenersi così si è unita al Cavalieri del lavoro , un sindacato, e ha lavorato per suo conto per ottenere l'accettazione del pubblico e far crescere il suo numero. Il suo tempo è stato speso per raccogliere sostegno e parlare a nome della classe operaia. Nel 1905, aiutò a fondare un sindacato chiamato Industrial Workers of the World (IWW), noto anche come Wobblies. Jones divenne un organizzatore di scioperi sindacali in tutta l'America, ma aveva una predilezione particolare per i minatori e la loro causa. Di tutti i lavoratori, i minatori hanno sperimentato di gran lunga le peggiori (e più pericolose) condizioni di lavoro e le retribuzioni più basse; Jones ha fatto della sua missione personale aiutarli a ottenere vite migliori.

Jones ha lavorato non solo con i minatori, ma anche con le loro mogli e figli. Avrebbe organizzato famiglie di minatori per partecipare a manifestazioni e proteste per conto dei minatori. Donne e bambini che portavano mop e scope hanno marciato verso le miniere, impedendo agli scioperanti di attraversare i picchetti dei minatori nei pozzi della miniera. Jones si è guadagnata il soprannome di "Madre" quando ha iniziato a chiamare i minatori i suoi "ragazzi".

Mother Jones abbracciò il socialismo (un sistema economico in cui il governo possiede e gestisce affari e produzione, nonché controlla la distribuzione della ricchezza) e ha lavorato a stretto contatto con il leader dell'Unione Ferroviaria americana Eugene Debs (1855-1926). Un oratore pubblico entusiasta, era nota per aver organizzato eventi pubblici per attirare l'attenzione dei media sui lavoratori in sciopero. I suoi instancabili sforzi a favore dei lavoratori e delle lavoratrici l'hanno portata nelle miniere di carbone di Pennsylvania , dove ha incoraggiato i minatori ad aderire al sindacato.

Gli oppositori di Jones la definirono la donna più pericolosa d'America; il suo coraggio fisico era conosciuto in tutta la nazione. Si è unita alle proteste, molte delle quali hanno portato al suo arresto. Jones ha trascorso più tempo in più carceri in tutto il paese di qualsiasi altro attivista sindacale nella storia.

Sorprendentemente, Jones non ha supportato il movimento per il suffragio femminile (il diritto di votare). Credeva che concentrarsi sulla vittoria del voto avrebbe portato via l'attenzione tanto necessaria sulla situazione economica delle donne della classe lavoratrice. Jones ne ha parlato nella sua autobiografia, L'autobiografia di Mother Jones. In esso, ha scritto: "Non hai bisogno di un voto per scatenare l'inferno, hai bisogno di convinzioni e una voce".

Mother Jones morì nel 1930 all'età di novantatré o cento anni. È sepolta nell'Union Miners Cemetery a Mount Olive, Illinois. Migliaia di minatori e le loro famiglie hanno partecipato al suo funerale. Il suo nome vive come il titolo di una rivista politica che sostiene il socialismo. Jones è ricordata come la "nonna di tutti gli agitatori".