Johnson, nobile e george

Poco si sa dei primi anni o degli ultimi anni di Noble Mark Johnson (18 aprile 1881-9 gennaio 1978) e George Perry Johnson (29 ottobre 1885-17 ottobre 1977), due fratelli che nel 1916 fondarono la Lincoln Motion Pictures , la seconda compagnia cinematografica americana di colore. I fratelli sono cresciuti a Colorado Springs, Colorado (Noble è nato nel Missouri, prima che la famiglia si trasferisse in Colorado). Noble Johnson ha lavorato per la prima volta come attore a Filadelfia, mentre George ha frequentato l'Hampton Institute, a Hampton, in Virginia, prima di trasferirsi in Oklahoma, dove ha lavorato in uno dei primi giornali neri della regione nel 1906. Dopo essersi trasferito a Tulsa, ha prodotto il Guida di Tulsa, un altro primo giornale regionale nero, e poi divenne il primo impiegato nero presso l'ufficio postale di Tulsa.

All'epoca in cui hanno fondato la Lincoln Motion Pictures, George Johnson lavorava come postino a Omaha, Nebraska, e suo fratello recitava nei film degli Universal Studios. Hanno formato lo studio, che era tra le prime società cinematografiche di Hollywood, al fine di evitare il dominio finanziario dei bianchi nell'industria cinematografica e per protestare contro gli atteggiamenti razzisti incarnati in DW Griffith's La nascita di una nazione (1915). Noble dirigeva lo studio di Lincoln a Los Angeles, mentre George Johnson continuava a lavorare come postino a Lincoln, nel Nebraska, dirigendo lì l'ufficio prenotazioni della compagnia.

La compagnia è stata una delle prime compagnie cinematografiche indipendenti a realizzare film neri con finanziamenti neri per il pubblico nero, offrendo agli attori e alle attrici neri alcune delle poche opportunità dell'epoca di interpretare personaggi diversi dai domestici servili o dai cattivi senza cuore. Lincoln ha realizzato circa un film all'anno tra il 1915 e il 1922, incluso La realizzazione dell'ambizione di un negro (1916) Il soldato di truppa K (1916), e Il dovere di un uomo (1921), tutti interpretati da Noble Johnson. Nonostante la grande affluenza e le risposte entusiaste in alcune città, la compagnia non ha mai ottenuto un pubblico abbastanza grande per i suoi film e mancava un sistema di distribuzione nazionale. Questo, combinato con una depressione che seguì la prima guerra mondiale, portò al fallimento dell'azienda nel 1921.

Anche prima che la Lincoln Motion Pictures chiudesse, George Johnson aveva avviato un servizio informale di notizie dedicato ai film e ai registi neri. Alla fine, si trasferì a Hollywood, cambiò il suo nome in George Perry e trasformò quella che all'inizio era stata una semplice raccolta di ritagli di giornale nel Pacific Coast Bureau, che documentava le attività di produzione e finanziarie e diffondeva pettegolezzi su dozzine di compagnie di film neri. George Johnson diede il suo archivio all'Università della California e vi completò una storia orale prima della sua morte nel 1977.

Dopo la scomparsa della Lincoln Motion Pictures, Noble Johnson ha continuato a lavorare nel cinema. Ha recitato in molti film di spicco degli anni '1920 e '1930, incluso Quattro cavalieri dell'Apocalisse (1921) Ben Hur (1925), e King Kong (1933), ma quasi sempre nei ruoli "esotici", come quello del "primitivo" nativo americano, africano, latino o asiatico. È apparso anche in Tropic Fury (1939) Il Desert Song (1943), e A nord della Grande Divisione (1950) prima di andare in pensione nel 1950.

Guarda anche Stati Uniti, Contemporary

Bibliografia

Cripps, Thomas. Slow Fade to Black: The Negro in American Film. New York: Oxford University Press, 1977.

Diawara, Manthia, ed. Black American Cinema. New York: Routledge, 1993.

Leab, Daniel J. Da Sambo a Superspade: The Black Experience in Motion Pictures. Boston: Secker e Warburg, 1975.

michael paller (1996)