John brown russwurm

October 1, 1799
Giugno 9, 1851

L'abolizionista e funzionario del governo liberiano John Brown Russwurm è nato in Giamaica da una madre schiava sconosciuta e da un padre mercante americano bianco, John Russwurm. Dopo otto anni come nero libero in Giamaica, il giovane John Brown, come allora era conosciuto, fu mandato da suo padre in Quebec per una scuola formale. Suo padre portò il bambino a Portland, nel Maine, nel 1812, quando sposò Susan Blanchard, che insistette affinché John Russwurm riconoscesse la paternità di suo figlio per nome. Dopo la morte di John Russwurm Sr. nel 1815, John Brown Russwurm rimase con Blanchard finché non entrò all'Accademia di Hebron a Hebron, nel Maine. Successivamente frequentò e si laureò (nel 1826) al Bowdoin College, diventando uno dei primi laureati neri universitari negli Stati Uniti. Nel suo discorso di laurea, Russwurm ha elogiato la Repubblica di Haiti e ha incoraggiato i neri americani a considerare di stabilirsi lì.

Russwurm si trasferì a New York City nel 1827 e contribuì a fondare Diario della libertà, il primo giornale nero. Il giornale impiegava neri abolizionisti itineranti per pubblicizzare la causa contro la schiavitù e ottenere abbonati in tutto il paese e in Europa. Diario della libertà ha chiesto la fine della schiavitù del sud e la parità di diritti per i neri nel nord. Dopo che Samuel Cornish si dimise da coeditore il 14 settembre 1827, per tornare al ministero presbiteriano, Russwurm continuò a pubblicare il giornale fino al febbraio 1829. Disperando ogni speranza per un futuro afroamericano negli Stati Uniti, si dimise per prendere un posto in Liberia, scandalizzando la New York nera. Generalmente condannato dai suoi contemporanei, Russwurm ha infatti anticipato vent'anni dopo il panafricanismo di Alexander Crummell, Henry Highland Garnet e Edward Blyden.

Arrivato a Monrovia, in Liberia, nel novembre 1829, Russwurm guadagnò rapidamente importanza. Ha modificato il file Liberia Herald dal 1830 al 1835, quando si dimise per protesta contro i tentativi dell'American Colonization Society di controllare il giornale. Allo stesso tempo era sovrintendente all'istruzione per Monrovia. Nonostante le sue differenze con la società di colonizzazione, Russwurm servì come suo agente, reclutando neri americani per migrare in Africa. È diventato fluente in diverse lingue africane.

Nel 1836 Russwurm divenne il primo governatore nero delle sezioni del Maryland della Liberia. Era un abile amministratore e stabilì con successo relazioni con le vicine nazioni africane, incoraggiando l'arrivo degli afroamericani e lavorando diplomaticamente con i bianchi. La sua amministrazione sosteneva l'agricoltura e il commercio e nel 1843 completò un censimento della colonia. Per tutto il 1840, Russwurm negoziato per l'assorbimento della colonia del Maryland in Liberia. Morì, un illustre leader, il 9 giugno 1851, cinque anni prima che quell'unione diventasse realtà. Un monumento è stato eretto in sua memoria vicino al suo luogo di sepoltura ad Harper, Cape Palmas, in Liberia. L'isola di Russwurm, al largo di Capo Palmas, prende il nome da lui. Il suo passaggio a favore della colonizzazione offese molti nel 1829, ma ora è ricordato come un panafricano significativo e di successo.

Guarda anche Abolizione; Cornish, Samuel E .; Panafricanismo

Bibliografia

Birraio, William M. "John Brown Russwurm". Journal of Negro History (1928): 413-422.

Shick, Tom W. Behold the Promised Land: A History of Afro-American Settler Society in Nineteenth Century Liberia. Baltimora: Johns Hopkins University Press, 1980, pagg. 20–23.

Smith, James Wesley. Sojourners in Search of Freedom: The Settlement of Liberia by Black Americans. Lanham, Md .: University Press of America, 1987.

graham russell hodges (1996)