Jennie grossinger

La direttrice alberghiera americana e filantropa Jennie Grossinger (1892-1972) portò alla ribalta mondiale nel resort di 800 acri della sua famiglia sulle montagne Catskill dello Stato di New York.

Jennie Grossinger, la maggiore di tre figli di Asher Selig e Malke Grumet Grossinger, è nata il 16 giugno 1892 a Baligrod, una città nella regione di Bieszczady nel sud-est della Polonia, parte dell'ex impero austro-ungarico. La famiglia, membri devoti della religione ebraica, parlava polacco e yiddish. Per assicurare un futuro migliore alla sua famiglia, Selig, un sorvegliante della tenuta, venne in America nel 1897. Malke, Jennie e la figlia minore Lottie si unirono a lui tre anni dopo.

Una casa popolare nel Lower East Side di New York era la loro nuova casa. Selig, che era in cattive condizioni di salute, stirò i cappotti in una fabbrica e fece diversi tentativi infruttuosi di aprire un'attività. In questo momento è nato un figlio, Harry. La febbre ha reso il bambino incapace di sentire o parlare e Malke ha cercato un consiglio medico in Europa. Non era disponibile una cura, ma separazioni e malattie hanno portato a una famiglia leale e unita.

Per aiutare i suoi genitori, Jennie, allora 13enne, ha cucito le asole in una fabbrica e ha continuato la sua istruzione durante la scuola serale. Il 25 maggio 1912 sposò il suo primo cugino, Harry Grossinger; hanno affittato un appartamento vicino ai suoi genitori. Nel 1913 Selig e Malke aprirono un piccolo ristorante e Jennie si unì a loro. Sebbene l'impresa fallisse, diede a Jennie esperienza nel settore dell'ospitalità.

Nel 1914 Selig decise di provare l'agricoltura per vivere. Un parente di successo ha suggerito la regione di Catskill Mountain a nord-ovest di New York City. Selig ha versato un acconto di $ 450 su una fattoria di 35 acri nella contea di Sullivan vicino a Ferndale, una città con una piccola comunità ebraica. Jennie e suo marito hanno contribuito con $ 200 e Jennie si è trasferita con i suoi genitori mentre Harry ha mantenuto il suo lavoro a New York. La salute di Selig è tornata. Tuttavia, le dolci colline e le valli panoramiche non hanno sostenuto un'agricoltura redditizia. Famiglie di contadini nelle vicinanze accolsero i pensionanti estivi e consigliarono ai Grossinger di fare lo stesso.

Un ambiente tranquillo e il cibo kosher preparato da Malke, la figlia di un locandiere, attirarono i loro primi pensionanti. Ogni ospite è stato trattato come un amico prezioso. Harry organizzò più ospiti e il profitto dell'estate convinse Selig ad espandersi. Presto Harry divenne attivo nel settore a tempo pieno.

Sebbene la fattoria di sette stanze non avesse impianti idraulici interni o elettricità, gli ospiti erano soddisfatti del cibo e del servizio. Il passaparola ha portato più ospiti e un'ulteriore espansione. Nel 1919 la famiglia acquistò una grande e moderna struttura su una collina vicino alla città della Libertà. La Terrace Hill House di Grossinger, ampiamente conosciuta come Grossinger's, continuò ad espandersi. Lo stretto contatto di Jennie con gli ospiti ha portato a molti miglioramenti. Nel 1931 il resort disponeva di campi da tennis, un campo da golf a 18 buche, una sala da pranzo per 400 ospiti, un teatro, un direttore sociale e un direttore atletico. Queste attrazioni, oltre all'abbondante cibo, ai giardini paesaggistici e al lago, hanno portato un numero crescente di ospiti. Ha iniziato a funzionare come località invernale in modo limitato.

Gli anni '1930 videro la buona reputazione di Grossinger espandersi oltre la sua fedele clientela ebraica. Milton Blackstone, un ex ospite e tutor del figlio di Jennie Paul, aprì un'agenzia pubblicitaria a New York all'inizio degli anni '1930. Ha usato molte promozioni per attirare gli ospiti a Grossinger's durante gli anni della Grande Depressione. Scrittori sportivi famosi sono venuti al resort quando Barney Ross, il campione mondiale di boxe leggero, ha tenuto lì il suo campo di addestramento. Le loro colonne sindacate includevano elogi del resort e della famiglia. Dopo la vittoria di Ross nel 1934 come campione mondiale dei pesi welter, le celebrità di Broadway e di Hollywood arrivarono e continuarono a tornare. Seguirono editorialisti dello spettacolo e la fama del resort si diffuse; anche le sue strutture hanno continuato ad espandersi.

La filosofia aziendale della famiglia, tuttavia, è rimasta immutata. Jennie, che gestiva il resort con suo marito, credeva: "Un resort non è edifici, cucine, laghi o discoteche. Il vero hotel sono le persone che lavorano qui". Il duro lavoro, la lealtà familiare e un'astuta capacità di soddisfare gli ospiti hanno portato al continuo successo di Grossinger.

La gratitudine per le opportunità che hanno trovato in America è stata espressa attraverso doni a enti di beneficenza locali e famiglie bisognose da Selig, che morì nel 1931, e da Malke, che morì nel 1952. Malke insegnò a Jennie che "una vita senza condivisione è sterile".

Oltre 100 premi, citazioni, certificati e chiavi di città hanno onorato Jennie, che era diventata cittadina naturalizzata nel 1919. La raccolta di fondi per la ricerca sulle malattie e i contributi a ospedali e istituzioni non settarie come la City of Hope a Duarte, California, erano tra i suoi interessi. Le strutture mediche a Tel Aviv e Zefat (Safed), in Israele, prendono il nome da lei. La preoccupazione per i militari e i disabili si estese oltre la seconda guerra mondiale. Nel 1958, ai membri delle forze armate erano state concesse più di 3 ferie di cinque giorni pagate con tutte le spese. Durante la guerra da Grossinger furono venduti oltre 500 milioni di dollari di obbligazioni di guerra.

L'istruzione era uno dei principali interessi di Jennie Grossinger. È stata nominata borsista della Brandeis University nel 1958; nel 1959 la Wilberforce University in Ohio le ha conferito una laurea honoris causa in scienze umanistiche e nel 1966 il New England College nel New Hampshire le ha conferito una laurea honoris causa in lettere umanitarie. La sua personalità e la fede nella fratellanza tra gli uomini hanno fatto guadagnare ai dirigenti dell'hotel amici di ogni ceto sociale e di tutte le fedi e razze. Nel 1954 apparve nel programma televisivo "This Is Your Life". Per diversi decenni i nomi più importanti in tutti i campi vennero da Grossinger e incontrarono Jennie. Colpito dalle sue attività e dai suoi successi, il governatore Nelson A. Rockefeller proclamò il 16 giugno 1968 come Jennie Grossinger Day nello Stato di New York. Ha scritto che "esemplificava il sogno americano del successo da umili origini e una vita di successi umanitari per altri raramente eguagliati negli annali degli Stati Uniti".

Quando suo marito morì nel 1964, Jennie divenne l'unica proprietaria del Grossinger Hotel and Country Club. Paul Grossinger, suo figlio, e Elaine Grossinger Etess, sua figlia, che era attiva nella gestione del resort per molti anni, divennero i proprietari dopo la morte di Jennie per un ictus il 20 novembre 1972. I suoi figli e nipoti continuarono a gestire il resort fino a quando non è stato venduto a investitori esterni alla fine del 1985.

Ulteriori letture

Jennie Grossinger è inclusa in Chi è chi in America con Notevoli donne americane: il periodo moderno (1980). L'unica biografia dettagliata e accurata è Joel Pomerantz, Jennie e la storia di Grossinger (1970). Articoli degni di nota su di lei e sul resort includono: Quentin Reynolds, "Jennie", Guarda (13 luglio 1965); Morris Freedman, "The Green Pastures of Grossinger's", Commento (Luglio e agosto 1954); e Al Hine, "Grossinger's", Vacanza (Agosto 1949). Il suo necrologio è in New York Times (21 novembre 1972). Premi, fotografie e numerosi articoli che documentano la sua carriera possono essere trovati presso il resort di Grossinger, New York. □