Jackson, thomas j. “Muro di pietra” (1824-1863)

Generale confederato

Eroe. Il generale confederato Thomas J. Jackson è stato probabilmente il primo eroe militare della guerra civile, guadagnandosi una reputazione nazionale come vincitore e guerriero duro. Durante la prima battaglia di Bull Run nel luglio 1861, quando le truppe federali apparvero vicine alla vittoria, Jackson arrivò improvvisamente con i suoi compagni della Virginia per sostenere la linea confederata indebolita. Gli uomini di Jackson mantennero fermamente le loro posizioni e respinsero diversi attacchi nemici. Cercando di radunare le proprie truppe nella confusione, il generale Bernard Bee indicò gli uomini di Jackson alla sua sinistra e gridò: “Guarda la brigata di Jackson! Sta lì come un muro di pietra! " I meridionali finalmente si riorganizzarono e contrattaccarono, costringendo i settentrionali a ritirarsi. Per la sua posizione eroica, Jackson ha guadagnato lo status di celebrità e, fino alla sua morte prematura, è stato semplicemente riconosciuto come "Stonewall".

Nei primi anni. Thomas Jackson nacque il 21 gennaio 1824 a Clarksburg (ora Clarksville), in Virginia. Rimasto orfano all'età di sei anni, Jackson è stato cresciuto da sua zia e suo zio in una delle regioni più povere della Virginia (questa zona sarebbe poi diventata lo stato del West Virginia). Sebbene non avesse un'istruzione formale, Jackson ricevette un appuntamento a West Point nel 1842. Era noto per la sua forte ambizione e le abitudini di studio disciplinate. Si diplomò diciassettesimo su quarantatré in una classe che avrebbe inviato ventiquattro ufficiali generali negli eserciti dell'Unione e della Confederazione. Come molti ufficiali della guerra civile, Jackson ha combattuto nella guerra del Messico. A seguito di quel conflitto, si dimise dalla sua commissione nel 1852 per insegnare fisica al Virginia Military Institute di Lexington. Durante il suo mandato, non è stato apprezzato dagli studenti e molti lo hanno ridicolizzato e le sue rigide abitudini di insegnamento alle sue spalle. Quando scoppiò la guerra tra gli Stati, Jackson si dimise dal suo incarico e accettò una commissione come colonnello nella milizia della Virginia.

Reputazione. Jackson fu mandato per la prima volta ad Harper's Ferry per organizzare le reclute. Dopo che Joseph E. Johnston prese il comando di tutte le forze nell'area, Jackson ricevette il comando della Prima Brigata (più tardi conosciuta come "La Brigata Stonewall"). Aderendo alla sua reputazione di rigoroso disciplinare, Jackson ha allenato duramente i suoi uomini e li ha preparati a mantenere la loro posizione durante i feroci combattimenti, una tattica che ha vinto la fama per l'unità alla First Bull Run. Nell'ottobre 1861 il Dipartimento di Guerra Confederato promosse Jackson a maggiore generale e gli diede il comando dell'intera Valle di Shenandoah. Quell'inverno Jackson ha rivelato la sua forza di carattere quando ha presentato le sue dimissioni dopo che un subordinato ha rotto la catena di comando e ha inviato una denuncia direttamente al segretario alla guerra confederato. Riconoscendo il talento di Jackson come comandante sul campo e la sua reputazione di eroe, il presidente confederato Jefferson Davis fu costretto a scusarsi formalmente per mantenere Jackson in uniforme.

Il tenente di Lee. Jackson si guadagnò presto la reputazione di braccio destro del generale Robert E. Lee. Per contrastare il numero superiore dell'esercito del Nord, Lee pianificò brillantemente massicci movimenti di fiancheggiamento per cogliere il suo avversario alla sprovvista e spazzarlo via dal campo di battaglia. Per eseguire queste audaci offensive, Lee si rivolse a Jackson. Sebbene costantemente in inferiorità numerica, Jackson colpì duramente le ignare truppe del Nord e portò avanti molte battaglie con la sua forte determinazione a vincere. Jackson ha combattuto in tutte le principali battaglie nel teatro orientale, comprese Second Bull Run, Antietam e Fredericksburg (tutte nel 1862). La partnership di successo ottenne la sua vittoria più ardita nella battaglia di Chancellorsville, in Virginia, nel maggio 1863. Di fronte a più di novantamila truppe federali, Lee divise il suo comando e inviò Jackson con ventiseimila uomini in un movimento ad ampio raggio contro destra. Ancora una volta, Jackson colse i federali alla sprovvista e il fianco destro collassò rapidamente, costringendo l'esercito del Nord a ritirarsi. Quella notte, mentre conduceva una ricognizione al fronte, i picchetti confederati spararono a Jackson per errore. Due proiettili hanno colpito Jackson al braccio sinistro, che i medici del sud hanno amputato immediatamente. È sopravvissuto per alcuni giorni prima di soccombere alla polmonite. Dopo aver sentito la notizia, Lee pianse apertamente e si lamentò: "Ha perso il braccio sinistro, ma io ho perso il destro". Più di ventimila sudisti hanno reso omaggio a Jackson mentre il suo corpo giaceva nella villa dei dirigenti a Richmond; in seguito è stato messo a riposo a Lexington. L'esercito confederato non si riprese mai dopo la morte di Jackson poiché Lee non riuscì a trovare un generale con la sua sicurezza di combattimento e la sua capacità di combattimento aggressivo.