Isaac theophilus akunna wallace-johnson

Isaac Theophilus Akunna Wallace-Johnson (1895-1965) era un organizzatore sindacale dell'Africa occidentale, leader politico nazionalista, giornalista e panafricano.

Isaac Wallace-Johnson è nato da genitori creoli a Wilberforce, in Sierra Leone. Educato principalmente nelle scuole missionarie, ha dovuto abbandonare la scuola secondaria per mantenere la sua famiglia. Ha lavorato in vari stabilimenti commerciali fino al 1913, quando divenne impiegato per il governo coloniale.

Carriera burocratica

Il talento di Wallace-Johnson come organizzatore e oratore pubblico lo ha rapidamente spinto a una posizione di leadership. Al Dipartimento delle dogane, ha organizzato il primo sindacato in Sierra Leone, tra i doganieri temporanei. Quando ha chiesto uno sciopero nel 1914, è stato licenziato. Entrò nell'esercito britannico nel 1915 come impiegato nel Carrier Corps. Ritornato in Sierra Leone nel 1920, lavorò per il Freetown City Council ma si dimise nel 1926 per prestare servizio su una nave mercantile degli Stati Uniti. Ha pubblicato The Marittimo, un occasionale giornale di notizie sul lavoro marittimo, poi entrato a far parte dello staff del Lagos Daily Times.

Wallace-Johnson venne per la prima volta all'attenzione del Comintern di Mosca nel 1930 in occasione di una Conferenza Internazionale dei Lavoratori Negri ad Amburgo, in Germania. Dopo aver organizzato l'Unione dei lavoratori africani in Nigeria nel 1931, lui e altri leader nazionalisti neri furono invitati in Unione Sovietica per partecipare al Congresso internazionale per la difesa del lavoro. Potrebbe anche essersi iscritto brevemente alla People's University of the East di Mosca con il suo pseudonimo preferito, W. Daniels. Alla fine, è diventato un editore associato della pubblicazione comunista di Parigi Lavoratore negro, contributi di articoli sotto diversi pseudonimi.

Giornalista e organizzatore

Wallace-Johnson si è poi trasferito a Gold Coast per scrivere per il African Morning Post dell'amico Nnamdi Azikiwe e per organizzare i lavoratori nelle aree minerarie. Identificato dagli inglesi come agitatore e potenziale piantagrane, fu arrestato, insieme ad Azikiwe, per aver scritto e pubblicato un editoriale sedizioso. Condannato, fece appello e perse, quindi fece appello al Privy Council della Gran Bretagna.

In Inghilterra, Wallace-Johnson ha attirato l'attenzione e il sostegno di importanti intellettuali e politici britannici di sinistra. Ha inoltre intensificato i suoi contatti con George Padmore, Jomo Kenyatta, CLR James e altri affiliati all'International African Service Bureau. Wallace-Johnson divenne editore di Africa e nel mondo e con Padmore, del Sentinella africana.

Nell'aprile 1938 Wallace-Johnson tornò a Freetown, con l'intenzione di rendere breve il suo soggiorno. Ma gli agenti doganali hanno sequestrato 2,000 copie del file Sentinella africana che stava portando in Sierra Leone. La pubblicità risultante attirò folle per la sua serie di conferenze pubbliche. Il suo oratorio era brillante, i suoi obiettivi ben scelti, la popolazione pronta per la leadership. Meno di tre settimane dopo il suo arrivo, sostenuto da un seguito di massa, Wallace-Johnson ha inaugurato la West African Youth League, il primo movimento politico efficace e su larga scala nella storia della Sierra Leone.

Sostenuta dai salariati e dai disoccupati, la Youth League ha spazzato via due elezioni di seguito: le elezioni del Consiglio municipale di Freetown del 1938 e le elezioni del Consiglio legislativo del 1939. Questi successi, oltre all'effetto carismatico di Wallace-Johnson sulle masse, lo sfruttamento del lavoro e la sua straordinaria capacità di screditare il governo coloniale irritarono ulteriormente i funzionari britannici.

Temendo che Wallace-Johnson fomentasse la slealtà tra i soldati e i poliziotti africani, il governo emanò una serie di ordinanze nell'estate del 1939 che limitavano gravemente le sue libertà e quelle degli altri cittadini della Sierra Leone. All'inizio della seconda guerra mondiale fu internato come "indesiderabile".

Dopo il suo rilascio alla fine del 1944, Wallace-Johnson riprese immediatamente le sue attività. Fu un influente portavoce in diverse conferenze internazionali, in particolare la Conferenza Pan Africana di Manchester del 1945. All'interno della Sierra Leone, tuttavia, entrò in un vicolo cieco politico. La Lega della Gioventù è affondata, non ritrovando mai lo slancio e in seguito al quale aveva perso durante la guerra. Lo stesso Wallace-Johnson perse un considerevole sostegno popolare quando si oppose alla prevista ricostituzione del Consiglio legislativo per dare una rappresentanza maggioritaria al protettorato. Sebbene fosse ancora rispettato e ammirato come arguto critico politico, la sua posizione su questo tema gli negò un ruolo importante nel movimento per l'indipendenza della Sierra Leone del dopoguerra. Il 10 maggio 1965, all'età di 70 anni, morì in un incidente stradale in Ghana mentre partecipava alla Conferenza sulla solidarietà afro-asiatica.

Ulteriori letture

Non ci sono ancora studi su Wallace-Johnson, ma alcune informazioni possono essere trovate in James Hooker, Rivoluzionario nero: il percorso di George Padmore dal comunismo al panafricanismo (1967). La carriera di Wallace-Johnson è raccontata in John R. Cartwright, Politica in Sierra Leone, 1947-67 (1970). Buone informazioni di base sono in Martin Kilson, Cambiamento politico in uno stato dell'Africa occidentale: uno studio sul processo di modernizzazione in Sierra Leone (1966). □