Irene d. lungo

Irene D. Long (nata nel 1951), la prima capo donna afroamericana della medicina del lavoro e L'ufficio per la salute ambientale presso la National Aeronautics and Space Administration (NASA) è una delle donne professioniste di più alto rango del centro.

Irene D. Long è responsabile del controllo che la salute e il benessere dei lavoratori non siano compromessi prima, durante o dopo il lancio di un veicolo spaziale (un programma così completo da essere stato utilizzato come modello in altri cantieri). La carriera di Long nella medicina aerospaziale comprende anche il supporto alla raccolta di dati medici del Johnson Space Center sulla condizione degli astronauti, compresi gli effetti dello spazio sulla fisiologia di un individuo e le conseguenze dell'assenza di gravità.

Irene Duhart Long, la seconda di due figli, è nata il 16 novembre 1951 a Cleveland, Ohio, da Andrew Duhart, un operaio siderurgico, e Heloweise Davis Duhart, che insegnava educazione degli adulti. All'età di nove anni, affascinata dai resoconti del programma spaziale che ha visto in televisione, Long ha informato i suoi genitori che stava per intraprendere una carriera nella medicina aerospaziale. Orientando la sua educazione verso la realizzazione del suo sogno d'infanzia, si è diplomata al liceo, si è iscritta alla Northwestern University e ha conseguito il diploma di maturità in biologia nel 1973. A lungo poi ha frequentato la St. Louis School of Medicine, ottenendo infine un dottorato in medicina. Dopo un corso di specializzazione in chirurgia generale presso la Cleveland Clinic dell'Ohio e il Monte. Sinai Hospital (a Cleveland), Long si è iscritto alla scuola di medicina della Wright State University e ha conseguito un master in medicina aerospaziale.

Dopo aver completato il terzo anno del programma di residenza presso l'Ames Research Center di Mountain View, in California, Long ha realizzato il suo sogno d'infanzia nel 1982 unendosi allo staff del Kennedy Space Center della NASA in Florida. In qualità di capo dell'Ufficio di medicina del lavoro e salute ambientale, ha lavorato con un team di medici per fornire servizi medici agli astronauti in casi di emergenza come una missione interrotta. Inoltre, lei e il suo ufficio hanno assicurato che la salute di diciottomila lavoratori, dipendenti pubblici e appaltatori del Kennedy Space Center non era compromessa. L'ufficio è anche responsabile della somministrazione di fisici ai dipendenti per garantire che siano sani e possano eseguire in modo soddisfacente qualsiasi requisito fisico necessario nel loro lavoro

Gestito a lungo le ispezioni degli spazi di lavoro intorno al centro per proteggere i dipendenti dall'esposizione a vari pericoli come sostanze chimiche tossiche, incendi e decompressione, tutte possibilità quando viene lanciata un'astronave. Inoltre, ha coordinato gli sforzi tra i team multidisciplinari, compreso il personale del Dipartimento della Difesa, le agenzie per la salute ambientale e l'ufficio degli astronauti, che lavorano insieme per organizzare lanci di successo e prepararsi per situazioni di emergenza. Nel 1994, le è stato conferito un incarico come Direttore dell'Ufficio Biomediale presso il Kennedy Space Center.

Long è membro della Aerospace Medical Association e della sua filiale di Space Medicine Branch e Society of NASA Flight Surgeons, ricevendo il Presidential Award della Society nel 1995. Nel 1996 è stata eletta secondo vicepresidente della Society of NASA Flight Surgeons e servirà come presidente dell'organizzazione nel 1998.

Oltre a svolgere questi compiti, Long è anche un autore. In un documento fondamentale, ha dimostrato che alle persone con tratto falciforme, una condizione diversa dalla malattia, non dovrebbe essere vietato volare. Ha stabilito che il livello di ossigeno più basso non causa la falce dei globuli rossi, il che può essere un disturbo estremamente doloroso.

Uno dei programmi che Long è più orgoglioso di aver contribuito a creare è lo Space Life Sciences Training Program. L'obiettivo del programma è incoraggiare le minoranze e le studentesse universitarie a interessarsi e prendere parte alla scienza, in particolare alle scienze della vita spaziale. I partecipanti trascorrono sei settimane al Kennedy Space Center dove apprendono la fisiologia spaziale in piante, animali e esseri umani, lo sviluppo di esperimenti e concetti di lavoro di squadra. Long, i cui hobby al di fuori del suo lavoro includono la realizzazione di vari oggetti di artigianato e la raccolta di oggetti d'antiquariato, risiede in Florida.

Ulteriori letture

Ebano, Settembre 1984, pagg. 61-64.

Lungo, Irene D., Intervista a Barbara Proujan, condotto il 12 gennaio 1994.

Conto alla rovescia del Kennedy Space Center, "http://wwwpao.ksc.nasa.gov/kscpao/ksccount/1996/may/5-14-96.htm", 22 luglio 1997. □