Intesa anglo-russa del 1907

introduzioneL'Intesa anglo-russa del 1907 era un accordo tra Russia e Gran Bretagna che fissava i confini di Persia, Afghanistan e Tibet. La Persia era divisa in sfere di interesse russo nel nord e interesse britannico nel sud-est, tenendo i russi lontani dal Golfo Persico e dal confine indiano. Quando l'Impero Ottomano iniziò a declinare il potere nel 1700, la rivalità tra Russia e Gran Bretagna divenne un fattore importante nella geopolitica poiché entrambi i paesi adottarono misure per guadagnare influenza nell'Europa sud-orientale, in Medio Oriente e in Asia centrale. Dopo quasi due secoli di tensione, l'Intesa anglo-russa ha formalizzato le sfere di interesse britanniche e russe per lo sviluppo economico nella regione.

Accordo sulla persia

I governi di Gran Bretagna e Russia si sono reciprocamente impegnati a rispettare l'integrità e l'indipendenza della Persia, e desiderano sinceramente la conservazione dell'ordine in tutto il paese e il suo sviluppo pacifico, nonché l'istituzione permanente di uguali vantaggi per il commercio e l'industria tutte le altre nazioni;

Considerando che ciascuno di loro ha, per ragioni geografiche ed economiche, un interesse speciale nel mantenimento della pace e dell'ordine in alcune province della Persia adiacenti o nelle vicinanze della frontiera russa da un lato, e le frontiere dell'Afghanistan e Baluchistan d'altra parte; e desiderosi di evitare ogni causa di conflitto tra i loro rispettivi interessi nelle summenzionate province della Persia;

Hanno concordato i seguenti termini:

I. La Gran Bretagna si impegna a non cercare se stessa, ea non sostenere a favore di sudditi britannici, oa favore dei sudditi di terze potenze, qualsiasi concessione di natura politica o commerciale emdash come concessioni per ferrovie, banche, telegrafi , strade, trasporti, assicurazioni, ecc. - oltre una linea che parte da Kasr-i-Shirin, passa per Isfahan, Yezd, Kakhk e termina in un punto della frontiera persiana all'incrocio tra la frontiera russa e quella afghana, e non opporsi, direttamente o indirettamente, a richieste di concessioni simili in questa regione sostenute dal governo russo. Resta inteso che le località sopra indicate sono comprese nella regione nella quale la Gran Bretagna si impegna a non richiedere le Concessioni di cui sopra.

II. La Russia, da parte sua, si impegna a non cercare se stessa ea non sostenere, a favore di sudditi russi, oa favore di sudditi di terze potenze, qualsiasi concessione di natura politica o commerciale - come concessioni per ferrovie, banche, telegrafi, strade, trasporti, assicurazioni, ecc. - oltre una linea che va dal confine afghano attraverso Gazik, Birjand, Kerman e termina a Bunder Abbas, e non opporsi, direttamente o indirettamente, a richieste di concessioni simili in questa regione che sono supportati dal governo britannico. Resta inteso che i luoghi sopra indicati sono compresi nella regione nella quale la Russia si impegna a non richiedere le Concessioni di cui sopra.

III. La Russia, da parte sua, si impegna a non opporsi, senza previo accordo con la Gran Bretagna, alla concessione di qualsiasi concessione a sudditi britannici nelle regioni della Persia situate tra le linee menzionate negli articoli I e II. La Gran Bretagna assume un impegno analogo per quanto riguarda la concessione di Concessioni a sudditi russi nelle stesse regioni della Persia.

Tutte le concessioni attualmente esistenti nelle regioni indicate negli articoli I e II e mantenute.

IV. Resta inteso che le entrate di tutte le dogane persiane, ad eccezione di quelle del Farsistan e del Golfo Persico, le entrate che garantiscono l'ammortamento e gli interessi dei prestiti conclusi dal Governo dello Scià con la "Banque d'escompte et des Prits de Perse "fino alla data della firma del presente Accordo, sarà dedicata allo stesso scopo del passato. Resta ugualmente inteso che le entrate delle dogane persiane del Farsistan e del Golfo Persico, nonché quelle della pesca sulla sponda persiana del Mar Caspio e quelle delle Poste e dei telegrafi, saranno devolute, come in passato , al servizio dei prestiti conclusi dal Governo dello Scià con la Banca Imperiale di Persia fino alla data della firma del presente Accordo.

V. In caso di irregolarità nell'ammortamento o nel pagamento degli interessi dei prestiti persiani conclusi con la "Banque d'escompte et des Prits de Perse" e con la Banca Imperiale di Persia fino alla data della firma del presente Accordo, e in caso di necessità per la Russia di stabilire il controllo sulle fonti di entrate che garantiscono il servizio regolare dei prestiti conclusi con la prima banca e situati nella regione menzionata nell'Articolo II del presente Accordo, o affinché la Gran Bretagna stabilisca il controllo sulle fonti di reddito che garantiscono il regolare servizio dei prestiti conclusi con la seconda banca, e situati nella regione di cui all'articolo I del presente Accordo, i governi britannico e russo si impegnano a stipulare preventivamente un amichevole scambio di idee al fine di determinare, in accordo tra loro, le misure di controllo in questione e di evitare ogni interferenza che non sarebbe in conformità ai principi che regolano il presente Accordo.