Insediamento francese del sud-est

Florida. La guerra tra Spagna e Francia si era estesa al Sud America e ai Caraibi, ed entrambe le nazioni rivolgevano le loro attenzioni al sud-est perché era parallela alla rotta seguita dai galeoni spagnoli al loro ritorno in Spagna. I leader francesi conoscevano la leggenda di Chicora e si concentrarono sul basso paese meridionale come sito per il loro prossimo tentativo di costruire una colonia. Nel 1562 il leader protestante Jean Ribault lasciò il porto di Le Havre con due navi, un equipaggio di marinai esperti, soldati veterani e alcuni nobili. Quando avvistarono la Florida, videro una terra che non era stata visitata dagli europei per quasi vent'anni. Voltandosi a nord, Ribault sbarcò con il suo gruppo vicino all'attuale Jacksonville, dove la popolazione del Mississippiano della regione accolse i nuovi arrivati. In cambio Ribault ha presentato al loro capo una veste blu decorata con il giglio francese. Vedendo i gioielli d'oro indossati dagli indiani, che avevano recuperato dai naufragi, e scambiando i bruchi delle tende per bachi da seta, i francesi credettero di aver finalmente trovato la ricca terra di Chicora. Ribault trascorse le successive settimane costeggiando verso nord, commerciando con la popolazione locale e mappando le varie baie e fiumi. Incaricato solo di esplorare la regione, lui ei suoi uomini decisero comunque di costruire un insediamento che chiamarono Charlesfort nell'attuale Port Royal, nella Carolina del Sud. Quando Ribault si imbarcò per la Francia, lasciò trenta uomini a guardia del paradiso ugonotto. I coloni, tuttavia, non sapevano come nutrirsi e ben presto vennero coinvolti in una relazione con un vicino regno in cui ricevevano cibo in cambio di merci come perline, specchi, stoffa e metallo. Ma non era abbastanza. La carestia generò conflitti interni e presto i coloni iniziarono a litigare. Nel 1564 gli uomini ne avevano avuto abbastanza e decisero di costruire una barca e tornare in Francia. Il viaggio è stato duro; il cibo scarseggiava; e hanno cannibalizzato un membro dell'equipaggio per sopravvivere, ma proprio quando la costa della Francia è apparsa in vista una nave inglese si è avvicinata alla nave che perdeva, e il capitano ha sequestrato i prigionieri in nome della regina Elisabetta I.

Viaggio di Laudonnière. Quando Ribault tornò in Francia, trovò di nuovo in guerra i cattolici e gli ugonotti, quindi andò in Inghilterra per sollecitare il sostegno a Charlesfort. La regina Elisabetta I era in sintonia con la causa protestante, ma decise di imprigionare il francese. Nel frattempo, in Francia, René Goulaine de Laudonnière assunse la responsabilità dello sforzo ugonotto di fondare colonie e nel 1564 lui e il suo equipaggio partirono per la Florida. Ha navigato con tre navi e un gruppo di gentiluomini ugonotti, braccianti comuni, artigiani, alcune donne e alcuni africani liberi. Il gruppo di Laudonnière sbarcò vicino al sito di Charlesfort, e un gruppo di quattrocento indiani uscì per incontrarli. Il filo della conversazione, ha scritto un francese, era incentrato sulla creazione di un'alleanza:

“Si sono seduti insieme e hanno fatto segni per esprimere al signor de Laudonnière quanto erano felici che fossimo venuti. . . e che andasse in guerra con loro contro i loro nemici. . . . " Il capo locale Saturnia, tuttavia, divenne sospettoso dei francesi, intrattenne negoziati con Laudonnière e, fedele alla diplomazia dei nativi americani, persuase il francese a rendere l'insediamento di Fort Caroline un affluente del suo chiefdom e a fornirgli supporto militare in caso di necessità. . Saturnia non ha aspettato a lungo per invitare i suoi nuovi alleati per il loro sostegno in una guerra contro un chiefdom vicino, ma Laudonnière ha trascinato i piedi e rinnegato l'accordo che aveva fatto. Allontanati dai loro alleati nativi, incapaci di trovare alcun tesoro e privi di cibo adeguato, i coloni divennero insoddisfatti. Tre ammutinamenti dissiparono le risorse della colonia e notificarono agli spagnoli che i francesi si erano stabiliti nel loro stesso cortile. Ribault, dopo il suo rilascio dall'Inghilterra, tornò nella colonia con diversi soldati e l'ordine di dare il cambio a Laudonnière, ma non fu in grado di riportare l'ordine nella colonia. Poco dopo il suo arrivo apparvero all'orizzonte le vele di una forza spagnola guidata da Pedro Menéndez de Avilés. Alla fine del 1565 le sue truppe sterminarono gli ugonotti, distrussero Fort Caroline e continuarono i loro sforzi per colonizzare la Florida.