Indiani del sud-ovest

Gli indiani pre-coloniali del sud-ovest americano includevano i Mogollon, Hohokam, Anasazi (o "Cliff Dwellers") e i discendenti Pueblo degli Anasazi. Alcuni storici si riferiscono collettivamente ai loro reciproci antenati come i Paleo-indiani. Alcuni studiosi ritengono inoltre che i Paleo-indiani siano arrivati ​​nell'area tra il 10,000 e il 9,000 a.C.

Gli indiani del sud-ovest si stabilirono nell'attuale Arizona, nel Nuovo Messico, nel Messico settentrionale, nello Utah meridionale, nel Colorado meridionale e in parti del Nevada. Le loro lingue erano classificate come azteco-tanoano.

Gli indiani del sud-ovest iniziarono a coltivare intorno al 1500 aC. Coltivano mais, fagioli e zucca e allevavano tacchini. L'agricoltura era difficile nella regione arida, quindi hanno sviluppato modi per irrigare la terra. Gli Hohokam costruirono un sistema di canali per portare l'acqua ai loro raccolti. Gli Anasazi svilupparono tecniche per l'allevamento a secco. Nel 900 d.C. le varie culture contadine erano fiorenti.

In qualità di coloni, gli indiani del sud-ovest si costruirono varie comodità: casalinghi, case permanenti e strade. I Mogollon erano abili ceramisti che realizzavano vasi e ciotole di argilla liscia, che sparavano e dipingevano con disegni geometrici e figure di animali e umani. Gli Hohokam erano abili tessitori di tessuti di cotone. Gli Anasazi producevano vari tipi di contenitori di vimini e muralisti. Anche gli indiani del sud-ovest erano abili costruttori. Non avevano bestie da soma; il trasporto era a piedi, quindi, gli indiani del sud-ovest costruirono estesi sistemi stradali. Hanno applicato le loro abilità di costruzione anche all'homebuilding. Gli alloggi erano generalmente costruiti fuori terra utilizzando tecniche di muratura. Le case degli Anasazi furono scavate sui lati delle scogliere e sulle pareti dei canyon.

Anche gli Apache e i Navajo, discendenti degli Anasazi, sono raggruppati come Indiani del Sudovest. Questi gruppi di boschi del nord arrivarono più tardi nel sud-ovest ed erano molto diversi dai primi arrivati: erano prevalentemente cacciatori e raccoglitori. Vivevano in tepee o rifugi sottobosco, ed erano feroci combattenti che hanno persino fatto irruzione negli insediamenti Pueblo che hanno incontrato. Quando arrivarono gli spagnoli (intorno al 1540) sia i Navajo che gli Apache vivevano nel sud-ovest. A differenza degli Apache, i Navajo adottarono molte pratiche Pueblo e impararono anche nuovi modi dagli europei.

Quando gli spagnoli arrivarono nella regione, scatenarono drastici cambiamenti nelle vite degli indiani del sud-ovest. Gli spagnoli portarono con sé i primi cavalli, muli, bovini, pecore e maiali mai visti nella regione. Intenti a convertire gli abitanti nativi al cristianesimo, gli spagnoli stabilirono missioni in tutta la regione. Ma l'arrivo degli europei ha anche preceduto il declino della cultura indiana del sud-ovest. Combinato con la siccità, l'arrivo degli europei fu responsabile del declino delle culture dell'India sudoccidentale nel 1600. Molti furono uccisi durante le ribellioni, altri furono soggiogati e alcuni fuggirono dalla regione.