Incidente di Samoa

Incidente di Samoa (1888–89). Le isole Samoa, che si trovavano su un'importante isola marina, furono teatro di uno spavento di guerra tra la Germania e gli Stati Uniti nel 1880 quando entrambe le nazioni si espansero nel Pacifico. Alcuni storici vedono la crisi come un punto di svolta critico nella politica estera degli Stati Uniti, un presagio dell'espansionismo americano all'estero.

Nel 1878, Washington si assicurò una stazione di carbone nel porto di Pago Pago su Tutuila in cambio di protezione contro altre potenze straniere. Tuttavia, Berlino cercò anche il territorio, in particolare il porto di Apia su Upolu, e nel dicembre 1888, quando le navi tedesche bombardarono Apia, le navi da guerra britanniche e americane le affrontarono. Il segretario di stato espansionista James Blaine minacciò la Germania e il Congresso votò 500,000 dollari per proteggere gli interessi degli Stati Uniti. Ma all'inizio di marzo 1889, le tre nazioni accettarono una conferenza a Berlino.

Il 16 marzo un uragano ha colpito Apia, distruggendo tutte e tre le navi statunitensi e le tre navi tedesche, con gravi perdite di vite umane. Di conseguenza, il 14 giugno 1889 la conferenza di Berlino stabilì un protettorato a tre potenze sulle isole Samoa, con il dominio nominale delle Samoa.

Dopo la guerra ispano-americana e l'acquisizione da parte degli Stati Uniti di Filippine, Guam, Hawaii e Porto Rico, l'arcipelago delle Samoa fu formalmente diviso nel 1889. Gli Stati Uniti ottennero Tutuila, amministrata dalla marina americana, e tutte tranne due delle isole occidentali , che è andato in Germania. La Nuova Zelanda conquistò le isole tedesche nel 1914 e le mantenne fino alla loro indipendenza nel 1962. Le altre isole rimasero sotto il controllo americano.
[Vedere anche Navy, US: 1866–98.]

Bibliografia

GH Ryden, La politica estera degli Stati Uniti in relazione alle Samoa, 1933.
John AC Gray, Samoa americane: una storia delle Samoa americane e della sua amministrazione navale degli Stati Uniti, 1960.
Paul M. Kennedy, The Samoan Tangle: A Study in Anglo-German-American Relations, 1878-1900, 1974.

John Whiteclay Chambers II