Il rapporto matrimoniale: sessualità e società

Registrazioni di comportamento sessuale. Uno dei pochi modi in cui gli storici tracciano le effettive pratiche sessuali delle persone medievali è lo studio dei casi di trasgressioni sessuali che sono stati documentati nei registri dei tribunali secolari ed ecclesiastici. Ci sono molte registrazioni esistenti di casi di coppie non sposate che devono giurare di cessare di avere rapporti sessuali a pena di matrimonio {Sposarsi con dolore). I documenti dei tribunali sia ecclesiastici che locali rivelano che gli abitanti dei villaggi e la Chiesa differivano in modo abbastanza marcato nelle loro opinioni sul comportamento sessuale. Occasionalmente, i confronti dei documenti mostrano che le persone che sono state condannate per fornicazione (sesso prematrimoniale) dai tribunali della Chiesa sono state spesso giudicate innocenti dai tribunali. A volte i giurati del maniero sembravano incerti esattamente su quale fosse la fornicazione. Molte persone che sono state unite in matrimoni informali o clandestini sono state considerate sposate dalla comunità locale ma non dalla Chiesa.

Il Legerwite. Un altro tipo di caso trovato nei registri dei tribunali signorili aiuta anche a identificare l'incidenza della fornicazione. In Inghilterra le leggi consuetudinarie consentivano ai signori di multare le donne villane che venivano sorprese a fornicare o che davano alla luce figli illegittimi. Chiamato il bianco militare (letteralmente, una multa per sdraiarsi), questa multa può essere datata al periodo anglosassone. Il bianco militare era una delle poche multe, insieme al mercurio, che non cadde in disuso nel corso del XII secolo. I registri dei manieri del tredicesimo e quattordicesimo secolo indicano che il bianco militare veniva spesso riscossa, sebbene il motivo non fosse sempre registrato. In alcuni casi, sembra che la donna sia stata prima dichiarata colpevole di fornicazione dalla Chiesa e poi sia stata multata bianco militare dalla corte padronale. Questa pratica potrebbe essere stata il risultato di considerazioni economiche piuttosto che di moralità. Se la donna avesse pagato una multa alla Chiesa invece di sottoporsi a punizioni corporali, probabilmente avrebbe venduto beni teoricamente appartenenti al signore, che poi ha cercato di recuperare il valore della sua proprietà riscuotendo il bianco militare.

Trasgressioni visibili. Poiché il clero che controllava la moralità nelle comunità locali era impopolare tra gli abitanti del villaggio, era improbabile che i vicini si informassero a vicenda. Le autorità molto spesso sono venute a conoscenza di trasgressioni sessuali di donne non sposate se sono rimaste incinte. In tribunale registra il bianco militare era più frequentemente associato alla gravidanza, prova certa di fornicazione, piuttosto che alla sola fornicazione. L'importo della multa variava a seconda della natura della trasgressione e della condizione della donna. Il tribunale del maniero ha ridotto l'ammontare della multa per le donne povere, ma una donna che aveva fornicato con più di un uomo o un chierico ha pagato una multa più alta. Il bianco militare scomparve alla metà del XIV secolo, sulla scia della peste nera, insieme alle ultime vestigia dei consueti diritti e servizi. Le comunità svilupparono altri mezzi con cui sorvegliare la moralità e controllare la condotta sessuale dei suoi membri.

Bambini illegittimi. La presenza di bambini illegittimi, a tutti i livelli della società, per tutto il Medioevo, è un'altra indicazione che la pratica sessuale deviava dal codice morale. Sfortunatamente per gli storici, la mancanza di documenti di nascita e matrimonio impedisce una stima del numero di gravidanze prematrimoniali o di nascite illegittime. La legge ecclesiastica e laica imponeva molte restrizioni ai figli illegittimi, che tuttavia facevano parte della vita quotidiana. La società secolare apprezzava gli eredi legittimi per perpetuare il lignaggio della famiglia, ma i padri nobili non esitavano a riconoscere e concedere proprietà ai loro figli illegittimi. La Chiesa proibiva l'ordinazione di uomini illegittimi, ma concedeva regolarmente dispense in modo che tali uomini, spesso i figli di chierici, potessero entrare a servizio della Chiesa. Le sanzioni ufficiali esistevano per tutto il periodo medievale. Ad esempio, nel 1234 Papa Gregorio IX istituì una legislazione che proibiva ai figli illegittimi di ereditare la proprietà a meno che non fossero stati legittimati dal successivo matrimonio dei genitori. Tuttavia, è stato suggerito che in alcune zone rurali il concepimento prematrimoniale fosse una precondizione per il matrimonio. I figli erano così centrali nell'economia familiare che una coppia non voleva rischiare di sposarsi e poi scoprire di essere sterile.

Sesso rurale. Alcune fonti suggeriscono che le persone nelle zone rurali si impegnassero abbastanza liberamente in attività sessuali al di fuori dei vincoli del matrimonio. Il favole, storie popolari oscene dalla Francia rurale, raccontano di avventure sessuali e scorrettezze i cui partecipanti esprimono pochi rimpianti o sensi di colpa. Un'altra forma di prova viene dalle registrazioni dell'Inquisizione, che ha interrogato i sospetti eretici nel villaggio di Montaillou all'inizio del XIV secolo. Durante il processo gli inquisitori hanno registrato informazioni su molti aspetti della vita quotidiana, compreso il concubinato e altri rapporti sessuali informali, che si sono verificati attraverso le linee di classe sociale e status religioso. Ad esempio, la vedova del rappresentante locale del signore, Beatrice de Planissoles, mantenne una relazione sessuale con due fratelli. Uno di questi uomini, Pierre Clergue, era il parroco. Queste relazioni non erano solo fornicazione, ma erano anche incestuose perché coinvolgevano fratelli e sacrileghe perché uno degli uomini era un chierico. Inoltre, Pierre istruì Beatrice sulle tecniche contraccettive, compreso l'uso di alcune erbe, e la coppia si impegnò in rapporti sessuali in chiesa e nei giorni festivi, come la vigilia di Natale. Questo esempio mostra fino a che punto la pratica popolare potrebbe deviare dalla moralità convenzionale. Va anche ricordato, tuttavia, che molti di coloro che erano coinvolti in queste attività erano eretici catari, che rigettavano esplicitamente gli insegnamenti della Chiesa cattolica.