Il raid della Virginia di Tarleton del 9-24 luglio 1781

TARLETON VIRGINIA Raid del 9-24 luglio 1781. Intento a distruggere i negozi pubblici e privati ​​dei ribelli, Cornwallis ordinò a Tarleton di attraversare il Prince Edward Court House fino a New London, Virginia, a più di 150 miglia a ovest della nuova base di Cornwallis a Suffolk, sul lato sud del fiume James. Tarleton ha lasciato Cobham (di fronte a Jamestown Island) il 9 luglio e ha attraversato Pietroburgo, Amelia Court House, Prince Edward Court House, Charlotte, New London e Bedford. Qui si accampò per due giorni nelle ricche praterie ai piedi delle Blue Ridge Mountains e raccolse alcuni dei migliori cavalli d'America. Le task force di questo tipo erano troppo forti per essere contrastate dalle milizie della Virginia che a quel punto della guerra erano prive di armi adeguate. Ma Lafayette mandò Wayne nella contea di Amelia con i suoi continentali della Pennsylvania per cercare di intercettare Tarleton al suo ritorno. Morgan stava radunando una seconda forza forte a Goode's Bridge, vicino a Pietroburgo, per lo stesso scopo. Venuto a conoscenza di questa minaccia, Tarleton ha bruciato i suoi tre vagoni leggeri ed è tornato da un percorso più a sud attraverso la contea di Lunenburg. Nonostante l'intenso caldo di luglio, che limitava i suoi movimenti alla mattina presto e al tardo pomeriggio, Tarleton copriva 30 o 40 miglia al giorno e superava tutte le notizie sulla sua posizione; non era mai in pericolo. Il 24 luglio è tornato nel Suffolk, dopo aver percorso 400 miglia in 15 giorni. È stata una performance notevole, ma Tarleton ha notato che:

I magazzini distrutti, pubblici o privati, non erano in quantità o valore equivalente ai danni subiti nelle scaramucce lungo il percorso, e alla perdita di uomini e cavalli per il caldo eccessivo del clima.