Il punto di Pell, New York

Il punto di Pell, New York. 18 ottobre 1776. Frustrato nel suo attacco a Throg's Neck, New York, il generale britannico William Howe spostò la sua linea di operazioni a Pell's Point, tre miglia a nord. Nel frattempo, il generale George Washington aveva iniziato a ritirarsi verso nord da Harlem Heights, dopo aver esplorato l'ultimo tentativo di Howe di accerchiarlo e deciso che le posizioni americane erano insostenibili. Nella zona di Pell's Point c'era una piccola brigata comandata dal colonnello John Glover. Consisteva di circa 750 uomini di quattro reggimenti del Massachusetts: i suoi Marbleheaders, Joseph Read, William Shepard e Laommi Baldwin. Erano supportati da tre pistole.

Dalla sua posizione vicino a Eastchester (a circa un miglio da Pell's Point), Glover guardò verso la baia di Eastchester all'inizio del 18 ottobre e vide che le navi britanniche erano arrivate durante la notte. Ha ordinato un capitano e quaranta uomini di avanzare come forza ritardante. Nel frattempo, ha schierato il resto della sua brigata dietro i muri di pietra su entrambi i lati della strada che gli inglesi avrebbero dovuto prendere dalla riva verso l'interno della contea di Westchester, creando così un'imboscata. Il reggimento di Read era a sinistra, quello di Shepard a destra e quello di Baldwin ancora più indietro a sinistra; Il reggimento di Glover era in riserva in fondo.

La forza americana ritardante ha scambiato il fuoco con l'avanzata britannica e si è ritirata in buon ordine. Il reggimento di Read, che fu il primo a trovarsi nel raggio d'azione (gli altri due furono scaglionati nella sua parte posteriore destra) lasciò che gli inglesi arrivassero entro 100 piedi prima di alzarsi da dietro un muro di pietra per lanciare un fuoco che respinse il nemico. Passò un'ora e mezza prima che il corpo principale britannico organizzasse un attacco, sostenuto da sette cannoni. Gli uomini di Read hanno sparato sette raffiche prima di ritirarsi dietro il reggimento di Shepard. Quest'ultimo lanciò diciassette raffiche, costringendo gli inglesi a effettuare diversi attacchi prima che potessero avanzare. Glover ha quindi ordinato un ritiro in una nuova posizione, che il nemico non ha attaccato. Le due forze si scambiarono il fuoco dell'artiglieria fino a dopo il tramonto, quando Glover si ritirò di altre tre miglia e si accampò.

Le perdite americane furono otto uccise e tredici ferite. Tra questi ultimi c'era Shepard. Howe riferì di tre morti e venti feriti, ma le sue cifre potrebbero non includere gli Hessiani, che costituivano la maggior parte delle forze d'attacco. Tuttavia, anche l'aiutante generale delle forze dell'Assia, Carl Leopold Baurmeister, ignorò l'azione senza menzionare le vittime tedesche. Mentre il numero di vittime dell'Assia rimane in dubbio, gli storici concordano sull'importanza strategica della battaglia: Glover ha ritardato gli inglesi per un giorno intero e ha aiutato Washington a raggiungere la sicurezza delle White Plains prima che Howe potesse intercettare la ritirata americana.

Il 21 ottobre gli inglesi occuparono New Rochelle, New York, senza resistenza. Quello stesso giorno, le forze di Washington si stavano affrettando a White Plains, New York, che si aspettavano sarebbe stato il prossimo obiettivo di Howe. John Haslet fece irruzione nel campo dei Tory distaccato di Robert Rogers a Mamaroneck, New York, il 22 ottobre di quell'anno.