Il formaggio di mammut

Jefferson. Molti americani concordarono con Thomas Jefferson sul fatto che la sua elezione alla presidenza nel 1800 segnò una rivoluzione profonda quanto la Rivoluzione del 1776. L'inaugurazione di Jefferson significò non solo un ritorno ai principi repubblicani ma anche un'affermazione del carattere americano. Alcuni hanno cercato di celebrare l'elezione di Jefferson presentando al presidente le prove della grandezza americana. Da Philadelphia due macellai mandarono a Jefferson uno stinco di vitello, il più grande mai prodotto da un vitello. Sebbene il vitello fosse rovinato quando raggiunse Washington, DC, nell'ottobre 1801, Jefferson ne ammirava la bellezza e le dimensioni, che vide come un'ulteriore prova per confutare la teoria del naturalista francese Georges-Louis Leclerc de Buffon secondo cui gli animali nel Nuovo Mondo erano più piccoli di quelli dell'Europa.

Anziano Leland. In Massachusetts, il leader battista John Leland ha ispirato la sua congregazione a celebrare l'elezione di Jefferson in modo simile. Leland era nato nel Massachusetts ma aveva vissuto in Virginia negli anni Ottanta del Settecento. Là si era corso contro James Madison per un seggio alla convenzione di ratifica della Virginia nel 1780, ma si era ritirato quando Madison persuase il ministro battista che la Costituzione non avrebbe minacciato la libertà religiosa. Il fermo sostegno di Jefferson e Madison alla libertà religiosa aveva reso Leland e altri battisti entusiasti sostenitori dei repubblicani. Il Massachusetts, in maniera schiacciante federalista e congregazionalista, non era un luogo accogliente per quei dissidenti politici e religiosi.

Regalo speciale. La congregazione di Leland ha cercato di dimostrare il proprio sostegno a Jefferson presentandogli il formaggio più grande mai prodotto. Novecento mucche repubblicane (Leland assicurò al presidente che nessuna mucca federalista aveva contribuito) produssero abbastanza latte per produrre un blocco di formaggio largo quattro piedi e spesso quindici pollici del peso di 1, 235 libbre. Leland mise il formaggio su una slitta nel dicembre 1801 per iniziare il suo viaggio verso Washington.

Contadino repubblicano. Jefferson ha ricevuto il formaggio come prova dell '"ebollizione della passione del repubblicanesimo in uno stato in cui è stato oggetto di pesanti persecuzioni" e lo ha esposto in una stanza speciale, soprannominata la "stanza dei mammut". Il formaggio mammut ha mostrato non solo che gli agricoltori americani potevano produrre grandi quantità di alimenti, ma che anche nel Massachusetts federalista i normali agricoltori hanno accolto con favore l'adesione di Jefferson. Un titolo di giornale lo ha definito "Il più grande formaggio d'America, per il più grande uomo d'America". Jefferson diede a Leland una donazione di $ 200 per la sua chiesa e lo fece predicare ai membri del Congresso durante il suo soggiorno a Washington. Il presidente partecipò alla sessione e ascoltò Leland predicare sul testo, dopo di che commentò: "Ed ecco qui c'è un più grande di Salomone", il che lusingò Jefferson ancor più del formaggio.

Reazione federalista. Manasseh Cutler, un ministro congregazionalista e rappresentante federalista del Massachusetts, rimase disgustato da questo spettacolo. Ha chiamato Leland "una creatura povera, analfabeta, clownesca" e del sermone al Congresso, Cutler ha scritto:

Un tale farrago, urlato con voce sbalorditiva, tono orribile, smorfie spaventose e gesti stravaganti, credo che non sia mai stato sentito da nessun uditore decente prima. Vergogna o risate apparivano in ogni aspetto. Un simile oltraggio alla religione, al sabato e alla comune decenza era estremamente doloroso per ogni persona sobria e riflessiva presente. Ma ha risposto allo scopo tanto desiderato dei Democratici, vedere la religione esibita nel modo più ridicolo.

Aftermath. Cutler ha espresso l'opinione della minoranza sulla questione. Jefferson continuò a servire il formaggio di Leland per i tre anni successivi, ritagliandone infine l'ultimo a un ricevimento di Capodanno nel 1805. A quel punto gran parte di esso era stato scartato dopo che si era formata la muffa, e alcuni federalisti si spinsero fino a per dire che tutto il formaggio di mammut era stato effettivamente scaricato nel fiume Potomac. L'aroma del formaggio stagionato riempì l'aria della villa del presidente per la maggior parte del primo mandato di Jefferson.