Il diritto romano come sistema

Mancanza di codificazione. Sebbene esistesse molto diritto romano, specialmente per gli standard antichi, non è mai stato organizzato sistematicamente secondo gli standard moderni. Né le leggi (legislazione) né decisioni giuridiche furono mai raccolte prima della caduta di Roma. Tanto meno il diritto romano è mai diventato un "codice", un insieme di leggi tutte composte ed emanate come un corpo. Ci sono diversi motivi per questo sviluppo. In primo luogo, i sistemi legali americano e britannico si auto-organizzano a causa della loro dipendenza da precedenti: i tribunali successivi sono tenuti a seguire le decisioni di quelli precedenti. Le corti romane non erano vincolate in modo simile. In effetti, poiché le decisioni non sono state pubblicate, il precedente era a malapena disponibile. Gli imperatori avevano l'autorità di fornire interpretazioni vincolanti, ma in pratica potevano farlo solo in relativamente pochi casi. In secondo luogo, i giuristi non erano interessati a un sistema. Hanno lavorato in maniera strettamente “casistica” (caso per caso); questo modo ha presentato il Index con molti modelli di giudizio in un nuovo caso, ma poche regole generali. Infine, lo stesso processo legislativo è stato inutile. I romani tendevano a non abrogare o emendare leggi obsolete. Spesso li ignorerebbero o li reinterpreterebbero oltre ogni riconoscimento. Pertanto, la "traccia cartacea" della legge potrebbe essere piuttosto confusa o fuorviante.

Implicazioni legali. Questa disunione era senza dubbio fonte di confusione per l'aspirante giurista o potenziale litigante. Inoltre, potrebbe aver avuto implicazioni più profonde per la legge stessa. Senza molta teoria giuridica i romani sembrano non aver mai risolto certi problemi semplicemente perché non li hanno mai riconosciuti del tutto. Ad esempio, i giuristi romani hanno convenuto che una persona doveva essere "colpevole" per essere legalmente responsabile per i danni alla proprietà altrui. Non hanno mai convenuto, tuttavia, se questo difetto fosse soggettivo (non si è stati attenti come si potrebbe essere) o oggettivi (non si è stati attenti come lo sarebbe la persona comune). Non hanno mai deciso questa colpa perché non hanno definito i loro termini in modo così astratto. Ma la differenza astratta può fare un'enorme differenza nei singoli casi. In termini moderni, questa distinzione tra colpa soggettiva e oggettiva è ciò che rende la "negligenza" molto più facile da provare della "sconsideratezza" e significa che la prima non è quasi mai sufficiente per condannare qualcuno di un crimine. Allo stesso modo, non hanno mai discusso in generale di cosa significhi "causare" qualcosa. Questa mancanza di colpa ha reso difficile assegnare la responsabilità in casi complicati come un accumulo di auto multiple. Chi ha "causato" quali collisioni?