Il barone kelvin di largs

Il fisico scozzese William Thomson, barone Kelvin di Largs (1824-1907), è stato l'ideatore della scala assoluta della temperatura ed è stato uno dei fondatori della termodinamica.

William Thomson nacque il 26 giugno 1824 a Belfast, in Irlanda. Suo padre insegnava matematica e si unì alla facoltà dell'Università di Glasgow nel 1831. Dedicò gran parte del suo tempo all'istruzione dei suoi figli e fece in modo che controllassero i corsi universitari. Così, quando William aveva 10 anni, si iscrisse all'università e andò bene. Dopo un tour del continente, Thomson entrò a Peterhouse, Cambridge, nel 1841.

Nel 1846 Thomson fu nominato professore di filosofia naturale all'Università di Glasgow. Ha ricoperto questa posizione per 53 anni. Oltre ad insegnare e ad inaugurare il primo laboratorio di fisica per studenti nelle isole britanniche, ha continuato i suoi studi matematici e fisici.

Nel 1847 Thomson venne a conoscenza del lavoro di James Joule sui rapporti tra calore e lavoro. Nel 1848 creò la sua scala di temperatura assoluta e nel 1851, indipendentemente dalle scoperte di RJE Clausius nell'anno precedente, propose la seconda legge della termodinamica.

Dal 1850 al 1860 le ricerche di Thomson si concentrarono sugli effetti termoelettrici, portando alla sua scoperta dell '"effetto calore Thomson". Gli altri suoi lavori sui principi del riscaldamento e della refrigerazione ciclici e il suo lavoro di collaborazione con Joule sul raffreddamento dei gas per espansione fanno parte dei contributi che giustificano l'inserimento di lui come uno dei fondatori della termodinamica.

Alla fine del 1855 Thomson, allora 31enne, aveva pubblicato 96 saggi e aveva raggiunto il suo apice nella fisica pura. Ha dedicato il resto della sua vita principalmente all'applicazione della fisica, specialmente nel campo dell'elettricità. Tra il 1855 e il 1865 scrisse una serie di articoli sulla segnalazione telegrafica via filo che furono importanti per la posa del primo cavo atlantico. Ha sviluppato e brevettato molte apparecchiature, come il galvanometro a specchio (1858), l'elettrometro a quadrante, il registratore a sifone per la telegrafia (1867) e conduttori a trefolo. In qualità di membro di spicco del British Association Committee on Electrical Standards, è stato determinante nell'adozione del sistema di unità elettriche che in seguito è stato adottato a livello internazionale.

Thomson divenne ricco grazie alle sue numerose scoperte e invenzioni e anche famoso. Nel 1866 fu nominato cavaliere e nel 1892 fu elevato al titolo nobiliare come barone Kelvin di Largs. Quasi ogni onore che può venire a uno scienziato gli è stato assegnato, inclusa la sepoltura nell'Abbazia di Westminster. Morì il 17 dicembre 1907 nella sua casa di campagna "Netherhall", vicino a Largs.

Ulteriori letture

Agnes G. King, Kelvin l'uomo (1925), fornisce una visione interessante di Kelvin. Vedi anche Silvanus P. Thompson, La vita di William Thomson (1910). Uno studio più recente è in David KC MacDonald, Faraday, Maxwell e Kelvin (1964). Un dettagliato resoconto biografico di Kelvin è in James Gerald Crowther, Uomini di scienza (1936). Un breve studio è in Bryan Morgan, Uomini e scoperte nell'elettricità (1952). □