Hunton, william alphaeus, jr.

18 settembre 1903
13 Gennaio 1970

L'attivista politico ed educatore William Alphaeus Hunton Jr., è nato ad Atlanta, in Georgia. Dopo la rivolta razziale di Atlanta del 1906, i genitori di Hunton, William Hunton Sr., e Addie Waites Hunton, si trasferirono con la famiglia a Brooklyn, New York. Ha conseguito la laurea in lingua inglese presso la Howard University nel 1924. Due anni dopo, Hunton si è laureato in inglese presso l'Università di Harvard e ha accettato una posizione come assistente professore nel dipartimento di inglese di Howard.

Hunton ha insegnato a Howard per oltre quindici anni, guadagnandosi un dottorato di ricerca. dalla New York University nel 1938 nel processo. Come membro della facoltà di Howard, Hunton ha partecipato all'attivismo intellettuale generale prevalente a Howard durante questo periodo. Era un membro del comitato esecutivo nazionale del National Negro Congress (NNC) e rimase coinvolto anche dopo che i moderati avevano lasciato il NNC e l'organizzazione era sempre più dominata dal Partito Comunista. Da allora in poi, Hunton è stato strettamente associato alle posizioni pubbliche del partito. Nel 1941 il Comitato della Camera per le attività antiamericane (HUAC), un comitato del Congresso che indagava sul presunto comportamento sovversivo, accusò Hunton di appartenenza al Partito Comunista. Dopo aver lasciato Howard nel 1943, Hunton si trasferì a New York City, si sposò e divenne il direttore dell'istruzione per il Council on African Affairs (CAA).

Mentre era con il consiglio, Hunton ha preparato e scritto opuscoli, prodotto comunicati stampa e ha fatto pressioni sulle organizzazioni internazionali su questioni africane. Alla fine degli anni Quaranta fece pressioni sulle Nazioni Unite per proibire al Sud Africa di annettere l'Africa sudoccidentale (l'attuale Namibia); protestò anche contro la visita del primo ministro sudafricano Jan Smuts negli Stati Uniti nel 1940. Altre campagne sudafricane includevano un tentativo di migliorare le condizioni dei minatori neri sudafricani.

Nel 1951 Hunton e altri membri di sinistra formarono il Civil Rights Bail Fund, che forniva una cauzione per coloro che non volevano dare nomi all'HUAC. Dopo essersi rifiutato di fornire i nomi dei contributori al fondo, Hunton fu condannato a sei mesi di carcere per oltraggio alla corte nel luglio 1951. Nel 1953 il governo federale, citando l'aiuto della CAA all'African National Congress e i suoi legami in corso con il Partito Comunista, ha ordinato al consiglio di registrarsi come organizzazione sovversiva. Le continue molestie portarono Hunton a sciogliere la CAA due anni dopo.

Nonostante la chiusura della CAA, Hunton rimase interessato agli affari africani e nel 1957 pubblicò Decisione in Africa: fonti di conflitto attuale. Alla fine dell'anno successivo partecipò alla Conferenza del popolo africano in Ghana e non tornò negli Stati Uniti fino all'agosto 1959, dopo lunghi viaggi in Africa, Europa e il suo primo di molti viaggi in Unione Sovietica. Nel maggio 1960 Hunton e sua moglie si trasferirono a Conakry, in Guinea, dove insegnò inglese in un liceo. Dopo meno di due anni, gli Hunton si trasferirono ad Accra, in Ghana, per volere di WEB Du Bois, che richiese l'aiuto di Hunton con il suo Encyclopedia Africana progetto. Du Bois morì nel 1963 prima che il progetto fosse completato. Hunton e sua moglie furono deportati dopo la caduta del governo di Kwamé Nkrumah durante un colpo di stato militare nel 1966. Dopo un breve ritorno negli Stati Uniti, gli Hunton si stabilirono a Lusaka, in Zambia, nel 1967. Visse lì fino alla sua morte di cancro all'inizio del 1970.

Guarda anche Atlanta Riot del 1906; Vita intellettuale

Bibliografia

Hunton, Dorothy. Alphaeus Hunton: The Unsung Valiant. New York: Eppress Speed ​​Print, Inc., 1986.

Hunton, William Alphaeus, Jr. Decisione in Africa: fonti di conflitto attuale. New York: editori internazionali, 1957.

Da Eschen, Penny. Race Against Empire: Black Americans and Anticolonialism, 1937-1957. Ithaca, NY: Cornell University Press, 1997.

giovanni c. stoner (1996)
Bibliografia aggiornata