Henson, matthew a.

8 Agosto 1866
9 Marzo 1955

L'esploratore Matthew Alexander Henson è nato nella contea rurale di Charles, nel Maryland, figlio di mezzadri nati liberi. All'età di quattro anni Henson e la sua famiglia si trasferirono a Washington, DC. Quando era ancora un bambino entrambi i suoi genitori morirono, e Henson ei suoi fratelli furono affidati alle cure di uno zio a Washington. All'età di dodici anni lasciò la scuola, si recò a Baltimora e iniziò la sua carriera di marinaio quando fu assunto come garzone di cabina su una nave in partenza dalla città portuale. Henson trascorse il resto della sua adolescenza viaggiando per il mondo come marinaio mercantile e facendo lavori umili quando tornava sulla costa orientale.

All'età di vent'anni, mentre lavorava come impiegato in un negozio di cappelli di Baltimora, Henson fu assunto dal tenente della marina statunitense Robert E. Peary come servitore personale di Peary in una spedizione di indagine per la costruzione di un canale centroamericano. Quando la spedizione tornò negli Stati Uniti nel 1888, Henson seguì Peary al League Island Navy Yard, dove lavorò come corriere.

Nel 1891 Peary ricevette l'incarico di esplorare la Groenlandia settentrionale e assunse di nuovo Henson come assistente personale, nonostante la preoccupazione di Peary che un "figlio dei tropici" non sarebbe stato in grado di resistere al clima artico. Durante il rilevamento della Groenlandia, Henson si avvicinò agli Inuit nativi, imparò la lingua Inuit, divenne il più abile autista di slitte trainate dai cani della spedizione e funse da collegamento con gli Inuit, che erano usati come guide e facchini dal team di rilevamento. Henson e Peary tornarono negli Stati Uniti nell'estate del 1892 e trascorsero un anno in tournée nel paese presentando conferenze e rievocazioni della loro spedizione in Groenlandia. In una seconda esplorazione della Groenlandia, dal 1893 al 1895, Peary e Henson condussero un tentativo fallito di raggiungere il Polo Nord. Per i successivi undici anni, Peary, con Henson come suo assistente capo, guidò altri cinque tentativi infruttuosi al Polo Nord, ogni volta soccombendo a gelate o tempeste artiche.

Nel luglio 1908 Peary, Henson e un equipaggio di ventisette persone a bordo di una nave rompighiaccio appositamente realizzata lasciarono New York per un ultimo tentativo al palo. Nel febbraio 1909, arrivato a Cape Sheridan, tra la punta settentrionale della Groenlandia e il bordo ghiacciato dell'Oceano Artico, Peary guidò una squadra di ventidue, con Henson come uno dei suoi principali luogotenenti, attraverso la calotta polare. Il 6 aprile 1909 Peary, Henson e quattro eschimesi divennero le prime persone a raggiungere il Polo Nord.

Al ritorno sulla terraferma, Peary si trovò di fronte alla notizia che Frederick Cook aveva affermato di aver raggiunto il Polo Nord un anno prima. Iniziò così una lunga e aspra polemica pubblica sulla veridicità delle affermazioni di ogni uomo. Alla fine del 1910, tuttavia, la maggior parte delle società scientifiche aveva rifiutato il racconto di Cook e accettato quello di Peary.

Sebbene celebrato per molti anni dai leader afroamericani, Henson fu in gran parte non riconosciuto dal pubblico bianco come il scopritore di codici del Polo Nord. Dopo la storica spedizione del 1909, Henson trascorse il resto della sua vita lavorativa come fattorino alla dogana degli Stati Uniti e in un ufficio postale di New York. Negli ultimi anni ha finalmente vinto alcuni degli onori che meritava. L'Explorers Club fece di Henson il suo primo membro afroamericano nel 1937. Nel 1944 il Congresso gli assegnò una medaglia per la sua scoperta in codice del Polo Nord. Nel 1948 gli è stata conferita la medaglia d'oro della Geographical Society di Chicago. Nel 1950 fu onorato al Pentagono e nel 1954, un anno prima della sua morte, fu ricevuto alla Casa Bianca dal presidente Eisenhower. Un francobollo statunitense che commemora il suo successo è stato emesso nel 1986.

Quando Henson morì nel 1955, sua moglie non poteva permettersi un luogo di sepoltura e fu sepolto in una fossa comune nel cimitero di Woodlawn a New York. Nel 1988 i suoi resti furono trasferiti al Cimitero Nazionale di Arlington e sepolti accanto a quelli di Peary. Nel 2001 Henson è stato insignito postumo della Medaglia Hubbard.

Bibliografia

Contatore, S. Allen. North Pole Legacy: Black, White ed Eskimo. Amherst: University of Massachusetts Press, 1991.

Henson, Matthew A. Un esploratore negro al Polo Nord. New York: Stokes, 1912.

Miller, Floyd. Ahdoolo! La biografia di Matthew A. Henson. New York: Dutton, 1963.

Robinson, Bradley. Compagno oscuro. New York: Fawcett, 1947.

thaddeus russell (1996)
Aggiornato dall'editore 2005