Helene doris gayle

Helene Doris Gayle (nata nel 1955) è una ricercatrice sull'AIDS ed epidemiologa per i Centers for Disease Control di Atlanta, Georgia.

Helene Doris Gayle è specialista in epidemiologia della sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) e del virus dell'immunodeficienza umana (HIV) nei bambini e negli adolescenti. È la coordinatrice dell'AIDS Agency e capo della Divisione HIV / AIDS presso l'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale, Office of Health. Nella sua posizione ha viaggiato in Africa e in Asia per indagare sui modi in cui la malattia colpisce le diverse società e per aiutare a coordinare gli sforzi internazionali per studiarla.

Nato il terzo di cinque figli il 16 agosto 1955 a Buffalo, New York. Suo padre, Jacob Sr., era un imprenditore e sua madre, Marietta, era un'assistente sociale psichiatrica. Gayle è stata influenzata dai suoi genitori fin dalla tenera età, poiché i suoi genitori hanno impresso ai loro figli l'importanza di dare un contributo al mondo. Gayle è stata anche colpita dalla crescita durante il movimento per i diritti civili e ha servito come capo del sindacato studentesco afroamericano nella sua scuola superiore.

Gayle ha conseguito una laurea in psicologia nel 1976 presso la Barnard University, seguita da una laurea in medicina presso l'Università della Pennsylvania nel 1981. La scuola di medicina ha aperto la porta per Gayle agli "aspetti sociali e politici della medicina", ha detto. Ebano la scrittrice Renee D. Turner. Dopo aver sentito un noto ricercatore parlare degli sforzi per sradicare il virus mortale del vaiolo, Gayle ha deciso di cercare un master in sanità pubblica, che ha ricevuto dalla Johns Hopkins University nel 1981. Ha quindi iniziato una residenza e uno stage in pediatria presso il Children's Hospital Medical Center a Washington, DC, dove ha lavorato per tre anni.

Nel 1984, Gayle è stata ammessa al programma di formazione epidemiologica presso i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) di Atlanta, dove si è concentrata sul virus dell'AIDS. Ha ricoperto vari incarichi presso il CDC, concentrando i suoi sforzi sugli effetti dell'AIDS sui bambini, sugli adolescenti e sulle loro famiglie, sia negli Stati Uniti che nel mondo. Gayle ha scoperto che la comunità afroamericana degli Stati Uniti, in particolare le sue donne, è ad alto rischio di contrarre la malattia mortale. Alla fine degli anni '1980, le donne afroamericane rappresentavano il 52% della popolazione femminile di AIDS a livello nazionale, anche se costituivano solo l'11% dell'intera popolazione. Gayle è un sostenitore dell'istruzione come strumento importante per la prevenzione dell'HIV / AIDS; come ha detto a Turner, "Imparare di più sulla diffusione della malattia fornirà anche alcune munizioni" per combatterla. Gayle ha viaggiato molto studiando i fattori di rischio che contribuiscono alla diffusione dell'HIV / AIDS nella sua posizione presso la divisione AIDS dell'Agenzia per lo sviluppo internazionale. Autore di numerosi articoli e studi sui fattori di rischio dell'HIV / AIDS, Gayle ha ricevuto numerosi premi, tra cui l'Henrietta and Jacob Lowenburg Prize, il Gordon Miller Award e la medaglia del servizio sanitario pubblico statunitense. Ha insegnato in diverse università e fa parte della redazione del Revisione annuale della salute pubblica. Gayle non è sposata e non ha figli. Come ha detto a Turner, "non mi pento di aver dato un'alta priorità a una carriera che mi consente di dare un contributo all'umanità". Inoltre, ha aggiunto, "non abbiamo altra scelta che cercare di avere un impatto".

Ulteriori letture

Burgess, Marjorie, "Helene D. Gayle", in Contemporary Black Biography, Volume 3, Gale, 1993, pagg. 74-76.

Black Enterprise, Ottobre, 1988.

Turner, Renee D., "The Global AIDS Warrior", in Ebano