Helena rubenstein

L'esperta di bellezza di origine polacca Helena Rubenstein (1870-1965) è stata tra le prime a stabilire i cosmetici come essenziali per la toilette di una donna. Il senso degli affari di Rubenstein le ha permesso di costruire un impero multimilionario basato sulla vendita di prodotti di bellezza.

Helena Rubenstein è nata il 25 dicembre 1870 a Cracovia, in Polonia. La più vecchia di otto ragazze, è cresciuta in una famiglia dell'alta borghesia. Suo padre prediligeva l'intelletto di Helena, sua madre enfatizzava la bellezza e il fascino. Insieme, i genitori di Rubenstein hanno plasmato la sua carriera come creatrice e genio finanziario di quello che sarebbe diventato un impero della bellezza multimilionario.

Nel 1888, dopo aver rifiutato sia la scuola di medicina che un pretendente, Rubenstein si recò a Coleraine, in Australia, per vivere con i parenti. Elegante e pignola, ha presentato ai vicini una speciale crema per il viso, il prodotto del chimico ungherese Jacob Lykusky. Presto si trasferì a Melbourne e fondò un piccolo salone di bellezza in cui le donne australiane venivano per compensare gli effetti di essiccazione del sole e del vento. Entro due anni la reputazione di Rubenstein fu assicurata. Aveva rimborsato un prestito originario di 1,500 dollari ed era stata attratta dal pensiero di un maggiore successo finanziario.

Tornato in Europa, Rubenstein si stabilì a Londra. Ha acquistato l'ex residenza di Lord Salisbury su Grafton Street, una casa di quattro piani con 26 stanze. Ha ridecorato in sontuose combinazioni di colori influenzate dai designer teatrali Leon Bakst e Alexandre Benois. Poco dopo il suo matrimonio con il giornalista americano Edward William Titus, Rubenstein ha aperto il "Salon de Beaute Valaze".

Rubenstein ha lanciato il suo salone in un momento in cui il trucco era indossato solo sul palco. Ma le donne della società una volta intrattenute da Lord Salisbury erano curiose dell'establishment di Grafton Street. A poco a poco, Rubenstein li ha trovati disposti a pagare dieci ghinee (circa $ 50) per 12 trattamenti di bellezza. Il suo prodotto speciale era una crema per il viso basata sul prodotto di Lykusky, ma aveva sviluppato altri articoli, tra cui cipria e rossetto. Rubenstein pianificava per il momento in cui gli atteggiamenti conservatori verso il trucco del viso si rilassavano e le donne lo consideravano parte della loro toilette quotidiana.

I trattamenti di Rubenstein si basavano sulla sua comprensione della dieta, dell'anatomia della pelle e del metabolismo corporeo, che aveva imparato dal chimico francese Marcellin Berthlot dell'Università di Parigi. Uno dei primi membri dello staff di Rubenstein è stata la dottoressa viennese Emmie List, che ha introdotto un trattamento peeling della pelle per le carnagioni gravemente impure. Ma Rubenstein non si accontentò di restare in laboratorio. Lei e suo marito entrarono in una cerchia sociale che includeva Margot Asquith, la baronessa d'Erlanger, lo scultore Jacob Epstein e il giovane pianista Artur Rubenstein.

Nel 1909 Rubenstein aspettava un bambino. Lei ed Edward si trasferirono dall'appartamento di Grafton Street dove vivevano sopra il salone e acquistarono una residenza separata. Contemporaneamente, Rubenstein ha aperto un negozio in rue St. Honoré a Parigi, Francia. Ormai molte delle sue sorelle si erano unite all'attività: Ceska era nel salone di Melbourne, Manka faceva parte dell'establishment londinese e Pauline aveva la responsabilità del salone di Parigi. Il figlio di Rubenstein, Roy, nacque alla fine del 1909 e un altro figlio, Horace, nel 1912.

Nel 1914 si trasferirono tutti a Parigi, dove Rubenstein si gettò a gestire il salone. La sua ambizione fu premiata e presto i leader della società e le personalità artistiche e teatrali affollarono il libro degli appuntamenti. Rubenstein è stato un successo senza riserve.

La prima guerra mondiale ha causato un cambiamento improvviso e imprevisto nel business. A causa della nazionalità del marito, la famiglia si trasferì negli Stati Uniti nel gennaio 1915. Lì Rubenstein scoprì un nuovo mercato. La maggior parte delle donne americane era riluttante ad adottare il trucco del viso quanto lo erano state le loro controparti europee. Questa clientela non sfruttata rappresentava una potenziale miniera d'oro.

Greenwich, nel Connecticut, divenne la casa della famiglia Titus. Qui Rubenstein ha progettato nuovi prodotti basati sulle esigenze di bellezza delle donne americane. Poco più di un anno dopo il suo arrivo, Rubenstein ha aperto la prima Maison de Beaute a New York City, situata in un brownstone della 49esima strada occidentale. Ha decorato l'interno in velluto blu scuro. L'unico salone si rivelò presto inadeguato e aprì rapidamente saloni a Boston, Chicago, Filadelfia, San Francisco, Washington DC e Toronto, in Canada.

Nel 1928, sperando di concentrarsi sulla sua attività europea, Rubenstein vendette la partecipazione di controllo nelle sue partecipazioni negli Stati Uniti a Lehman Brothers. Hanno pagato 7.3 milioni di dollari. Un anno dopo, decidendo che Lehman non poteva mantenere la qualità che aveva stabilito per la sua attività, Rubenstein riacquistò le azioni di controllo per $ 1.5 milioni.

Nonostante gli anni della depressione, l'impero della bellezza di Rubenstein è cresciuto. Un appassionato collezionista, è diventata famosa per le sue collezioni di dipinti, sculture e gioielli. Nel 1938 lei ed Edward Titus divorziarono e più tardi quello stesso anno Rubenstein sposò un russo, il principe Artchil Gourielli-Tchkonia. Sotto la sua tutela ha incontrato e si è mescolata con i ricchi e titolati del mondo. Insieme hanno creato una linea di prodotti per gentiluomini attraverso la House of Gourielli a New York City. Nel 1953 fu istituita la Fondazione Helena Rubenstein per aiutare a finanziare la ricerca e l'istruzione e per sostenere la Fondazione America-Israele.

Rimasto vedovo nel 1955, Rubenstein mantenne un programma impegnativo. Una mattiniera, spesso conduceva riunioni di lavoro nella sua camera da letto di New York, sistemata in un letto lucido con testiera e pediera fluorescenti. Diverse volte all'anno Rubenstein ha viaggiato in città chiave in tutto il mondo, alternativamente rimproverando e lodando i suoi agenti.

Secondo quanto riferito, Rubenstein conosceva tutti gli ingredienti di ognuno dei suoi prodotti di bellezza. Il suo stile personale era allo stesso tempo dittatoriale e generoso. A volte parsimonius fino all'ossessione, si dilettava nella sua collezione di gioielli da un milione di dollari mentre indossava camicie da notte da $ 4.99. (Teneva i suoi gioielli in una scatola di vestiti sotto il letto.)

Nel 1964 Rubenstein fu svaligiata nel suo appartamento di Park Avenue. Diversi domestici sono stati legati e imbavagliati e Rubenstein è stato legato a una sedia e minacciato. Si è rifiutata di rivelare la posizione di una chiave della sua cassaforte, ei ladri se ne sono andati a mani vuote mentre lei gridava aiuto.

La principessa Gourielli - Madame Helena Rubenstein - morì per cause naturali in un ospedale di New York il 1 aprile 1965. Aveva 94 anni.

Ulteriori letture

Patrick O'Higgins ha scritto una biografia vivace e impressionista di Helena Rubenstein in MADAME, una biografia intima (1971). Per dare uno sguardo ai primi anni di Rubenstein, una buona fonte è la sua autobiografia, La mia vita per la bellezza (1964). Entrambi i volumi includono ampie fotografie che mostrano Rubenstein in varie ambientazioni in tutto il mondo. □