Harriet ross tubman

Harriet Ross Tubman (ca. 1820-1913) era un'americana di colore che, in qualità di agente della Underground Railroad, una via di fuga clandestina usata per contrabbandare schiavi verso la libertà nel Nord e in Canada, aiutò centinaia di persone a fuggire dalla prigionia.

Nata nella contea di Dorchester, Md., All'inizio del 1820, Harriet Ross era una schiava che soffriva le solite difficoltà dei bambini neri durante il periodo della schiavitù del sud. La sua giovinezza sprecata di duro lavoro, nessuna istruzione e talvolta dure punizioni portò, prevedibilmente, al desiderio di sfuggire alla schiavitù. Nel 1848, con due fratelli (che in seguito si spaventarono e tornarono), scappò lasciando dietro di sé il marito, John Tubman, un uomo libero che aveva minacciato di smascherarla.

Durante i successivi 10 anni Harriet Tubman tornò nel sud 20 volte per aiutare circa 300 schiavi, inclusi i suoi stessi genitori, a fuggire. Utilizzando un complicato sistema di stazioni intermedie sulla rotta dal sud al Canada, si ritiene che non abbia mai perso una carica. Nel 1850 la legge federale sugli schiavi fuggitivi fu rafforzata con una clausola che prometteva la punizione a chiunque avesse aiutato uno schiavo in fuga. Inoltre, è stato fissato un prezzo di $ 40 per la cattura di Tubman. Così iniziò a trasportare alcuni schiavi oltre il nord per rifugiarsi in Canada.

Tubman ha sostenuto l'insurrezione di John Brown. Profondamente delusa dopo il fallimento, iniziò un intenso tour di conferenze nel 1860, chiedendo non solo l'abolizione della schiavitù, ma anche una ridefinizione dei diritti della donna. Nel 1861, quando iniziò la guerra civile, prestò servizio come infermiera, spia e scout per le forze dell'Unione. Conosceva bene la campagna fin dai tempi come "conduttore" della Underground Railroad, era considerata particolarmente preziosa come scout.

Dopo la guerra, a causa dell'inefficienza del governo e della discriminazione razziale, ad Harriet Tubman fu negata una pensione e dovette lottare finanziariamente per il resto della sua vita. Per alleviare questa pressione, Sarah Bradford scrisse una biografia di Miss Tubman (1869), e i profitti delle sue vendite le furono dati. Amica di molti dei grandi personaggi dell'epoca, ha finalmente ricevuto una piccola pensione dall'esercito americano. Nel frattempo, ha continuato a tenere lezioni.

Nel 1857 Harriet Tubman aveva acquistato una casa ad Auburn, NY. Negli ultimi anni la trasformò in una casa per anziani e bisognosi. Morì lì il 10 marzo 1913, lasciando la casa come monumento al suo carattere e alla sua volontà.

Ulteriori letture

Harriet Tubman è rappresentata in John F. Bayliss, ed., Narrazioni di schiavi neri (1970). Le biografie includono Sarah Elizabeth Bradford, Harriet Tubman: Il Mosè del suo popolo (1869; rev. Ed. 1961), e Earl Conrad, Harriet Tubman (1943). Anne Parrish, Una stella offuscata (1948) e Ann Petry, Harriet Tubman: direttore della Underground Railroad (1955), sono resoconti romanzati. □