Hammond, william alexander (1828-1900)

Neurologo, chirurgo generale dell'esercito americano

Esperienza prebellica. William Alexander Hamilton è nato ad Annapolis, nel Maryland, nel 1828 e ha conseguito la laurea in medicina presso l'Università della città di New York nel 1848. Ha trascorso un anno a lavorare al Pennsylvania Hospital di Filadelfia prima di trasferirsi a Saco, nel Maine, per istituire un medico pratica. Nel giro di pochi mesi abbandonò la sua pratica e si arruolò nell'esercito come assistente chirurgo. Ha ricoperto la carica per un decennio, prestando servizio nelle postazioni dell'esercito nel sud-ovest, Florida, Michigan e Kansas. Ha anche trascorso un po 'di tempo in Europa, studiando l'organizzazione medica e i servizi degli eserciti lì. Durante i suoi viaggi Hammond condusse indagini botaniche e fisiologiche. Ha pubblicato libri sulle sue scoperte, alcuni dei quali sono stati ristampati in Inghilterra e tradotti in tedesco e francese. Il suo Ricerche sperimentali relative al valore nutritivo e agli effetti fisiologici di albume, amido e gomma, quando usati singolarmente ed esclusivamente come alimento, pubblicato nel 1857, vinse il premio annuale dell'American Medical Association.

La guerra civile. Nel 1859 Hammond si dimise dall'esercito e divenne professore di anatomia e fisiologia presso l'Università del Maryland. Quando scoppiò la guerra civile, si arruolò nuovamente nell'esercito come assistente chirurgo. Ha aiutato a fondare ospedali militari a Baltimora, Hagerstown e Frederick, nel Maryland, prima di essere trasferito nel West Virginia, dove è diventato ispettore dei campi e degli ospedali sotto il generale William Rosecrans. Nel tentativo di migliorare l'amministrazione medica nell'esercito, la Commissione sanitaria degli Stati Uniti persuase il presidente Abraham Lincoln a nominare il chirurgo generale di Hammond nel 1862. Hammond iniziò diverse riforme nella sua nuova posizione, aumentando i requisiti per l'ammissione al corpo medico dell'esercito; espandere notevolmente il numero di ospedali generali, postali e di guarnigione; e lavorando con la Commissione sanitaria per creare condizioni più pulite e meno affollate negli ospedali. I suoi sforzi, così come quelli di altri riformatori, hanno portato a un tasso di mortalità ospedaliera molto più basso di quanto non fosse stato nelle guerre precedenti. Hammond ha anche sostenuto i piani, già esistenti, per un servizio di ambulanza dell'esercito e, nel 1862, ha creato un museo medico dell'esercito. Nonostante i suoi successi, i rapporti di Hammond con il Segretario alla Guerra Edwin M. Stanton erano tesi. Di conseguenza, nell'estate del 1864 Hammond fu espulso dalla corte marziale e licenziato dall'esercito con l'accusa di aver effettuato acquisti non autorizzati di medicinali e altre forniture. Nel 1878 il Congresso approvò un progetto di legge per riaprire il caso e nel 1879 Hammond fu esonerato da ogni accusa.

Rientro nella vita civile. Dopo essere tornato alla vita civile, Hammond ha aperto uno studio a New York e presto è diventato un leader nello studio della neurologia, che stava appena iniziando ad attirare l'attenzione specializzata della comunità medica. Nel 1866 accettò un posto come docente di malattie nervose e mentali nel 1866 presso il College of Physicians and Surgeons di New York; l'anno successivo divenne professore di malattie nervose e mentali al Bellevue Hospital Medical College. In seguito si trasferì in diverse altre istituzioni, inclusa l'Università della città di New York, prima di istituire un sanatorio per pazienti mentali a Washington, DC, nel 1889. Ha lavorato presso il sanatorio fino alla morte di malattie cardiache nel 1900. Durante questi anni dedica molta attenzione alle proprietà terapeutiche degli estratti animali.

Contributi alla medicina. Hammond ha pubblicato ampiamente durante la sua carriera. Le sue opere includono On Wakefulness: con un capitolo introduttivo sulla fisiologia del sonno (1866) Il sonno e i suoi squilibri (1869), e Pazzia nelle sue relazioni mediche (1883); la sua opera più significativa, Trattato sulle malattie del sistema nervoso, è stato pubblicato nel 1871. Hammond ha anche fondato o cofondato diverse riviste mediche, tra cui il Journal of Nervous and Medical Diseases, e ha pubblicato diversi romanzi e opere teatrali. Dimostrando che almeno alcuni disturbi mentali erano malattie a base fisica che potevano essere curate con mezzi medici, Hammond ha aperto la strada al campo della neurologia in America. Se il conflitto con il segretario Stanton non si fosse verificato, Hammond avrebbe potuto attuare ancora più riforme ospedaliere come chirurgo generale. Sebbene le sue proposte di creare una scuola medica militare e un ospedale generale permanente a Washington non furono accettate all'epoca, sarebbero state realizzate negli anni successivi.