Guillermo endara

Guillermo Endara (nato nel 1936) è stato membro del Partito Panameñista e alleato di Arnulfo Arias per molti anni prima della sua insediamento come presidente di Panama da parte del governo degli Stati Uniti nel 1989.

Guillermo Endara è stato insediato come presidente di Panama durante l'invasione del Natale 1989 (Operazione Just Cause) dalle forze militari statunitensi inviate a deporre il generale Manuel Noriega. Fino al maggio 1989 Endara era praticamente sconosciuta agli americani. Poi è diventato il candidato alla presidenza del Partito Panameñista e la scelta della crescente opposizione della classe media di Noriega, la Civil Democratic Opposition Alliance. I dignitari stranieri (tra cui l'ex presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter) che hanno monitorato le elezioni del 7 maggio 1989 hanno convenuto che Endara ha vinto in modo decisivo. Ma Noriega ha ordinato il sequestro delle urne e successivamente ha dichiarato nulle le elezioni e ha inviato la sua squadra di goon (i Dignity Battalions) a molestare l'opposizione, molti dei quali erano scesi in piazza in segno di protesta. Endara e il candidato alla vicepresidenza Guillermo Ford sono stati entrambi attaccati. Endara ha festeggiato il suo 53 ° compleanno in un letto d'ospedale guarendo da un pestaggio con una sbarra di ferro, e la sua prima moglie, Marcela, dalla quale ha avuto una figlia, è morta di infarto mentre era a letto. Ha dovuto attendere l'invasione degli Stati Uniti per ripristinare l'ufficio esecutivo panamense. Ha prestato giuramento nel cuore della notte tra il 19 e il 20 dicembre in una base militare statunitense. Il 28 dicembre, dopo che Noriega si era rifugiato all'interno dell'ambasciata vaticana a Panama City, Endara scrisse a Papa Giovanni Paolo II, supplicandolo che i suoi ambasciatori cedessero Noriega all'invasione americana, poiché Endara non poteva garantire a Noriega un equo processo a Panama , cosa che hanno fatto. Sei mesi dopo Endara si sentì abbastanza sicura in carica da sposare Ann Mae Diaz Chen, una studentessa di legge.

Guillermo Endara Gallimany nasce il 12 maggio 1936 in una famiglia borghese. I suoi genitori erano strettamente alleati con Arnulfo Arias, fondatore del movimento nazionalista (e un tempo antiamericano) panameñista alla fine degli anni '1930. Quando Arias fu rovesciato in un colpo di stato del 1941, la famiglia Endara lo raggiunse in esilio. Durante questo periodo il giovane Guillermo è andato a scuola in Argentina e una scuola militare a Los Angeles, in California. Tornato a Panama, Endara ha frequentato la University of Panama Law School, laureandosi primo nella sua classe. Ha poi frequentato la New York University per ulteriori studi di legge fino a quando è tornato a Panama nel 1963, aiutando a fondare Solis, Endara, Delgado e Guevara, ora uno degli studi legali di maggior successo di Panama. Ha servito due mandati all'Assemblea nazionale panamense e ha insegnato legge all'università. Nel 1968, quando Arias tornò alla presidenza per la terza volta, Endara servì come ministro della pianificazione e della politica economica di Arias. Quando la Guardia nazionale panamense (che divenne le Forze di difesa di Panama nel 1982) rovesciò Arias nel colpo di stato dell'ottobre 1968, Endara andò in clandestinità, fu incarcerata nel 1971 e si unì all'esecutivo deposto in esilio fino a quando il divieto di Arias non fu revocato.

Negli anni '1980 Endara aveva uno studio legale a Panama City e ha continuato a tenere conferenze presso l'Università di Panama Law School. I suoi legami politici con Arias sono rimasti forti, tuttavia, e ha sostenuto la continua opposizione di Arias all'interferenza dell'esercito panamense nella politica nazionale. Ormai il crescente disincanto del governo degli Stati Uniti (che, nell'interesse della sicurezza nazionale e dei suoi sforzi per condurre una guerra segreta contro il governo del Nicaragua, aveva tollerato il traffico di stupefacenti e il commercio di armi di Noriega) rese Arias e la sua causa più appetibili. Quando Arias morì nel 1988, Endara si assunse il compito gigantesco di guidare l'opposizione a Noriega e la militarizzazione di Panama. Nella campagna del 1989 ha promesso di reintegrare la democrazia nella vita politica panamense e rimuovere Noriega dal potere. Sette mesi dopo le elezioni, l'invasione natalizia ripristinò la vittoria che i teppisti di Noriega gli avevano negato.

Endara e i suoi due vicepresidenti, Guillermo Ford e Ricardo Arias Calderon, hanno affrontato un compito difficile. Sei anni di governo di Noriega avevano lasciato gran parte di Panama in povertà. Inoltre, un anno dopo l'invasione più di 2,000 persone a Panama City erano ancora senza casa a causa delle armi statunitensi.

Per richiamare l'attenzione su questi problemi, Endara ha organizzato uno sciopero della fame pubblico dai gradini della Cattedrale Metropolitana di Panama City. Ha visitato l'allora presidente degli Stati Uniti George Bush, premendo per 1 miliardo di dollari in aiuti di emergenza e misure di cooperazione per ridurre il traffico di stupefacenti panamense. Il denaro, man mano che entrava lentamente, veniva utilizzato per le spese governative, ma dove era necessario di più era nelle forze di polizia, dal momento che la criminalità di strada e il traffico di stupefacenti erano saliti alle stelle da quando Noriega ei suoi associati erano stati epurati.

Nonostante ciò, l'economia è migliorata da quando Endara è riuscita a convincere gli investitori stranieri che le banche panamensi erano ancora una volta depositarie sicure della loro ricchezza. Le nuove costruzioni e le imprese prosperarono e la maggior parte delle attività esistenti prima dell'invasione fu nuovamente attiva. Anche il tasso di disoccupazione di quasi il 50% quando Endara è entrato in carica è sceso di oltre il 25%. Eppure c'erano ancora critiche nei confronti dell'amministrazione, poiché tendeva ad essere popolata da uomini d'affari conservatori e ricchi che avevano pochi legami con i poveri. Il mandato di Endara come presidente terminò nell'agosto 1994. Gli successe Ernesto Pérez Balladares.

Ulteriori letture

Per ulteriori informazioni su Guillermo Endara e sulla politica panamense vedere Frederick Kempe, Divorziare dal dittatore: affare pasticciato dell'America con Noriega (1990); e John Dinges, Il nostro uomo a Panama: come il generale Noriega ha usato gli Stati Uniti e ha fatto milioni di droga e armi (1990); John e Mavis Biesanz, Il popolo di Panama (1955); Steve C. Ropp, Politica panamense: da nazione sorvegliata a guardia nazionale (1982); e William Jorden, Panama Odyssey: da colonia a partner (1983). □