Grand Central Terminal

Il Grand Central Terminal, tra la Quarantaduesima Strada e Park Avenue a New York City, si erge come un magnifico monumento in stile Beaux Arts all'era delle ferrovie americane. Nel cuore del terminal, il Grand Concourse, la cattedrale secolare di New York City, funge da crocevia per

midtown Manhattan. Il terminal e il cantiere della metropolitana a due piani, che si estende dalla quarantaduesima alla cinquantaseiesima strada tra Madison e Lexington Avenue, sostituì la prima Grand Central costruita nel 1871 dal Commodoro Cornelius Vanderbilt e dalle sue Ferrovie di New York Central e Harlem.

Nel 1901, William J. Wilgus, ingegnere capo della New York Central, propose un piano sfaccettato di straordinaria complessità per una nuova struttura. La ferrovia prevedeva di costruire un nuovo terminal e un cantiere ferroviario sotterraneo a due piani e di elettrificare le operazioni nelle contee di Manhattan, Bronx e Westchester. Per pagare l'enorme costo, Wilgus ha proposto di sviluppare i diritti aerei sul cantiere della metropolitana a due piani creando hotel di lusso, uffici commerciali e appartamenti.

Gli scavi hanno rimosso tre milioni di piedi cubi di roccia e terra. La costruzione dello scalo sotterraneo ha consumato trentamila tonnellate di acciaio, tre volte di più del necessario per la Torre Eiffel. L'elettrificazione è proseguita parallelamente alla costruzione. Whitney Warren e la partnership di Charles Reed e Alan Stem di Minneapolis hanno progettato il complesso. Warren, formatosi all'École des Beaux-Arts di Parigi, ha disegnato i piani per l'edificio monumentale del terminal sulla Quarantaduesima Strada che fungesse da magnifica porta di accesso a New York.

Salutato alla sua apertura nel 1913 come il "più grande terminal ferroviario del mondo", il nuovo Grand Central trasformò l'area intorno alla Quarantaduesima Strada in una miscela armoniosa di hotel, edifici per uffici e appartamenti, molti dei quali collegati direttamente da passaggi sotterranei al terminale. Park Avenue, a nord di Grand Central, divenne il grande viale di New York City, fiancheggiato da appartamenti e hotel di lusso costruiti sopra il cortile della metropolitana.

Nonostante il successo di Grand Central, la New York Central e tutte le ferrovie della nazione entrarono presto in un periodo di rapido declino. La Grand Central ha sofferto perché la ferrovia ha lottato per decenni per rimanere solvibile. Mentre il declino continuava dopo la seconda guerra mondiale, la ferrovia nel 1954 annunciò piani per distruggere il terminal e sostituire il Grand Concourse con un alto edificio per uffici. I newyorkesi si sono mobilitati per salvare la Grand Central e New York City ha approvato la legge sulla conservazione dei punti di riferimento che designa l'edificio come punto di riferimento. Seguì un'aspra battaglia giudiziaria fino a quando la Corte Suprema degli Stati Uniti nel 1978 non confermò lo status di punto di riferimento della Grand Central.

Il deterioramento continuò durante la lunga battaglia di corte fino a quando la neonata Metro-North Railroad non assunse la gestione del terminal. Sono stati formulati piani di restauro e sono stati assicurati i finanziamenti per ripristinare Grand Central. Il 1 ° ottobre 1998, dopo il completamento del restauro, una ridedicazione ha richiamato dignitari e normali newyorkesi per celebrare la rinascita di una delle glorie della città: il Grand Central Terminal, il crocevia di New York City.

Kurt C. Schlichting