Goskomstat

Il termine Goskomstat è l'abbreviazione utilizzata per designare il Comitato statale per la statistica (Gosudarstvennyi Komitet Statistiki, o Goskomstat), che, nel luglio 1997, ha sostituito l'Agenzia centrale di statistica (TsSU). Fondato nel 1918, l'Ufficio statistico sovietico subì varie trasformazioni istituzionali a partire dal gennaio 1930, quando fu istituita la pianificazione centrale. L'ufficio ha perso la sua indipendenza istituzionale quell'anno ed è stato assunto da Gosplan, l'Amministrazione statale per la pianificazione. Le sue missioni sono state ridefinite. Da quel momento in poi il suo compito principale sarebbe stato quello di fornire a Gosplan i numeri necessari per creare gli indicatori necessari alla gestione pianificata dell'economia e della società sovietica. I conflitti scoppiarono già alla fine degli anni '1920 tra gli statistici della TsSU e la leadership politica su una serie di questioni, in particolare sulla misurazione dei livelli di raccolto e sull'analisi delle differenze sociali nelle campagne. Durante gli anni '1930, i disaccordi sul numero della popolazione portarono alle purghe che toccarono la maggior parte dei funzionari responsabili del censimento del 1937. Nel 1948, TsSU divenne nuovamente indipendente da Gosplan, ma la sua attività rimase essenzialmente pianificazione e miglioramento degli indicatori.

In seguito all'avvio delle politiche della perestrojka, nel 1985, un decreto del 17 luglio 1987 affermava la necessità di "ricostruire le basi dell'attività statistica nel Paese". Tuttavia, la gestione pianificata dell'economia non è stata abbandonata immediatamente. Il 1991 segna una rottura sotto questo aspetto con l'ingresso di Goskomstat in un periodo di riforme chiaramente orientate all'abbandono della pianificazione e alla transizione verso un'economia di mercato. In primo luogo, la scomparsa dello stato sovietico ha causato lo scioglimento del Goskomstat dell'URSS seguito dal trasferimento dei suoi vari servizi a ogni nuovo stato nato dall'ex Unione Sovietica: ognuno ha creato il proprio comitato o dipartimento di statistica. Dopo la fondazione del Commonwealth of Independent States (CIS), il 30 dicembre 1991, è stato creato un comitato statistico per coordinare le attività dei comitati statistici degli stati membri della CSI.

L'adeguamento ai nuovi vincoli imposti alla produzione di dati statistici derivanti dalla transizione verso un'economia di mercato ha portato a una serie di diversi programmi che hanno interessato Goskomstat a partire dal 1992. La rifusione degli indicatori economici, l'elaborazione di nuovi strumenti di monitoraggio, in particolare per il commercio e le attività finanziarie e i metodi per raccogliere dati economici da un numero crescente di società esterne al settore statale, così come la costruzione di un nuovo sistema di contabilità nazionale, sono stati tutti realizzati grazie al supporto dell'esperienza delle amministrazioni statistiche dei paesi occidentali. La preoccupazione per la capacità di confrontare i dati statistici russi con quelli rilasciati da altri paesi spiega l'attenzione che è stata data all'elaborazione di principi per il calcolo del PNL e di indicatori quali prezzo, popolazione, lavoro, commercio estero e statistiche sull'attività finanziaria che corrispondono le pratiche adottate dalle nazioni occidentali in questo campo.