Gobiidae

I ghiozzi, appartenenti al sottordine Gobioidei, sono piccoli pesci che abitualmente vivono al largo delle regioni tropicali e temperate calde. Trascorrono la maggior parte del loro tempo riposando sul fondo vicino a crepe protettive nelle barriere coralline o nelle tane nella sabbia. La maggior parte delle specie ha pinne pelviche fuse che formano una ventosa sul lato inferiore. Un ghiozzo usa questa ventosa per aggrapparsi alle rocce in modo che non venga lavato via dalle correnti oceaniche.

Il sottordine dei Gobioidei è suddiviso in 212-1,900 famiglie, a seconda del sistema tassonomico impiegato. La famiglia più numerosa nel sottordine, e in effetti la più grande famiglia di tutti i pesci tropicali, è il Gobiidae. Anche se il conteggio non è completo, ci sono circa 500 generi e XNUMX specie all'interno della famiglia Gobiidae in tutto il mondo; almeno XNUMX di queste specie vivono nell'Oceano Indo-Pacifico.

Caratteristiche generali

Sebbene alcune specie siano moderatamente allungate, i ghiozzi sono solitamente pesci molto piccoli e compatti. Il vertebrato più piccolo del mondo è, infatti, un ghiozzo noto come Trimmatom nanus che vive al largo delle isole filippine. Questo ghiozzo non cresce mai più lungo di 0.3-0.4 pollici (8-10 mm). Altri due ghiozzi che vivono nelle Filippine: il Pandaka pygmaea e la Mistichthys luzonensis —Sono tra i pesci d'acqua dolce più corti del mondo; le femmine di queste specie maturano a 0.4-0.43 (10-11) mm di lunghezza. Mentre la maggior parte di essi non supera i 4 cm di lunghezza, la gamma più ampia arriva fino a 10 cm.

Uno dei tratti più insoliti dei veri ghiozzi è la "ventosa" situata nella parte inferiore vicino alle aree pelviche. Le loro ossa pelviche sono fuse tra loro; quindi, le loro pinne pelviche sono unite, almeno alla base. Nei veri ghiozzi la pinna è collegata da una sottile membrana che permette alla ventosa di creare il vuoto; i ghiozzi possono usare questo vuoto per ottenere una presa salda sugli oggetti. Questa ventosa esiste in molte varianti differenti. In alcune specie, le pinne pelviche sono completamente collegate da una membrana; in altri le alette sono parzialmente o completamente separate.

I ghiozzi sono inoltre caratterizzati dalla presenza di una pinna dorsale in due parti, una pinna situata sul dorso. La prima parte della pinna dorsale può avere fino a otto raggi non ramificati, sebbene a volte questi raggi siano completamente assenti. I ghiozzi di solito, ma non sempre, hanno delle scale; queste scaglie a volte sono presenti solo in parti specifiche del loro corpo. Le loro bocche si trovano solitamente sulla punta del corpo e spesso sporgono dai loro volti. Le loro mascelle contengono denti potenti che sono adatti per mangiare invertebrati o piccoli pesci.

In generale, i ghiozzi si sono sviluppati in modi abbastanza diversi nel corso della loro evoluzione. Mentre di solito vivono in acqua salata, si trovano spesso in acqua salmastra e talvolta anche in acqua dolce. In effetti, i ghiozzi sono spesso i pesci più abbondanti nell'acqua dolce delle isole oceaniche. Alcune specie vivono persino nei fiumi in montagna. Si sono adattati a vivere in habitat molto diversi, vivendo, ad esempio, all'interno di spugne e persino sulla terra.

Comportamento

La maggior parte delle specie di ghiozzi vivono sul fondo. Inoltre, non sono nuotatori molto aggraziati, perché i loro movimenti sono tipicamente a scatti. I ghiozzi si spingono con alcuni forti battiti della coda e si dirigono con le pinne pettorali. Sono carnivori, si nutrono di crostacei, piccoli invertebrati, uova di pesce, vermi e altri piccoli pesci.

Nella maggior parte delle specie, gli occhi sono il loro organo sensoriale più importante, soprattutto per rilevare prede e pericoli. Va notato, tuttavia, che alcune specie si sono adattate a vivere nelle caverne e di conseguenza non hanno occhi. Queste specie si basano principalmente sul loro senso dell'olfatto. Inoltre, anche nelle specie con vista normale, l'olfatto viene utilizzato per riconoscere i membri del sesso opposto. Inoltre, è stato dimostrato che i ghiozzi possiedono la capacità di sentire.

Distinzioni insolite

Tre generi di ghiozzo: i mudskippers (Perioph-talmus ), La Boleophthalmus, e il Scartelaos —Atto come veri anfibi. Forse il più noto di questi generi è il saltafango. Questi ghiozzi possono muoversi a velocità considerevole sulla terra usando le loro pinne pettorali simili a braccia. In molte specie di saltafango, le pinne pelviche sono separate e utilizzate anche come braccia attive indipendenti. È interessante notare che gli occhi dei saltafango, che ben si adattano alla vista nell'aria, si trovano su steli sulla sommità delle loro teste; i pesci sono in grado di elevare e ritrarre questi gambi a seconda delle loro necessità.

Riproduzione e longevità

I ghiozzi si riproducono in primavera e in estate. I maschi adulti definiscono un territorio intorno ai nidi scelti, che spesso sono buchi nelle rocce, sotto pietre o conchiglie, o anche in scarpe vecchie. Dopo la deposizione delle uova, le femmine depongono le uova in una zona sul lato inferiore del tetto del nido. I ghiozzi maschi proteggono le uova finché non si schiudono.

A seconda della specie, i ghiozzi possono vivere da uno a 12 anni. Ad un estremo, il Aphia con Crystallogobius le specie muoiono subito dopo la loro prima stagione riproduttiva, quando hanno un anno. All'altro estremo, il ghiozzo delle rocce e il ghiozzo macchiato di leopardo non maturano nemmeno fino all'età di due anni.

Risorse

Libri

Nelson, Joseph S. Pesci del mondo. 4a ed. New York: John Wiley & Sons, 2006.

Webb, JE Guida ai pesci viventi. New York: Macmillan, 1991.

Whiteman, Kate. Enciclopedia mondiale di pesci e crostacei. New York: Lorenz Books, 2000.

Kathryn Snavely