Glover, savion

19 Novembre 1973

Il veterano del tip tap Gregory Hines ha definito Savion Glover "il miglior ballerino di tip tap che sia mai esistito". Nato a Newark, nel New Jersey, Glover è cresciuto in un progetto di edilizia residenziale con sua madre. Dall'età di due anni ha mostrato un'affinità per il ritmo, battendo i suoni su pentole e padelle a piacimento. Yvette Glover iscrisse Savion al tip tap all'età di sette anni al Broadway Dance Center di New York. Savion ricorda di aver picchiettato negli stivali da cowboy - le uniche scarpe con la suola rigida che sua madre poteva permettersi - per sette mesi prima di ricevere il suo primo paio di scarpe da tip tap.

All'età di dodici anni Glover si è assicurato il ruolo principale in Broadway Il Tap Dance Kid. Nel 1989 è stato nominato per il suo primo Tony Award per la sua interpretazione in Nero e blu. Nello stesso anno ha recitato con Gregory Hines e Sammy Davis Jr. nel film Rubinetto. Nel 1992 è diventato il più giovane destinatario di una borsa di studio National Endowment for the Arts (NEA) per la coreografia. Dal 1991 al 1994, ha recitato nella produzione di Broadway L'ultima marmellata di Jelly e insegnava lezioni di tip tap ai bambini ovunque andasse. Dal 1991 al 1995 è stato ospite fisso di Sesame Street.

Il più grande risultato di Glover è stato il suo coinvolgimento nell'originale Porta 'da Noise, Porta' da Funk, che ha avuto inizio alla fine del 1995. Lo spettacolo, una spettacolare esibizione di stili musicali neri tra cui hip-hop e nuovi stili di tip tap, ha ottenuto nove nomination ai Tony nel 1996. In qualità di coreografo e star dello spettacolo di Broadway, Glover ha vinto uno degli spettacoli quattro premi per il miglior coreografo.

Nel 2004, dopo tre anni lontano dai riflettori e in lutto per la morte del suo amico Gregory Hines, Glover riemerse con un rinnovato entusiasmo come ballerino, attore e istruttore di danza.

Guarda anche Davis, Sammy, Jr .; Hines, Gregory; Teatro musicale; Tip tap; Danza teatrale

Bibliografia

Acocella, Joan. "Taking Steps. (Glover, Savion)" The New Yorker 79, n. 42 (12 gennaio 2004): 77–78.

Hildebrand, Karen. "A Conversation. (Savion Glover)" Rivista di danza 78, no. 5 (maggio 2004): 35.

Winship, Frederick M. "La carriera di Savion Glover esplode". United Press International (Gennaio 17, 2004).

rachel zellars (2001)
Aggiornato dall'editore 2005