Gloucester, Virginia

Gloucester, Virginia. 3 ottobre 1781. Il 3 ottobre il generale Claude-Gabriel, marchese de Choisy si recò a Gloucester, stabilendo il suo quartier generale a Sewell's Plantation and Ordinary. Ha formato un cordone completamente attraverso la penisola a circa tre miglia dalle linee britanniche e ha pattugliato in modo aggressivo la terra di nessuno che ne risultava. I difensori sotto il comando sul campo di Banastre Tarleton hanno tentato di opporsi a questa avanzata ma sono stati respinti in una dura scaramuccia. Questo impegno, l'unico di sostanza sul lato nord del fiume York durante l'assedio, iniziò all'alba quando il capitano Johann von Ewald si trasferì dalle opere britanniche con una task force di circa sessanta fanteria leggera (principalmente dalla sua compagnia jäger) e cento cavalieri leggeri per stabilire una linea di screening mentre il corpo principale della fanteria britannica e lealista conduceva un'operazione di foraggiamento. I raccoglitori stavano rientrando al campo verso le dieci del mattino quando Choisy si fece avanti. Armand, i dragoni del duca di Lauzun, circa trentacinque dei quali erano armati di lance, formavano l'avanguardia alleata e la cavalleria della Legione di Tarleton copriva le retrovie britanniche. Ecco il resoconto di Lauzun di quanto accaduto:

[Quando furono segnalati i dragoni nemici, dice,] andai avanti per imparare quello che potevo. Ho visto una donna molto carina ... [che] ... mi ha detto che il colonnello Tarleton aveva lasciato la sua casa un attimo prima; che era molto ansioso di stringere la mano al duca francese. Le ho assicurato che ero venuto apposta per gratificarlo. Sembrava molto dispiaciuta per me, a giudicare dall'esperienza, suppongo, che Tarleton fosse irresistibile.

Lauzun ha continuato:

Non ero a cento passi da casa quando ho sentito i colpi di pistola della mia avanguardia. Mi precipitai in avanti a tutta velocità per trovare un pezzo di terreno dove poter formare una linea di battaglia. Quando sono arrivato ho visto la cavalleria inglese in forza tre volte la mia; L'ho caricato senza fermarmi; ci siamo incontrati di mano in mano. Tarleton mi vide e mi venne incontro con la pistola alzata. Stavamo per combattere da solo tra le due truppe quando il suo cavallo fu scagliato da uno dei suoi dragoni inseguito da uno dei miei lancieri. Lo raggiunsi per catturarlo [mentre giaceva inchiodato sotto il suo cavallo]; una truppa di dragoni inglesi cavalcò tra noi e coprì la sua ritirata; ha lasciato il suo cavallo con me. Mi ha addebitato due volte senza rompere la mia linea; Caricai per la terza volta, rovesciai una parte della sua cavalleria e lo trascinai all'interno del trinceramento di Gloucester. (Lauzun, pagg. 207-208)

L'azione si è svolta lungo una strada che correva tra campi chiusi a circa quattro miglia da Gloucester. Questa corsia sfociava in un'area dove c'erano boschi a sinistra di Lauzun e un campo aperto a destra; Mezzo miglio più in là lungo la strada c'era una piccola ridotta. Dopo l'ultima carica menzionata sopra da Lauzun, Tarleton riunì la sua cavalleria dietro la fanteria di supporto che venne in suo soccorso e respinse gli ussari francesi. Successivamente, la milizia della Virginia guidata dall'esperto John Mercer si fece avanti per formare una linea inflessibile di fanteria alleata. Tarleton testò brevemente gli uomini, ma quando rimasero fermi, si ritirò nelle trincee, ponendo fine all'azione.

Le vittime francesi furono tre uccise e sedici ferite; l'aggiunta di Mercer probabilmente aumenta leggermente il totale alleato. Le stime delle perdite sul lato britannico vanno da dodici a cinquanta uccisi, feriti e catturati.