Giurisprudenza e diritto

Legge globale . La legge musulmana, basata sulle fonti divinamente rivelate e guidate del Corano e degli hadith, costituisce il fulcro e la spina dorsale della religione dell'Islam. A differenza dei sistemi giuridici occidentali, la legge musulmana copre e prescrive il comportamento in tutti gli ambiti della vita, comprese sia le azioni individuali che sono private per il sé sia ​​le relazioni che coinvolgono due o più parti. Pertanto, la legge musulmana è più completa della maggior parte degli altri sistemi legali. In effetti, il Corano chiarisce che non possono esserci decisioni legali legittime che non siano secondo ciò che Dio ha rivelato (5: 44–45, 47). La legge musulmana è anche diversa dalla legge occidentale nella sua origine. Fa risalire l'origine dei suoi principi e delle sue prescrizioni a testi di origine divina interpretati da studiosi non di solito alle dipendenze dello Stato, stabilendo così per un'intera società un ordinamento giuridico generale non amministrato direttamente dallo Stato. Tuttavia, i governanti di solito intervenivano in quelle aree del diritto che avevano un impatto pubblico, spesso aggiungendo leggi decretate e applicate da loro stessi. Così, la Shari'ah (legge sacra) divenne più sviluppata e rimase più applicata nei regni privati

che in pubblico. In effetti, si possono collocare diverse categorie di leggi su un continuum da più privato a più pubblico per mostrare in ordine decrescente l'estensione dell'applicazione della Shari'ah. Queste categorie sarebbero: forme di culto, necessariamente le più private e le più governate dalla religione, diritto di famiglia, diritto commerciale, diritto penale, procedura giudiziaria, relazioni estere e guerra, e infine amministrazione dello Stato. In epoca classica, sia la religione che il diritto di famiglia erano completamente governati dalla Shari'ah.

[Questo testo è stato soppresso a causa di limitazioni dell'autore]

La legge commerciale della Shari'ah era ampia e dettagliata, ma non sempre poteva essere applicata nella pratica e il grado della sua applicazione variava. Il diritto penale non era così sviluppato e non è stato applicato completamente perché i governi ritenevano che le leggi sulla prova fossero troppo rigorose per controllare efficacemente il crimine. Pertanto, i casi penali erano spesso gestiti dallo Stato mazalim tribunali piuttosto che dai tribunali della Shari'ah. Le regole di procedura giudiziaria della Shari'ah furono applicate in parte, ma non completamente. Le relazioni estere, la guerra e l'amministrazione governativa erano sotto il controllo totale dello stato, che solo raramente era influenzato da argomenti religiosi lontano dal fare ciò che era opportuno.