Giornale di storia afroamericana, il

Non appena ha fondato l'Association for the Study of Negro Life and History (ora Association for the Study of African American Life and History), lo storico afroamericano Carter G. Woodson (1875-1950) sperava di iniziare a pubblicare un " Quarterly Journal of Negro History ". Prima dell'istituzione di questa pubblicazione da parte di Woodson, gli storici bianchi controllavano la produzione e la distribuzione di borse di studio nella storia dei neri attraverso le politiche editoriali che avevano formulato per le riviste accademiche. Nel gennaio 1916, appena quattro mesi dopo la fondazione dell'associazione, il primo numero del Journal of Negro History era pubblicato. Diversi membri del consiglio esecutivo di Woodson ritenevano che la pubblicazione della rivista fosse troppo rischiosa e sostenevano che avrebbe dovuto ottenere un maggiore sostegno finanziario prima di lanciare la nuova pubblicazione. Woodson, tuttavia, non avrebbe ritardato la pubblicazione, poiché riteneva che la raccolta di fondi sarebbe stata più facile se i potenziali abbonati e contributori potessero vedere il prodotto del suo lavoro. Tuttavia, durante la sua lunga carriera di editore, Woodson ha dovuto dedicare una quantità eccessiva del suo tempo alla raccolta di fondi per la rivista, poiché era un continuo esaurimento delle sue risorse finanziarie. È riuscito a continuare e non ha mai perso un numero durante i suoi trentacinque anni di carriera come editore.

La rivista era il fulcro del programma di ricerca di Woodson e forniva agli studiosi neri uno sbocco per la pubblicazione della loro ricerca. Senza di essa, molti meno studiosi neri sarebbero stati in grado di pubblicare il loro lavoro. Serviva anche come sbocco per la pubblicazione di articoli scritti da studiosi bianchi le cui interpretazioni differivano dalla corrente principale della professione storica.

Attraverso la rivista, Woodson ha promosso la storia dei neri, combattuto la storiografia razzista scritta da studiosi bianchi e fornito un veicolo per la pubblicazione di articoli sull'esperienza dei neri in Africa e nelle Americhe. Woodson ha formulato una politica editoriale molto inclusiva. A livello topico, la rivista ha fornito una copertura su tutti gli aspetti dell'esperienza nera: schiavitù, tratta degli schiavi, cultura nera, famiglia, religione, trattamento degli schiavi, resistenza alla schiavitù, antischiavista e abolizionismo e articoli biografici su eminenti afroamericani. Cronologicamente, gli articoli coprivano il sedicesimo attraverso il ventesimo secolo. Amatori interessati, così come studiosi, hanno pubblicato importanti articoli storici sulla rivista e Woodson si è preso cura di mantenere questo equilibrio tra i contributori. La maggior parte dei primi contributori erano i suoi colleghi neri e soci di Washington, DC, scuole pubbliche, Howard University e le organizzazioni a cui era affiliato. Quando gli mancavano abbastanza articoli, Woodson poteva aver scritto articoli e firmato i nomi dei suoi amici. Ha anche scritto la maggior parte delle recensioni di libri nei primi numeri, a volte lasciandole non firmate o utilizzando pseudonimi.

Gli autori che hanno pubblicato sulla rivista sono stati pionieri dell'interpretazione e del metodo nella storia dei neri. Hanno usato molte delle tecniche che sono state successivamente adottate dagli storici sociali, a partire dagli anni '1960. Gli autori hanno sottolineato i risultati positivi e i contributi degli afroamericani durante la schiavitù, hanno enfatizzato le lotte dei neri contro la schiavitù, hanno scoperto le ricche tradizioni culturali che i neri mantenevano in schiavitù e sfidato la credenza ampiamente diffusa nell'inferiorità dei neri. Molti studiosi hanno pubblicato articoli significativi che interpretavano la schiavitù dal punto di vista degli schiavi, piuttosto che dal punto di vista dei padroni. Questa interpretazione ha facilitato un cambiamento nella storiografia nella corrente principale della professione storica, che avrebbe iniziato ad adottare questa prospettiva solo alla fine degli anni '1950. Tra gli articoli pionieristici pubblicati nella rivista c'erano quelli di Herbert Aptheker, Melville Herskovits, Arthur Link, Kenneth Stampp e, in particolare, Richard Hofstader, la cui critica dello storico UB Phillips apparve nel 1944. Notevole anche l'enfasi degli storici neri sul nero cultura creata durante la schiavitù. Pur riconoscendo la durezza della schiavitù, questi studiosi sostenevano che i neri avevano abbastanza autonomia per creare istituzioni distintive. Hanno anche preso atto del background africano e dell'influenza della cultura africana sulla cultura afroamericana.

Tra i tanti studiosi neri che hanno pubblicato nel Journal of Negro History nei suoi primi anni c'erano John Hope Franklin, Lorenzo Johnson Greene, Rayford Logan, Benjamin Quarles, Charles Wesley ed Eric Williams. Woodson ha anche pubblicato più articoli di e sulle donne rispetto a qualsiasi altra importante rivista storica. Ha evidenziato la pubblicazione di materiali di origine documentaria che lui ei suoi collaboratori avevano scoperto durante la ricerca; nel 1925, almeno un quarto dello spazio della rivista era dedicato alla pubblicazione di trascrizioni di materiali di origine primaria, incoraggiandone così l'uso da parte di studiosi che altrimenti non li avrebbero conosciuti.

Senza gli sforzi di Woodson, gli studiosi contemporanei avrebbero meno risorse per studiare la storia afroamericana. Woodson si ritirò come editore della rivista nel 1950. Gli successe Rayford W. Logan (1950–1951), William M. Brewer (1951–1970), W. Augustus Low (1970–1974), Lorraine A. Williams (1975) –1976), Alton Hornsby Jr. (1976-2003) e VP Franklin, che ha assunto la direzione del direttore nel 2003. Nel 2001 il nome della rivista è stato cambiato in Giornale di storia afroamericana.

Guarda anche Associazione per lo studio della vita e della storia afroamericana; ; Woodson, Carter G.

Bibliografia

Conyers, James L., Jr. Carter G. Woodson: un lettore storico. New York: Garland Publishing, 1999.

Goggin, Jacqueline. Carter G. Woodson: una vita nella storia nera. Baton Rouge, La .: Louisiana State University Press, 1993.

Goggin, Jacqueline. "Borsa di studio contro il razzismo bianco: Carter G. Woodson e il Journal of Negro History." Journal of Negro History 68 (1983): 355-375.

jacqueline goggin (1996)
Bibliografia aggiornata