Gilda degli scrittori di Harlem

Alla fine degli anni '1940, un certo numero di giovani afroamericani talentuosi e ambiziosi cercavano un modo per esprimere contemporaneamente la loro creatività e promuovere il cambiamento sociale. Due di queste figure erano Rosa Guy (nata nel 1925/28) e John Oliver Killens (1916-1987), che avevano studiato letteratura e scrittura presso importanti istituzioni come la New York University, ma si erano resi conto che il mondo letterario tradizionale era in gran parte inaccessibile ai neri. Di conseguenza, iniziarono a incontrarsi con gli scrittori Walter Christmas e John Henrik Clarke (1915–1998) in un negozio di Harlem per criticare le idee e le storie degli altri. All'inizio degli anni '1950 questo laboratorio divenne noto come Harlem Writers Guild. Durante i primi anni della gilda, le riunioni si tenevano spesso a casa di Killens, così come a casa dell'artista Aaron Douglas. Con la crescita dei membri, la Gilda ha influenzato diverse generazioni di scrittori afroamericani.

Killens ' Youngblood (1954) è stato il primo romanzo pubblicato da un membro della gilda. Apparendo acclamato dalla critica all'inizio del movimento per i diritti civili, raccontava la storia di una famiglia nera del sud che lottava per la dignità all'inizio del ventesimo secolo. Sebbene Killens fosse originario della Georgia e una voce instancabile che protestava contro l'ingiustizia razziale negli Stati Uniti, era anche coinvolto nella politica di sinistra da giovane, e i partecipanti alla gilda, molti dei quali erano organizzatori di sindacati o membri del Partito Progressista, furono incoraggiati pensare globalmente. Christmas e Clarke collaborarono entrambi ai periodici comunisti, mentre altri scrittori, come i romanzieri Julian Mayfield (1928-1984) e Paule Marshall (nato nel 1929), richiamarono l'attenzione sulle vite e le lotte dei discendenti di schiavi a Cuba e nelle Indie occidentali.

Sebbene i suoi obiettivi principali fossero letterari, la corporazione credeva nell'azione politica. Nel 1961, ad esempio, Guy, Marshall e la poetessa Maya Angelou organizzarono un sit-in alle Nazioni Unite per protestare contro l'assassinio del primo premier congolese, Patrice Lumumba. Quello stesso anno, quando il leader cubano Fidel Castro e il premier sovietico Nikita Khrushchev si incontrarono ad Harlem, i membri della gilda si unirono a un'altra organizzazione, Fair Play for Cuba, per accoglierli nella capitale afroamericana del mondo.

Durante gli anni '1960 un certo numero di membri della gilda trovò lavoro come scrittori, giornalisti ed editori professionisti nell'industria editoriale. Di conseguenza, la gilda, oltre a offrire seminari, iniziò a sponsorizzare conferenze di scrittori e feste di libri. La celebrazione alle Nazioni Unite per la biografia di Chester Himes La qualità di Male attirò 700 persone, mentre più di mille persone parteciparono a una conferenza del 1965, "The Negro Writer's Vision of America", che fu cosponsorizzata dalla New School for Social Research. Questo evento ha caratterizzato un dibattito ampiamente riportato tra Killens e Clarke e due intellettuali bianchi, Herbert Aptheker e Walter Lowenfels, sul ruolo proprio dell'artista nella lotta contro il razzismo. L'attore e drammaturgo Ossie Davis (1917-2005), un partecipante alla conferenza, ha riassunto il suo punto di vista quando ha scritto in Negro Digest che lo scrittore nero "deve fare di se stesso un martello, e contro i muri razzialmente limitati della società deve colpire, colpire e colpire di nuovo, finché qualcosa non viene distrutto - o lui stesso - o le mura della prigione che lo soffocano!"

Nel 1970, il membro della gilda Louise Meriwether pubblicò Papà era un corridore di numerie nei due decenni successivi sono stati pubblicati acclamati libri di Grace Edwards-Yearwood, Doris Jean Austin, Arthur Flowers e Terry McMillan, famosa per il suo famoso terzo romanzo, Waiting to Exhale (1992). Altri membri della gilda, come Guy, Joyce Hansen, Brenda Wilkinson e Walter Dean Myers, si sono concentrati sulla scrittura di letteratura per bambini e giovani adulti.

All'inizio degli anni '1990 la gilda ha sponsorizzato diverse celebrazioni letterarie tra cui un saluto per il centenario a Zora Neale Hurston; "The Literary Legacy of Malcolm X" e due tributi a Rosa Guy per la sua leadership nell'organizzazione. Alcuni ex membri della gilda hanno ricevuto anche l'attenzione nazionale dopo l'elezione di Bill Clinton a presidente degli Stati Uniti. Maya Angelou è stata scelta per leggere la sua poesia "On the Pulse of the Morning" all'inaugurazione presidenziale del 1993. Inoltre, Clinton ha fatto sapere che il suo personaggio misterioso preferito era Easy Rawlings di Walter Mosley.

Nel 1991, il direttore della gilda William H. Banks Jr. iniziò a ospitare "In Our Own Words" per la sezione MetroMagazine su WNYE, una stazione televisiva di proprietà del New York City Department of Education. Questo programma settimanale ha portato molti membri della gilda visibilità in sei aree di visualizzazione negli Stati Uniti e in Canada. Dal 1988, i seminari di scrittura si sono incontrati più frequentemente allo Schomburg Center for Research in Black Culture della New York Public Library.

Guarda anche Angelou, Maya; Scrittori caraibici / nordamericani (contemporanei); Letteratura per bambini; Davis, Ossie; Harlem Renaissance; Himes, Chester; Killens, John Oliver; Letteratura negli Stati Uniti

Bibliografia

Cruse, Harold. La crisi dell'intellettuale negro. New York: Morrow, 1967. Reprint, New York: New York Review Books, 2005.

Johnson, Abby Arthur e Ronald Maberry. Propaganda ed estetica: la politica letteraria delle riviste afroamericane nel ventesimo secolo. Amherst: University of Massachusetts Press, 1979.

sharon m. howard (1996)
Bibliografia aggiornata