George habash

George Habash (nato nel 1926) è stato uno dei fondatori del Movimento dei nazionalisti arabi nel 1952 e del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP) nel 1967.

George Habash è nato a Lydda (ora Lod) nel 1926 da una famiglia di mercanti cristiani palestinesi. Quando scoppiarono i combattimenti arabo-ebraici in Palestina nel 1948, era uno studente di medicina presso l'Università americana di Beirut in Libano. Tornò a casa a Lidda per cercare di aiutare la sua comunità, ma fu espulso con la forza da Lidda dalle forze ebraiche in avanzata.

Come altri in Palestina e negli stati arabi, Habash fu amareggiato dalla sconfitta degli arabi nel 1948 e cercò un modo per riscattare l'onore arabo. Nel 1950, di nuovo alle sue lezioni a Beirut, si unì ad altri studenti di molti paesi arabi diversi per formare il Movimento dei nazionalisti arabi (ANM). L'ANM predicava che solo le azioni unificate di tutto il popolo arabo potevano liberare il mondo arabo, compresa la Palestina. Poiché il movimento ha respinto il fondamentalismo islamico allora diffuso nel mondo arabo, ha attirato molto sostegno dalla minoranza di arabi che erano cristiani. Ha anche respinto ideologie socialmente divisive come il socialismo e il comunismo, così come la divisione del mondo arabo in stati separati.

Durante gli anni '1950 Habash aveva criticato l'organizzazione di Yasser (o Yasir) Arafat Fateh (anche traslitterato come Fatah) e altri palestinesi che erano colpevoli di quello che l'ANM considerava "separatismo palestinese" dalla causa panaraba. Fu solo nel 1964 che l'ANM iniziò a svolgere un lavoro politico sistematico nella comunità palestinese.

Molte delle idee e degli obiettivi dell'ANM furono condivisi da Gamal Abdel-Nasser, che salì al potere in Egitto nel 1952. Dal 1954 al 1967, l'ANM lavorò a stretto contatto con Nasser, perseguendo i loro obiettivi comuni in tutto il mondo arabo. Nel 1967, tuttavia, Nasser fu umiliato dalla sconfitta del suo paese nella Guerra dei Sei Giorni con Israele, così Habash ei suoi colleghi iniziarono a ripensare alla loro alleanza con lui.

Lo shock della sconfitta del 1967 indusse i leader dell'ANM a ripensare anche ad alcune delle loro altre idee. Nel dicembre 1967 l'ANM decise di fondare la propria organizzazione palestinese, che chiamò Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP). Habash divenne il suo segretario generale.

Il PFLP è sempre stato più piccolo di Fateh. All'inizio i leader del FPLP ritenevano che l'unico modo per competere con Fateh per ottenere l'attenzione popolare fosse organizzare operazioni terroristiche su larga scala contro obiettivi israeliani e filo-israeliani. Il più spettacolare di questi fu il dirottamento di quattro aerei di linea occidentali su una pista di atterraggio nel deserto in Giordania nel settembre 1970. Questa azione diede al governo giordano l'opportunità di reprimere i guerriglieri palestinesi che si erano poi trasferiti in Siria.

Poco dopo il FPLP cercò di essere incluso nell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) dominata dal Fateh. Ad un certo punto, all'inizio degli anni '1970, la leadership ufficiale del FPLP di Habash rinnegò le operazioni terroristiche che erano ancora in corso da parte degli estremisti del FPLP. Ma il FPLP ha mantenuto la sua posizione politica intransigente. Nel 1974 si oppose con veemenza allo spostamento della corrente principale dell'OLP verso la richiesta della creazione di uno stato palestinese solo in una parte della Palestina storica e formò una nuova alleanza di oppositori dell'OLP chiamata "Fronte di rifiuto".

Nel 1978 il Fronte di rifiuto fu sciolto, quando i nazionalisti palestinesi unirono le loro file in opposizione al processo di pace egiziano-israeliano. Cinque anni dopo, tuttavia, era la leadership dell'OLP con sede a Fateh che cercava una soluzione pacifica con Israele, e ancora una volta il FPLP si spostò all'opposizione. Nel 1984 il FPLP e il Fronte Democratico per la Liberazione della Palestina (DFLP) formarono la spina dorsale di una nuova coalizione di estremisti palestinesi chiamata Alleanza Democratica.

Dopo il suo rifiuto del piano di pace con Israele di Arafat (OLP) e la creazione di uno Stato arabo palestinese, Habash ha spostato il suo quartier generale a Damasco, in Siria, dove il suo FPLP era tollerato dal leader siriano Hafes Assad. Habash ha continuato a negare la leadership di Arafat e si è opposto alla pacifica coesistenza con Israele, sebbene abbia accettato di accettare le decisioni del Consiglio nazionale palestinese.

Habash era noto ai palestinesi come al-hakim (il dottore). Posseduto di un alto grado di carisma, ha mantenuto intatto il FPLP attraverso molti scismi interni e alleanze fallite. Alla fine degli anni '1960 aveva annunciato la sua conversione dal puro nazionalismo al marxismo, e aveva mantenuto alcune relazioni con i sovietici dopo i primi anni '1970. Era sposato e aveva due figlie. Nel 1980 ha subito un ictus, che lo ha lasciato parzialmente paralizzato. Mentre si stava sottoponendo a cure per l'ictus, il FPLP subì massicci combattimenti interni di fazioni, ma il suo ritorno al timone apparentemente ripristinò una certa stabilità.

La paralisi parziale derivante dal suo ictus del 1980 moderò il fervore politico di Habash e limitò la sua influenza all'interno del FPLP e sulla politica araba in generale. L'Habash dai capelli d'argento, tuttavia, rappresentava ancora una minaccia per la pace in Medio Oriente. A metà degli anni '1990, si è recato in Libia per conferire con Muammar Gheddafi, mentre Naef Hawatmeh, leader del DFLP, è volato in Iraq per un incontro con Saddam Hussein. Entrambi i leader nazionali presumibilmente sostengono e finanziano il terrorismo, comprese armi ad alta tecnologia e campi di addestramento terroristici. Mentre il clima politico in Siria cambia, Habash potrebbe pianificare di spostare la sede del FPLP in Iraq.

Ulteriori letture

Un resoconto della politica del PFLP e dell'ANM può essere trovato in Walid Kazziha, Trasformazione rivoluzionaria nel mondo arabo (1975); Leila Khaled's My People Shall Live: the Autobiography of a Revolutionary (1973) è il racconto di una stretta collega di Habash che lei stessa ha partecipato a molti dirottamenti del FPLP; Lo sviluppo politico del FPLP è raccontato in Helena Cobban, L'Organizzazione per la Liberazione della Palestina: persone, potere e politica (1984).

Fonti aggiuntive

Notizie americane e relazione mondiale, 25 marzo 1996, pag. 44

Washington Post, 13 marzo 1997, p. A26.

Le biografie di Habash possono essere trovate in Yaacov Shimoni Dizionario biografico del Medio Oriente (1991); e La guerra fredda, 1945-1991, Volume 2 (Gale Research, 1992). □