George gordon coulton

Lo storico e polemista inglese George Gordon Coulton (1858-1947) fu il principale medievalista del suo tempo. Il suo interesse principale era la storia ecclesiastica.

George Coulton, figlio di John James e Sarah Coulton, è nato il 15 ottobre 1858 a King's Lynn. Nel 1877 Coulton entrò nel St. Catharine's College di Cambridge, dove si laureò. Ha poi studiato per gli ordini sacri nella Chiesa anglicana ed è stato ordinato diacono nel 1883 e sacerdote nel 1884. L'anno successivo si è dimesso dal sacerdozio e ha iniziato a insegnare in varie scuole private. Nel 1895 ebbe un esaurimento nervoso; dopo la guarigione lasciò la vita accademica per lavorare con un amico che gestiva una società di coaching a East-bourne. Trascorrere 13 anni in una relativa sicurezza finanziaria gli ha dato l'opportunità di proseguire i propri studi.

Durante questo periodo Coulton decise di dedicare la sua vita allo studio della vita e del pensiero medievali, con particolare attenzione all'organizzazione e al funzionamento del sistema ecclesiastico di quei secoli. Ha iniziato a pubblicare lavori in questo campo, come Da San Francesco a Dante (1906) e Chaucer e la sua Inghilterra (1908). La sua reputazione in via di sviluppo come un medievalista ha portato alla sua nomina al prestigioso incarico di Birkbeck docente di storia ecclesiastica al Trinity College di Cambridge, nel 1910.

Nel 1919 Coulton fu eletto a quella che allora era l'unica lezione universitaria in lingua inglese e più tardi nello stesso anno fu nominato membro del St. John's College di Cambridge. Da quel momento in poi, tranne durante la seconda guerra mondiale quando fu docente ospite a Toronto, rimase a Cambridge.

Le opere principali di Coulton sono considerate Cinque secoli di religione (4 voll., 1923-1950), Il Borgo Medievale (1925) Arte e Riforma (1928), e Panorama medievale (1938). Le sue raffigurazioni nell'area della storia ecclesiastica, in particolare del monachesimo, sono state criticate come eccessivamente oscure e pessimiste.

Per tutta la vita Coulton sostenne e sostenne vigorosamente a favore del servizio militare obbligatorio. Era anche un convinto sostenitore di quella che ha definito la "posizione protestante moderata". In entrambe le cause il suo atteggiamento piuttosto intransigente era di cattivo gusto per molti dei suoi antagonisti e colleghi. Tuttavia, sentiva che le sue profonde convinzioni morali non gli lasciavano alcuna alternativa su questo argomento. Nella causa del servizio militare obbligatorio ha indagato personalmente sulle condizioni in Francia e Svizzera, ha parlato e scritto contro le opinioni pacifiste e ha pubblicato molti opuscoli e libri, l'essere più noto Il caso del servizio militare obbligatorio (1917). Le sue polemiche religiose lo hanno anche coinvolto in controversie per tutta la vita, in particolare con gli storici cattolici. Infatti, secondo l'opinione di diversi critici, le sue controversie hanno generato più animosità e offuscamento che luce.

Ulteriori letture

L'autobiografia di Coulton lo è Quattro anni (1943). Sarah Campion, Padre (1948), è un libro di memorie biografiche di sua figlia. □