Fuller, charles

5 Marzo 1939

Il drammaturgo e scrittore di racconti Charles Henry Fuller Jr. è nato a Filadelfia da Charles H. Fuller Sr., uno stampatore, e Lillian Anderson Fuller. Ha frequentato il Villanova College dal 1956 al 1958 e ha prestato servizio per quattro anni come tecnico di laboratorio petrolifero dell'esercito in Giappone e Corea. Successivamente è tornato a Filadelfia, ha frequentato il La Salle College dal 1965 al 1968 e si è laureato.

Sebbene scriva da quando era un adolescente, Fuller iniziò a scrivere seriamente negli anni '1960, di solito di notte mentre frequentava la scuola o svolgeva un certo numero di lavori, da esattore di prestiti bancari a consigliere alla Temple University a ispettore immobiliare per la città di Filadelfia . I suoi primi scritti erano principalmente poesie, saggi e storie. Rendendosi conto che le sue storie erano composte principalmente da dialoghi, Fuller si dedicò alla drammaturgia. Le sue prime commedie brevi furono scritte per l'Afro-American Arts Theatre di Filadelfia, da lui cofondato e co-diretto dal 1967 al 1971. Nel 1970 si trasferì a New York City e si dedicò alla scrittura a tempo pieno.

Il suo primo lungometraggio, Il villaggio: una festa, è stato prodotto al McCarter Theatre di Princeton, New Jersey, nel 1968. Lo spettacolo illustra i conflitti inerenti a una comunità razzialmente integrata. Quando il capo nero della comunità, che è sposato con una donna bianca, si innamora di una donna nera, le altre coppie di razza mista nella comunità si sentono minacciate e lo distruggono.

Altri giochi di Fuller includono Nella parte più profonda del sonno, prodotto alla St. Marks Playhouse di New York nel 1974, e Il raid di Brownsville, prodotto anche a New York, presso la Negro Ensemble Company, nel 1976. Era basato su un incidente del 1906 che coinvolgeva un reggimento nero dell'esercito degli Stati Uniti che fu congedato con disonore per presunta incitamento a una rivolta a Brownsville, in Texas.

Nel 1981 Fuller ha vinto un Obie Award e un Audelco Award per Zooman e il segno, un'opera teatrale sulla violenza nei centri urbani a Filadelfia. La commedia drammatizza la morte accidentale di una giovane ragazza e i suoi effetti. Nel 1982 Fuller è diventato il secondo drammaturgo nero a vincere un premio Pulitzer per il dramma Il gioco di un soldato, per il quale ha ricevuto anche un New York Drama Critics Award, un Audelco Award, un Theatre Club Award e un Outer Circle Award per la migliore opera teatrale off-Broadway. In Il gioco di un soldato, incentrato sulle indagini sull'omicidio di un sergente nero in una base militare in Louisiana durante la seconda guerra mondiale, Fuller esplora il pregiudizio razziale di una comunità bianca del sud e l'odio di sé da parte dei soldati neri. Il gioco è stato adattato per lo schermo e pubblicato come La storia di un soldato da Columbia Pictures nel 1984.

Nel 1987, la CBS trasmise l'adattamento televisivo di Fuller del romanzo di Ernest J. Gaines A Gathering of Old Men; nel 1988, due commedie in un atto correlate, Sortita con Principe, sono stati prodotti prima ad Atlanta dal First National Black Arts Festival, e poi a New York dalla Negro Ensemble Company. Le prime parti di We serie, un ciclo in cinque o sei parti che racconta l'esperienza degli afroamericani dalla guerra civile fino alla fine del diciannovesimo secolo, le commedie raccontano la vita del principe Logan, un ex schiavo istruito. In Sortita, partecipa alla ribellione del primo reggimento dell'esercito completamente nero del paese durante la guerra civile, quando vengono a sapere che devono essere pagati tre dollari in meno al mese rispetto ai soldati bianchi dell'Unione. In Principe, gli ex schiavi che lavorano in una piantagione scoprono che c'è poca differenza tra la loro condizione di uomini e donne liberi sotto il patrocinio del nord e la loro condizione di schiavi prima della guerra. Rimangono vittime dello sfruttamento economico, politico e sociale e si rendono conto che la promessa di libertà era stata un'illusione. La terza e la quarta suonano in We serie, Giunchiglia con Burner's Frolic, sono stati prodotti nel 1989–1990 dalla Negro Ensemble Company di New York.

Fuller è stato membro della Rockefeller Foundation (1975), National Endowment for the Arts Fellow (1976) e Guggenheim Fellow (1977-1978). Oltre a scrivere opere teatrali, Fuller ha scritto e diretto un talk show radiofonico sull'esperienza dei neri per la WIP-Radio a Filadelfia (1970-1971). Ha anche contribuito sia alla narrativa che alla saggistica in riviste come Dialogo nero, liberatore e Negro Digest.

Guarda anche Dramma; Gaines, Ernest J .; Letteratura degli Stati Uniti

Bibliografia

Anadolu-Okur, Nilgun Contemporary African American Theatre: Afrocentricity in the Works di Larry Neal, Amiri Baraka e Charles Fuller New York: Garland, 1997.

Üsekes, Çiôdem. "Charles Fuller." Dictionary of Literary Biography, Volume 266: Twentieth-Century American Dramatists, Fourth Series. A Bruccoli Clark Layman Book. A cura di Christopher J. Wheatley. Detroit: Gale, 2002, pagg. 110-116.

sabrina fuchs (1996)

michael paller (1996)
Bibliografia aggiornata