Friedrich Wilhelm Froebel

di 1782-1852

Educatore

Vita. Il movimento romantico dell'inizio del diciannovesimo secolo includeva molti sostenitori della cura e dell'educazione dei bambini. Uno dei più importanti è stato l'educatore e filosofo tedesco Friedrich Froebel. Sua madre morì mentre era ancora un bambino a Oberweissbach, un piccolo villaggio della Turingia. Ha avuto un'educazione luterana piuttosto severa dal padre pastore. Dopo aver iniziato la sua educazione alla scuola locale del villaggio, Froebel aveva solo dieci anni quando fu mandato a vivere con uno zio e frequentare un'altra scuola del villaggio a Stadt Ilm. Quando ha compiuto quindici anni, è diventato un apprendista forestale ma ha deciso che non gli piaceva il mestiere dopo due anni. Dal 1799 al 1816 studiò presso le università di Jena, Gottinga e Berlino, svolgendo anche brevemente vari lavori come insegnante e segretario. Ha anche prestato servizio nell'esercito prussiano durante le guerre napoleoniche. Essendosi interessato all'istruzione presso l'Università di Jena, Froebel fondò la sua scuola, l'istituto educativo tedesco universale, nel 1816, sperando che potesse diventare un modello per un ringiovanimento dell'istruzione in Prussia. Durante gli anni venti dell'Ottocento pubblicò le sue teorie educative e nel 1820 cedette il controllo della scuola e viaggiò con sua moglie in Svizzera, dove contribuì a fondare e sviluppare una scuola per bambini poveri. Nel 1831 tornò in Prussia con la moglie ammalata. In questi decenni Froebel ha formulato la sua idea per una scuola per bambini molto piccoli. Nel 1836 a Blankenburg fondò il Child Nurture and Activity Institute, che in seguito ribattezzò Kindergarten (giardino per bambini), utilizzando la scuola come modello per incoraggiare l'apertura di più scuole simili durante gli anni Quaranta dell'Ottocento.

Filosofia educativa Froebel ha delineato le componenti principali del suo pensiero in Educazione umana (The Education of Man), pubblicato nel 1826 e successivamente tradotto in diverse lingue, incluso l'inglese. (Il libro era ampiamente disponibile negli Stati Uniti dal 1880). Profondamente influenzato dai filosofi dell'Illuminismo, in particolare Immanuel Kant (1724-1804), Froebel credeva che il sé fosse sviluppato attraverso una combinazione di esperienze sensoriali che iniziano immediatamente dopo la nascita di un bambino . Questo sviluppo, ha spiegato, è stato un processo continuo che è diventato sempre più complesso con l'invecchiamento dell'individuo. I bambini, ha detto, avevano bisogno di un'attenzione speciale durante i loro primi anni per assicurarsi il successo successivo. Credendo che i bambini imparassero stabilendo relazioni tra loro e il mondo, Froebel insegnò che farlo con successo era essenziale perché il mondo era la manifestazione ultima e in continua evoluzione dell'amore divino.

Fasi dell'infanzia Mentre i filosofi e gli educatori avevano generalmente considerato la nascita fino ai sette anni come una singola fase della vita, Froebel sosteneva che i bambini attraversassero tre fasi tra la nascita e l'età di sei anni: infanzia, prima infanzia e infanzia. Poiché il bambino è cambiato e si è sviluppato così rapidamente durante questi anni, i genitori e gli insegnanti dovevano essere particolarmente consapevoli dell'ambiente circostante e del tipo di esperienze sensoriali a cui era esposto. La consistenza, il colore e la luce erano tutti importanti per il bambino piccolo e il gioco era l'attività principale attraverso la quale il bambino poteva sviluppare relazioni con l'ambiente circostante. Froebel ha istruito i genitori e gli insegnanti a sviluppare abilità specifiche nei loro figli anche prima che il bambino potesse camminare, come far imparare al bambino ad afferrare, tenere e tirare su oggetti nella fase dell'infanzia. I bambini hanno lasciato l'infanzia quando sono diventati più interessati agli oggetti che a se stessi, e hanno lasciato la fase della prima infanzia man mano che le loro capacità intellettuali si sviluppavano, di solito tra i quattro ei sei anni.

Il movimento della scuola materna Il nome di Froebel per le sue scuole, Kindergartens, con le sue implicazioni di coltivazione e addomesticamento, ha preso le distanze dai sostenitori dell'enfasi di Jean-Jacques Rousseau sullo sviluppo del bambino nella natura; tuttavia, Froebel ha anche rifiutato l'istituzione stabilita della scuola. Ha insegnato che a un bambino dovrebbe essere concessa la libertà di giocare e di esprimersi all'interno di confini protettivi creati da adulti appositamente formati che erano profondamente consapevoli dei bisogni del bambino. Ha reso popolare le sue idee facendo appello a gruppi di donne affinché prendessero sul serio e professionalizzassero il loro ruolo di educatrici, mantenendo i contatti con questi gruppi attraverso una serie di lettere che delineavano la sua filosofia generale. Il fervore rivoluzionario del 1848 ferì il movimento degli asili in Prussia, dove i funzionari del governo credevano erroneamente che fosse attaccato al socialismo radicale e lo bandì nel 1851, l'anno prima della morte di Froebel. Nonostante il divieto, il movimento alla fine si diffuse in Europa e in Nord America. I fautori della filosofia di Froebel emersero in Inghilterra già nel 1856 e la Froebel Society fu fondata lì nel 1874 per formare insegnanti e genitori nell'educazione della prima infanzia.