Friedrich gogarten

Friedrich Gogarten, il teologo tedesco, è nato nel 1887 a Dortmund. Dopo aver servito come pastore in Turingia, nel 1927 divenne professore di teologia sistematica a Jena e nel 1935 si trasferì alla cattedra corrispondente a Gottinga. Fu presto associato alla nuova teologia dialettica e alla sua rivolta contro il liberalismo e l'idealismo. All'interno di questo movimento è più vicino a Rudolf Bultmann che a Karl Barth, ma ha elaborato una sua posizione distintiva. Il suo pensiero mostra l'influenza della filosofia esistenzialista, ma ha affermato che continua anche le intuizioni di Martin Lutero, di cui Gogarten era un'autorità riconosciuta.

Gogarten credeva che Lutero liberasse la teologia cristiana dalla morsa della metafisica. Questo risultato è stato oscurato nel periodo dell'ortodossia protestante dopo la Riforma, ma ora è tempo di far rivivere le sue intuizioni, che possono essere riaffermate in termini di filosofia esistenzialista corrente. Secondo Gogarten, le principali dottrine cristiane furono formulate sotto il dominio di categorie metafisiche, in un'epoca in cui la storia era intesa come un processo che si svolge all'interno di un quadro metafisico stazionario e quando il corso della storia doveva essere determinato da fattori metafisici. La liberazione dalla metafisica rende possibile prendere la storia con una nuova serietà. L'uomo è responsabile della storia e la crea con le sue decisioni. Siamo così lontani dall'obbligo di interpretare la storia alla luce della metafisica che dobbiamo piuttosto considerare i sistemi metafisici stessi come prodotti della storia. Il cristianesimo non dipende da alcun sistema metafisico, ma è piuttosto l'appello a un'autocomprensione storica, in cui accettiamo la responsabilità della nostra stessa esistenza storica sotto la parola di Dio, che si rivolge a noi in Cristo.

Queste enfasi, a cui Gogarten si riferisce tanto sola fide di Lutero quanto all'esistenzialismo moderno, si sviluppano in un'interpretazione secolare del vangelo cristiano. La fede cristiana porta l'uomo alla maturità e spoglia il mondo di ogni proprietà mitica o numinosa. Il mondo viene privato del suo potere religioso e viene consegnato all'uomo come il figlio maggiorenne, l'erede al quale Dio ha affidato la creazione. Questi punti di vista sono collegati da Gogarten specialmente all'insegnamento di San Paolo in Galati 4: 1-11.

Guarda anche Barth, Karl; Bultmann, Rudolf; Idealismo; Liberalismo; Luther, Martin; Metafisica, Storia di.

Bibliografia

Opere di gogarten

Credo nel Dio Uno e Trino. Jena: E. Diederichs, 1926.

Illusioni, esame dell'idealismo culturale. Jena: E. Diederichs, 1926.

Credenza e realtà. Jena: E. Diederichs, 1928.

Etica politica. Jena: E. Diederichs, 1932.

La confessione della Chiesa. Jena: E. Diederichs, 1934.

La Chiesa nel mondo. Heidelberg: L. Schneider, 1948.

L'annuncio di Gesù Cristo. Heidelberg, 1948.

Destino e speranza dei tempi moderni. Stoccarda, 1953.

Demitologizzazione e Chiesa. Stoccarda, 1953. Tradotto come Demitizzazione e storia. Londra: SCM Press, 1955.

L'uomo tra Dio e il mondo. Stoccarda, 1956.

La realtà della fede. Stoccarda: F. Vorwerk, 1957. Tradotto da Carl Michalson e altri come La realtà della fede. Philadelphia: Westminster Press, 1959.

Gogarten ha anche curato varie opere di Lutero e vi ha contribuito ampiamente Tra i tempi, la rivista del gruppo di teologia dialettica.

Funziona su gogarten

Sigfrido, T. La teologia dell'esistenza in Friedrich Gogarten e Rudolf Bultmann. Gotha, 1933. L'esposizione critica più soddisfacente del pensiero di Gogarten.

John Macquarrie (1967)