Fratelli Tappan

I mercanti e riformatori americani Arthur (1786-1865) e Lewis (1788-1873) Tappan erano moralisti religiosi e abolizionisti che contribuirono a creare nuove importanti istituzioni.

Nati a Northampton, Massachusetts, Arthur e Lewis Tappan erano tra gli 11 figli di un orafo e commerciante. La loro madre teneva una rigorosa famiglia calvinista. Sia Arthur che Lewis dimostrarono presto attitudine agli affari e crebbero rapidamente come commercianti all'ingrosso e al dettaglio a Boston e in Canada. Arthur, un uomo severo, si trasferì a New York, dove raggiunse la ricchezza nella vendita di sete e una reputazione per interessi sociali e religiosi. La sua innovazione più notevole è stata il sistema del prezzo unico sulle vendite. Lewis, una personalità più calda ed espressiva, è stato conquistato dal reverendo William Ellery Channing e ha turbato la sua famiglia diventando un unitariano. Il suo ritorno al calvinismo nel 1828 creò scalpore a Boston e oltre.

Nel 1827 Lewis si unì ad Arthur a New York. Divennero influenti in numerosi campi. Hanno iniziato il Journal of Commerce creare una carta commerciale che avesse anche una prospettiva religiosa. Il loro legame con la Magdalen Society, inteso a porre fine alla prostituzione in città, li espose all'antagonismo e al ridicolo, così come le loro campagne contro la posta domenicale. Hanno contribuito ai fondi e alla costruzione della chiesa.

Arthur portò se stesso e suo fratello nella crociata contro la schiavitù. Spinti dall'evangelizzazione, entrambi abbracciarono la dottrina radicale di William Lloyd Garrison dell'abolizione "immediata". Nel 1833 aiutarono a organizzare la New-York Antislavery Society e l'American Antislavery Society. L'insoddisfazione del pubblico per le loro attività l'anno successivo ha provocato una rivolta durante la quale la casa di Lewis Tappan è stata saccheggiata. Arthur è stato attivo nella fondazione del Lane Seminary a Cincinnati, Ohio, come avamposto religioso. Ha anche contribuito a costruire l'Oberlin College in Ohio.

La crisi economica del 1837 rovinò Arthur e, nonostante la lealtà e la cooperazione di Lewis, non riacquistò mai lo status di uomo d'affari o riformatore. Lewis, d'altra parte, ha continuato a essere consequenziale in entrambi i campi. Nel 1841 fondò la fortunata Mercantile Agency, il primo istituto di credito commerciale; in seguito divenne Dun e Bradstreet. Nel frattempo era al centro degli sviluppi abolizionisti. Nel 1843 visitò l'Inghilterra in un notevole sforzo per persuadere il governo britannico a porre fine alla schiavitù in Texas attraverso un prestito alla giovane repubblica.

Nel 1846 Lewis aiutò a fondare l'American Missionary Association, in opposizione ai gruppi più conservatori sulla questione della schiavitù. L'anno successivo ha contribuito a fondare il Era nazionale, che nel 1852 pubblicò Harriet Beecher Stowe's Capanna dello zio Tom. Il suo opuscolo È giusto essere ricchi? (1869) ha risposto alla domanda con un fermo negativo.

Ulteriori letture

Lewis Tappan's Vita di Arthur Tappan (1870) fece di suo fratello una figura importante tra gli storici successivi, a scapito della propria fama. Bertram Wyatt-Brown, Lewis Tappan e la guerra evangelica contro la schiavitù (1969), delinea il principale significato di Lewis negli affari sociali e di riforma della sua epoca. □