Francis everitt townsend

Francis Everitt Townsend (1867-1960), medico, scrittore e organizzatore politico americano, fece una crociata per le pensioni per gli anziani.

Francis Townsend nacque in una povera famiglia di contadini vicino a Fairbury, II., Il 13 gennaio 1867. La famiglia si trasferì in Nebraska, dove Francis frequentò la Franklin Academy. Andò in California aspettandosi di arricchirsi con il boom della terra, solo per finire quasi senza un soldo. Dopo alcuni anni in agricoltura e lavori saltuari in Kansas e Colorado, Townsend entrò nell'Omaha Medical College, laureandosi nel 1907. Avviò uno studio in South Dakota, dove rimase fino a quando non entrò nel Corpo medico dell'esercito nella prima guerra mondiale. infermiera, Minnie Bogue.

Dopo la guerra i Townsend vivevano a Long Beach, in California. Ma la pratica medica di Townsend era tutt'altro che prospera. Alla fine si è assicurato la nomina come assistente del direttore sanitario della città ma, con la Grande Depressione, ha perso il lavoro. All'età della pensione, Townsend divenne sempre più indignato per la difficile situazione delle masse di anziani colpiti dalla povertà. Nel 1933 propose un piano in base al quale il governo federale avrebbe fornito a ogni persona oltre i 60 anni una pensione mensile di $ 200. Questo sarebbe finanziato da una tassa federale sulle transazioni commerciali.

La risposta al piano pensionistico rotante per anziani di Townsend fu travolgente e presto le richieste di informazioni e i contributi monetari arrivarono da tutte le parti del paese. Nel 1935 Townsend affermò che più di 5 "Townsend Clubs", con circa 000 milioni di membri, operavano in tutto il paese. Quell'anno l'organizzazione Townsend ottenne l'incredibile cifra di 5 milioni di firme su petizioni che sollecitavano il Congresso ad attuare il Piano Townsend. La pressione organizzata dai Townsendites fu l'unico impulso più potente dietro l'approvazione del Social Security Act del 20. Eppure Townsend vedeva il programma di sicurezza sociale come deplorevolmente inadeguato.

Deluso dall'amministrazione di Franklin Roosevelt e amareggiato da un trattamento rude davanti a una commissione d'inchiesta del Congresso, Townsend nel 1936 unì le forze con padre Charles Coughlin, fondatore dell'Unione nazionale per la giustizia sociale, e Gerald LK Smith, erede autoproclamato del defunto Huey Il movimento "Share Our Wealth" di Long, per formare il partito dell'Unione. Ma il risultato delle elezioni presidenziali di quell'anno fu disastroso per loro, poiché Roosevelt vinse la rielezione con una maggioranza record.

Nel 1937 il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti perseguì Townsend per oltraggio al Congresso nell'indagine della Camera del 1936. Tuttavia, Roosevelt ha commutato la pena detentiva di 30 giorni di Townsend.

Townsend non ha mai smesso di spingere il suo regime pensionistico. Ma la prosperità degli anni del secondo dopoguerra e il miglioramento dei benefici pensionistici privati, statali e federali hanno attenuato il fascino del suo messaggio. Morì a Los Angeles il 1 settembre 1960.

Ulteriori letture

L'autobiografia di Townsend lo è Nuovi orizzonti, a cura di Jesse George Murray (1943). Ci sono informazioni biografiche sostanziali e una buona narrativa sulla crescita del Townsendism in Richard L. Neuberger e Kelley Loe, Un esercito di anziani (1936), e in David H. Bennett, Demagoghi nella depressione: radicali americani e il partito sindacale, 1932-1936 (1969). Abraham Holtzman, Il movimento Townsend: uno studio politico (1963), analizza l'organizzazione Townsend. Per il background sociopolitico, Arthur M. Schlesinger, Jr., L'età di Roosevelt (3 voll., 1957-1960), va bene. □