Francia. esercito. legione straniera

Unità militare francese creata da Luigi Filippo nel 1831 e composta da volontari stranieri.

Distribuita solo al di fuori della Francia metropolitana, la legione straniera francese ha visto il primo combattimento in Algeria. Ha svolto un ruolo decisivo nella cattura di Costantino nel 1837 e ha combattuto in numerosi scontri mentre la conquista procedeva. Sebbene la legione prestasse servizio in Crimea, Italia e Messico negli anni 1850 e 1860, e in tutto l'impero francese nel corso del secolo, un accampamento istituito nel 1843 a Sidi-bel-Abbès, a sud-ovest di Oran, rimase il suo quartier generale.

w

La legione aiutò a controllare l'insurrezione del Walad Sidi Shaykh nell'Algeria occidentale nel 1881 e nel 1882, ma gran parte del suo lavoro in quel paese nell'ultimo quarto del diciannovesimo secolo coinvolse sforzi per espandere l'influenza francese nel Sahara come preludio al collegamento del Nord Africa con i possedimenti francesi a sud del deserto.

I legionari hanno partecipato a molte delle operazioni militari che hanno portato alla creazione di un protettorato francese sul Marocco. Facevano parte delle forze che consolidarono il potere francese lungo il confine meridionale del Marocco-Algeria mal definito durante i primi anni del XX secolo e furono coinvolti nelle occupazioni delle città marocchine di Oujda e Casablanca nel 1907. Successivamente, contribuirono a mantenere sicurezza nelle aree intorno a entrambe le città. Nel 1911, una compagnia della legione era tra le truppe che revocarono un assedio ribelle di Fez, la capitale del sultano, aprendo così la strada all'inaugurazione del protettorato l'anno successivo. Durante la pacificazione delle regioni montuose e desertiche del Marocco negli anni '1920 e '1930, i comandanti francesi facevano molto affidamento sulla legione. I suoi uomini hanno anche preso parte ai combattimenti che hanno posto fine alla ribellione di Muhammad ibn Abd al-Karim alKhattabi nel 1925 e 1926.

Durante la prima guerra mondiale, un battaglione di legionari sbarcò con altri soldati alleati a Gallipoli. Dopo la guerra, i legionari furono inviati nei mandati francesi di Siria e Libano. Hanno assistito all'azione nella rivolta drusa del 1925 e sono rimasti in servizio di guarnigione nel Levante negli anni '1930.

Nella seconda guerra mondiale, le unità della legione facevano parte del contingente francese libero che sequestrò la Siria e il Libano dal governo di Vichy nel 1941. Successivamente attaccate all'esercito britannico nel deserto occidentale dell'Egitto, combatterono nella battaglia di Bir Hakeim nel 1942 e avanzò verso ovest con gli inglesi dopo la battaglia di al-Alamayn. Altri legionari di Sidi-bel-Abbès lavorarono con le forze americane e britanniche al loro arrivo in Marocco e Algeria verso la fine del 1942 fino alla sconfitta dell'Asse in Tunisia nella primavera successiva.

Dopo il 1954, la legione fu fortemente coinvolta negli sforzi francesi per porre fine alla ribellione algerina. I para-troopers, che erano stati aggiunti alla legione alla fine degli anni '1940, furono determinanti nello smantellare le cellule del Front de Libération Nationale (FLN) durante la battaglia di Algeri del 1957. Un battaglione di paracadutisti della legione faceva anche parte del spedizione francese a Suez nel 1956. Quando l'Algeria ottenne l'indipendenza nel 1962, il quartier generale della legione fu trasferito da Sidi-bel-Abbès alla Francia.