Forme commerciali, istituzioni organizzative e legali

Le transazioni commerciali internazionali comportano la negoziazione tra il venditore e l'acquirente (di prezzo, quantità, specifiche del prodotto, periodo di consegna), la stipula di un contratto (orale o per iscritto, tipicamente firmato da ciascuna parte) e l'esecuzione del contratto (il venditore produce il prodotti, che vengono poi trasportati all'acquirente, che li ispeziona ed effettua il pagamento). Esiste un certo grado di rischio per entrambe le parti. E se l'acquirente non paga? E se il venditore invia merce di scarsa qualità? Questi rischi sono stati affrontati in una certa misura attraverso metodi di pagamento internazionali come cambiali e crediti documentari (noti anche come lettere di credito).

Gli accordi legali per il commercio internazionale sono tipicamente basati su un contratto; ovvero, le parti commerciali stipulano un accordo vincolante. Possono sorgere altri problemi, come illecito civile (se c'è negligenza), criminalità e in alcuni paesi (come l'Australia) pratiche commerciali (se c'è condotta fuorviante o ingannevole). Anche il diritto dei trasporti è rilevante, con regole diverse che si applicano al trasporto di merci via mare, aereo, stradale, ferroviario e, con il commercio elettronico, trasmissione elettronica. Per il trasporto vengono utilizzate forme di contratto specifiche: una polizza di carico per il trasporto marittimo e una lettera di vettura aerea per il trasporto aereo.

Altri accordi commerciali includono:

contratti di agenzia, in cui l'agente si impegna a vendere la merce per conto dell'acquirente a pagamento;

accordi di distribuzione, in cui il distributore acquista la merce alla rinfusa e la vende a scopo di lucro;

joint ventures, che coinvolgono una società nel luogo in cui i beni vengono fabbricati e un'azienda in cui devono essere venduti;

licenza, con la quale l'acquirente ha il diritto di produrre la proprietà intellettuale del venditore (brevetti, marchi, design, copyright) e paga una commissione più royalties; e

franchising, in base al quale l'affiliato è in grado di utilizzare il sistema di fare affari del franchisor.