Formazione dei bambini per l’età adulta

Formazione a casa. It è difficile fare una distinzione tra l'istruzione dei bambini e la loro formazione al lavoro. Fin da piccoli, i bambini delle campagne accompagnavano i genitori nel lavoro. A poco a poco ai bambini venivano assegnati i propri compiti in casa o nei campi. Questo lavoro era essenziale per il benessere della famiglia, ma allo stesso tempo faceva parte del processo attraverso il quale i bambini acquisivano le competenze di cui avevano bisogno da adulti. Allo stesso modo, i figli degli artigiani hanno imparato il mestiere dalle ginocchia dei genitori, osservando e poi aiutando con compiti semplici. Le immagini sopravvissute hanno mostrato bambini piuttosto piccoli che aiutano a spremere il vino, corrono accanto a un aratro, osservano la madre mentre nutre gli animali e generalmente si mettono sotto i piedi mentre seguivano i genitori al lavoro. Questi momenti davano ai genitori l'opportunità di spiegare ai loro figli cosa stavano facendo e perché.

Faccende domestiche. Non appena potevano, ai bambini venivano assegnati compiti come nutrire i polli, diserbare il giardino, raccogliere la legna da ardere, fare commissioni, portare l'acqua dal pozzo locale o portare i pasti ai lavoratori nei campi. I ragazzi spesso si prendono cura degli animali della famiglia, pascolano le pecore, sorvegliano le oche oi maiali o guidano il cavallo dell'aratro. Oltre ad aiutare in giardino, le ragazze spesso guardavano i bambini più piccoli, rammendavano i vestiti e aiutavano in casa a cucinare e pulire. Le ragazze, tuttavia, aiutavano anche nei campi e osservavano gli animali al pascolo. Questi compiti erano considerati relativamente leggeri e adatti ai bambini, ma non erano privi di difficoltà o pericoli. Era generalmente considerato inappropriato che i bambini assumessero faccende più pesanti fino a quando non fossero diventati fermi e forti, all'età di circa dodici anni.

Doveri signorili. In castelli e manieri c'erano molti bambini piccoli che scorrazzavano in giro, unendo lavoro e gioco. Le grandi cucine necessarie per nutrire una famiglia complessa che includeva un nobile e la sua famiglia, servi e servitori avevano bisogno di molti giovani aiutanti. Questi bambini, di solito maschi, giravano gli sputi sul fuoco, spennavano polli, spazzavano i pavimenti e portavano la spazzatura. Occasionalmente, i bambini piccoli erano anche musicisti e animatori nelle sale. I ragazzi potrebbero anche servire come mani stabili e, nel processo, apprendere le preziose abilità di cavalcare e prendersi cura dei cavalli. A volte i bambini si prendevano cura anche dei cani da caccia.

Faccende cittadine. Anche i bambini di città hanno lavorato in giovane età. Potrebbero aiutare nella bottega della famiglia o vendere merci per strada, oltre a svolgere piccole faccende domestiche, simili a quelle dei bambini di campagna. Quando avevano tra i dieci ei dodici anni, i bambini di città dovevano entrare in servizio o apprendistato e iniziare a lavorare o imparare un mestiere in modo sistematico.