Fiume San Lorenzo

Scorrendo 750 miglia a nord-est dal Lago Ontario all'Oceano Atlantico, il fiume San Lorenzo modella il destino dei popoli su entrambe le sue sponde. Il fiume, nonostante le sue rapide difficili, è servito a lungo come un canale di trasporto vitale per il commercio, la migrazione e l'esplorazione. Molto prima della colonizzazione europea, il fiume forniva fertili terreni di caccia e pesca per i membri delle Prime Nazioni. Nel 1535 Jacques Cartier chiamò ufficialmente il fiume e rivendicò l'area per la Francia. Settantatre anni dopo, Samuel de Champlain fondò Quebec City e stabilì Montreal nel 1611. Con questi insediamenti, il fiume fungeva da barriera tra la Nuova Francia e la Gran Bretagna.

Sulle sue acque sono sorti e caduti imperi, si sono combattute guerre e si è negoziata la pace. L'accesso al fiume aiutò gli inglesi ad assicurarsi la vittoria nella guerra franco-indiana (1756-1763). Ha permesso agli inglesi di scalare le scogliere fuori Quebec City nel 1759, distruggere la Nuova Francia e rivendicare l'area per la Gran Bretagna. Nel 1776 gli americani navigarono lungo il St. Lawrence nel tentativo di catturare il Canada britannico. Con la vittoria della rivoluzione americana, il fiume divenne il confine tra parti della nuova Repubblica e il Canada britannico. Durante la guerra del 1812, il presidente James Madison tentò di annettere il Canada britannico inviando una flotta di navi, sotto il comando del generale James Wilkinson, lungo il fiume San Lorenzo. Le rapide di Long Sault hanno impedito a Wilkinson di procedere. Il 13 novembre 1813 ancorò le sue navi; I guerrieri britannici e Mohawk sconfissero sonoramente i suoi uomini nella battaglia di Crysler's Farm, dando agli inglesi il controllo del fiume. Con la sconfitta americana, il San Lorenzo continuò a fungere da cuscinetto e canale commerciale tra la Repubblica e il Canada britannico.

La guerra ha evidenziato la necessità di un efficace sistema di navigazione. I tentativi di costruire canali e chiuse iniziarono e fallirono già nel 1689. Nel 1819 il Canale Erie nello Stato di New York allontanò il commercio dal St. Lawrence. In risposta, i lavori iniziarono sul canale Lachine, che fu completato nel 1821. Gravi modifiche continuarono fino al completamento del St. Lawrence Seaway, un sistema di canali, dighe, chiuse e canali che collegano i Grandi Laghi, nel 1959. Nel Negli anni 1820 la Underground Railroad trasferì merci umane dagli Stati Uniti attraverso il fiume e nella libertà del Canada britannico. Il commercio e il trasporto vitali continuano lungo il fiume San Lorenzo.

Bibliografia

Browne, George Waldo. Il fiume San Lorenzo: storico, leggendario, pittoresco. New York: Putnam, 1905.

Creighton, Donald Grant. L'impero commerciale del San Lorenzo, 1760-1850. Toronto: Ryerson Press, 1937.

Jenkins, Phil. River Song: Sailing the History of the St. Lawrence. New York: Penguin Putnam, 2001.

Cheryl A. Wells