Fitzgerald, scott f.

F. Scott Fitzgerald è stato il cronista letterario del I ruggenti anni Venti , o Jazz Age, un periodo di prosperità ed eccesso iniziato dopo la fine del prima guerra mondiale (1914-18) e si concluse con il crollo del mercato azionario del 1929. I romanzi e le storie di Fitzgerald esaminano la ricerca di una generazione dell'inafferrabile sogno americano di ricchezza e felicità.

Nei primi anni

Fitzgerald nacque il 24 settembre 1896, figlio di genitori benestanti del Midwest. Era un bambino eccezionalmente intelligente con un precoce interesse per la scrittura di opere teatrali e poesie. Da giovane, ha cercato di copiare le azioni delle classi superiori americane ricche, giovani e belle. Dopo due anni in una scuola preparatoria orientale, si iscrisse nel 1913 alla Princeton University. I suoi primi racconti sono apparsi sulla rivista letteraria di Princeton.

Fitzgerald lasciò Princeton per unirsi agli Stati Uniti Esercito durante la prima guerra mondiale. Durante i suoi quindici mesi di carriera militare, ha completato la bozza di un romanzo, la storia della tarda infanzia di un giovane e degli anni a Princeton. Sebbene la casa editrice Charles Scribner's Sons non accettasse il suo manoscritto, fu incoraggiato a riscriverlo e ripresentarlo.

Mentre era di stanza vicino a Montgomery, Alabama , Fitzgerald ha incontrato e si è innamorato della diciottenne Zelda Sayre, la figlia più giovane di un giudice della Corte Suprema dell'Alabama. Fitzgerald non era particolarmente apprezzato dalla sua famiglia. Riponeva grandi speranze nel fatto che Scribner accettasse il suo romanzo rivisto, il che, sperava, avrebbe aumentato il suo status agli occhi della famiglia di classe superiore di Zelda.

Una celebrità

Dopo essere stato congedato dall'esercito nel 1919, Fitzgerald ha riscritto il suo romanzo, modificandolo Questo lato del paradiso. È stato pubblicato ed è diventato subito un grande successo. Fitzgerald divenne improvvisamente famoso come la voce della sua generazione.

Una settimana dopo l'uscita del suo romanzo, Fitzgerald sposò Zelda a New York e la coppia iniziò la loro vita insieme come giovani celebrità. Per sostenere il loro stile di vita sontuoso, Fitzgerald ha scritto racconti per riviste a diffusione di massa. Poiché ha scritto molti di loro per soldi, Fitzgerald ha spesso ritenuto che i suoi racconti non fossero risultati artistici. Tuttavia, molti critici oggi trovano in loro grandi meriti letterari. Fitzgerald ha pubblicato circa 160 storie di riviste nella sua vita, un numero straordinariamente alto sotto ogni punto di vista.

I primi scritti

Nei suoi primi due romanzi, Questo lato del paradiso con Il bello e il dannato (1922), Fitzgerald ha esaminato le vite di giovani personaggi che somigliavano a se stesso e ai suoi amici. Vivevano per il piacere e le acquisizioni, ed erano stanchi e ribelli. Questi ricchi giovani della costa orientale hanno contribuito a garantire l'immagine popolare della "generazione perduta" dei ruggenti anni Venti. Fitzgerald li ha descritti alla conclusione di Questo lato del paradiso come “una nuova generazione dedita più dell'ultima alla paura della povertà e all'adorazione del successo; cresciuto per trovare tutti gli dei morti, tutte le guerre combattute, tutte le fedi nell'uomo scosse ".

Nel 1922, Fitzgerald pubblicò una seconda raccolta di racconti e finì un'opera teatrale, La verdura, che considerava il suo lavoro migliore. Si è trasferito a New York per essere vicino al Broadway apertura, ma il gioco fallì.

Fitzgerald mantenne il suo alto tenore di vita prendendo continuamente in prestito denaro da Scribner contro la vendita di scritture future. Dopo il flop, si è ritrovato ancora più indebitato. Lui e Zelda litigavano sempre di più, spesso dopo aver bevuto molto. Si sono ritirati in Europa nel tentativo di trovare la pace.

Gatsby

L'opera più forte e famosa di Fitzgerald, Il grande Gatsby , è stato pubblicato nel 1925. In questo romanzo, Fitzgerald ha usato un narratore in prima persona, Nick Carraway, per raccontare la storia. Il personaggio del titolo, Jay Gatsby, è il figlio di un contadino che guadagna ricchezza illegalmente solo per ottenere l'accettazione nel mondo sofisticato e ricco della donna che ama, Daisy Buchanan. Le illusioni romantiche di Gatsby su Daisy e il suo mondo sono intrecciate con episodi che mostrano la mancanza di sentimenti e l'irresponsabilità morale della ricca società americana degli anni '1920. Poiché Gatsby idealizza Daisy e il suo mondo, non riesce a vedere la brutta realtà lì. Attraverso la ricerca e la morte violenta di Gatsby, Fitzgerald descrive il fallimento del sogno americano nei ruggenti anni Venti.

Tempi duri

Gatsby è oggi considerato un classico. Al momento della sua uscita, tuttavia, ha ricevuto poco preavviso e ha venduto male. Fitzgerald, come la nazione che lo circonda, attraversò tempi estremamente difficili durante il Grande Depressione (1929-41), un periodo di recessione economica negli Stati Uniti, quando molte imprese fallirono e le persone persero il lavoro. Le sue storie non si vendevano più bene.

Nel 1930, Zelda sperimentò il suo primo crollo mentale. I suoi problemi mentali durarono il resto della sua vita, che trascorse dentro e fuori dai sanitari (ospedali per il recupero a lungo termine dalla malattia). Le condizioni mediche di Zelda erano di grande preoccupazione per Fitzgerald e non sono riuscite a diminuire il suo amore per lei. Le spese mediche erano immense e il bere di Fitzgerald aumentava insieme al suo debito.

Ultimo decennio

Nel decennio prima della sua morte, Fitzgerald ha tentato il suo lavoro più complesso e ambizioso, Tenera è la notte (1934). Il romanzo, ambientato in Europa negli anni '1920, presenta la storia di un giovane e brillante psichiatra, Dick Diver, e di sua moglie Nicole, che soffre di un disturbo emotivo. Vittima di uno stupro da parte di suo padre quando aveva quindici anni, Nicole si riprende costantemente grazie alle cure del marito. Lui, d'altra parte, soffre per le esigenze dei ruoli complessi che deve svolgere nel matrimonio come medico, marito e padre. Di portata più ampia rispetto ai suoi romanzi precedenti, Tenera è la notte ha attirato critiche dai lettori che lo consideravano confuso e sfocato. È stato solo dopo la morte di Fitzgerald che i critici hanno riconosciuto la profondità del romanzo.

Nel 1934 Zelda fu collocata permanentemente in un sanatorio. Fitzgerald si ritirò in una profonda disperazione, bevendo pesantemente e distruggendo la sua salute. Per un certo periodo, a metà degli anni '1930, la sua carriera di scrittore si fermò. Cercando di ricominciare da capo alla fine degli anni '1930, è diventato uno sceneggiatore di film e ha iniziato The Last Tycoon, un romanzo basato sulle sue esperienze a Hollywood. Il romanzo rimase incompiuto quando morì di infarto il 21 dicembre 1940.

Fitzgerald revival

Al momento della sua morte, Fitzgerald era praticamente dimenticato e non letto. Ma una crescente rinascita di Fitzgerald negli anni '1950 portò alla pubblicazione di numerosi volumi di storie, lettere e quaderni. Da allora, i critici hanno elogiato la maestria dello stile e della tecnica di Fitzgerald. Ha studiato nelle classi americane come uno dei più grandi scrittori di narrativa americani e ancora una volta considerato la voce dei ruggenti anni Venti.