Festa progressista del 1924, la follette’s

Festa progressista del 1924, la follette's. Il Partito Progressista del 1924 è nato nel 1922 come Conferenza per l'Azione Politica Progressista (CPPA), organizzata dai leader delle confraternite ferroviarie. Dopo le conquiste liberali nelle elezioni congressuali di quell'anno, furono organizzati rami statali e locali del CPPA, ma il CPPA inizialmente si oppose alla formazione di un partito politico. Gli scandali dell'amministrazione Warren G. Harding ne alterarono l'opinione e la portarono a considerare il senatore Robert M. La Follette del Wisconsin come uno sfidante presidenziale adatto, anche se non lo nominò ufficialmente, in modo che potesse continuare a correre come indipendente. La piattaforma CPPA richiedeva una riduzione del potere della magistratura, la costruzione della St. Lawrence Seaway, il controllo pubblico del denaro e del credito, la proprietà pubblica dell'energia idrica e delle ferrovie e la fornitura di lavori pubblici federali nei periodi di depressione. Ha anche tentato di responsabilizzare i deboli cercando di dare ai lavoratori il diritto di organizzarsi e contrattare collettivamente e offrendo maggiori aiuti alle cooperative di agricoltori.

I gruppi di interesse costituivano una componente chiave del movimento progressista, ma non tutti erano in sintonia con l'idea di una terza parte. I sindacati delle ferrovie erano venuti a sostenere l'intervento del governo per migliorare i loro salari e le condizioni di lavoro, in particolare dopo che le ferrovie - che erano state gestite dal governo durante la prima guerra mondiale - tornarono di proprietà privata nel 1920. Erano fondamentali nella creazione del Servizio legislativo del popolo a sostegno prolabor i candidati e ha visto la candidatura La Follette come un mezzo per esercitare pressioni nel perseguimento dei loro obiettivi. Anche la Federazione americana del lavoro (AFL) era interessata ad aumentare il controllo del lavoro dei lavoratori dopo la prima guerra mondiale, ma era stata sconfitta dalla resistenza dei datori di lavoro e da varie decisioni dei tribunali. L'AFL lavorò per l'elezione dei candidati progressisti nel 1922 e sostenne La Follette nel 1924 perché era un candidato indipendente piuttosto che un terzo partito, considerando il movimento come un'opportunità per eleggere membri amichevoli del Congresso. I gruppi di agricoltori hanno anche visto nella candidatura di La Follette un'opportunità per portare avanti la loro agenda di protezione agricola e sussidi agricoli. Tutti questi gruppi vedevano il loro sostegno alla campagna progressista come un modo per articolare i loro interessi particolari senza sacrificare la loro indipendenza.

Al contrario, un certo numero di partiti contadini-laburisti statali hanno sostenuto il movimento nella speranza di creare un'organizzazione nazionale di terzi. Lo stesso valeva per i riformatori della classe media nel Comitato dei Quarantotto, che erano a favore di un partito liberale ad ampia base. Esisteva una chiara divisione all'interno del movimento tra quei progressisti prebellici (come La Follette) che inclinavano verso una democrazia politica orientata al consumo e coloro che favorivano la democrazia economica orientata al lavoro. La fede di La Follette nel potere maligno del monopolio economico significava che era generalmente critico nei confronti di tutte le attività dei gruppi di interesse e spesso ignorava i benefici per i consumatori della concentrazione economica. I teorici del futuro New Deal come Rexford Tugwell e Felix Frankfurter hanno favorito la pianificazione del governo e il coinvolgimento dei gruppi di interesse nella riforma.

La Follette ha aggiunto al suo appello quando ha scelto il senatore democratico Burton Wheeler del Montana come suo compagno di corsa e ha condotto un'importante campagna di conferenze. Tuttavia, la campagna era scarsamente coordinata, aveva pochi fondi e mancava una forte organizzazione distrettuale. La Follette ha ricevuto 4,814,050 voti, pari al 16.6 per cento del voto popolare. Sebbene sia arrivato secondo in undici stati nel West e nel Midwest, ha portato solo il suo stato d'origine, il Wisconsin. Il biglietto aveva un fascino settoriale ed era forte anche tra gli scandinavi e in alcune comunità cattoliche del nordest urbano. Dopo le elezioni, il movimento progressista si è rapidamente sciolto quando i sindacati lo hanno abbandonato. Tuttavia, pose le basi per la coalizione del New Deal degli anni '1930 e servì come trampolino di lancio per l'ascesa del liberalismo dei gruppi di interesse.

Bibliografia

Briley, Ronald F. "Insurrezione e riallineamento politico: regionalismo ed elezioni senatoriali del 1922 in Iowa, Nebraska, North Dakota e Minnesota". Mid America 72, no. 1 (1990): 49-69.

MacKay, Kenneth C. Il movimento progressista del 1924. New York: Octagon Books, 1972. Ristampa dell'edizione originale del 1947.

Waterhouse, David L. Il movimento progressista del 1924 e lo sviluppo del liberalismo dei gruppi di interesse. New York: Garland, 1991.

Jeremy Bonner