Festa nazionale femminile

Festa nazionale femminile. Ispirata dalla sua esperienza con le suffragette inglesi, Alice Paul guidò un gruppo di donne fuori dalla National American Woman Suffrage Association nel 1914 per formare una nuova organizzazione, la Congressional Union, ribattezzata National Woman's Party nel 1916. Il suo scopo era di fare pressione su il Partito Democratico, che controllava entrambe le Camere del Congresso e la Casa Bianca, per garantire il diritto delle donne al suffragio.

A partire dal 14 luglio 1917 (l'anniversario della caduta della Bastiglia in Francia), le donne iniziarono a picchettare a Washington, DC, sotto striscioni viola, bianchi e dorati usando slogan come "Libertà, uguaglianza, fraternità" e "Kaiser Wilson, hai dimenticato la tua simpatia per i poveri tedeschi perché non erano autonomi? Venti milioni di donne americane non si autogovernano. Togliti la trave dal tuo occhio ". I manifestanti hanno attaccato le donne e distrutto i loro striscioni senza interferenze da parte della polizia. Il picchettaggio continuò fino all'ottobre di quell'anno. Sebbene le manifestazioni fossero pacifiche, molte donne sono state incarcerate e hanno richiamato l'attenzione sulla loro campagna attraverso scioperi della fame. Questo periodo fu culminato con il tentato rogo dell'effigie del presidente Woodrow Wilson il primo dell'anno 1917.

Il presidente Wilson alla fine diede il sostegno ufficiale al diciannovesimo emendamento, che era l'oggetto della campagna delle donne, e alla fine persuase l'unico senatore il cui voto era necessario per approvarlo (1920). Successivamente le attività del Partito della Donna furono orientate verso l'approvazione di ulteriori leggi per porre fine alla discriminazione contro le donne e verso la ratifica del diritto di voto da parte dei legislatori statali.

Bibliografia

Flexner, Eleanor. Century of Struggle: The Woman's Rights Movement negli Stati Uniti. Cambridge, Mass .: Belknap Press della Harvard University Press, 1975.

Kraditor, Aileen S. The Ideas of the Woman Suffrage Movement, 1890-1920. New York: Norton, 1981.

carolaAndreas/ag